Gnocchetti di cozze con crema di foglie di broccoli

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: medio alta
  • Stampa

Si è capito da tempo che mi piace molto creare gnocchi diversi dal solito e oggi ho pensato di realizzarli con le cozze abbinandoli con una leggerissima e saporita crema creata con le foglie dei broccoli. Sono sincero nel dirvi che ne sono rimasto davvero entusiasta: una pietanza delicata e davvero molto saporita nella sua particolarità. Vi piace l'idea? Si! Allora prepararli assieme a me.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 1kg di cozze fresche cotte e sgusciate seguendo questa ricetta;
  • 20 cucchiai di liquido di cottura delle cozze;
  • 150g ricotta vaccina;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 6 cucchiai di pangrattato fine;
  • 150g foglie di broccolo lavate e tagliate a julienne;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva aromatizzato all’aglio.

Istruzioni

  1. Passate le cozze sgusciate al mixer e traferitele in una terrina, unite la ricotta, amalgamate bene, aggiungete 6 cucchiai di liquido di cottura delle cozze, il pangrattato e mescolate bene fino a che il composto fino a che risulterà sodo e omogeneo;
  2. Intingete le mani nella farina bianca frequentemente e formate dei tocchetti fino ad esaurimento del composto riponendo gli gnocchi su un piatto leggermente infarinato e traferitelo in frigorifero;
  3. In un tegame scaldate l’olio all’aglio, unite le foglie di broccolo tagliate, fatele insaporire per qualche minuto, unite sale, pepe e portate a cottura bagnando di tanto intanto con 6 cucchiai di liquido di cottura delle cozze diluito in 4 cucchiai di acqua fredda;
  4. Quando le foglie saranno cotte e asciutte fatele intiepidire, passatele al mixer, traferite la purea in un tegame con 2 cucchiai di olio evo, aggiungete 2 cucchiai di liquido di cottura delle cozze e due di acqua facendo diluire fino ad ottenere una salsa cremosa;
  5. Immergete gli gnocchi in acqua bollente leggermente salata, quando affioreranno toglieteli dall’acqua con l’aiuto di una schiumarola. Disponete 4 cucchiai di crema di broccolo sulla base di ogni piatto e disponete sopra gli gnocchi e srvite. A piacere potere spadellarli con la crema di foglie di broccolo.

Seguimi su Facebook

Menù di San Valentino

Buongiorno amici, in questi giorni ho ricevuto delle richeste per alcuni suggerimenti per San Valentino, come posso non accontentarvi? Con immenso piacere vi lascio il mio menù questa ricorrenza.

Aggiungi quì eventuali note.

Istruzioni

Prime portata: Gnocchetti di come di rapa spadellati con burro e salvia;

Seguimi su Facebook

Vellutata di porro e cime di broccolo con cozze

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: medio bassa
  • Stampa

Buongiorno amici del mio blog, vi piacciono le vellutate di verdure? Oggi ho creato una deliziosa vellutata con porri, cime di broccolo e meravigliose cozze. Ma come donare il sapore di questi molluschi alla vellutata? Non basta aggiungere i frutti di mare alla minestra, ma serve un ingrediente fondamentale per rendere il sapore coinvolgente e omogeneo che trasmette il sapore del mare. Volete saperne di più? Seguitemi nella preparazione!

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 100g porro passato al mixer;
  • 150g cime di broccolo passate al mixer;
  • 500g cozze fresche;
  • 800ml liquido di cottura delle cozze;
  • 30g farina bianca setacciata;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Preparate le cozze seguendo questa ricetta, sgusciatele e tenetele da parte trattenendo il loro liquido di cottura filtrato;
  2. In una casseruola scaldate l’olio all’aglio, unite il porro e fatelo rosolare per qualche minuto, aggiungete le cime di broccolo, sale, pepe e fate insaporire per alcuni minuti;
  3. Aggiungete la farina setacciata in un’unica soluzione, cuocete per circa 5 minuti rimestando fino a che il preparato sarà legato, lo capirete perché si staccherà dai lati e dal fondo della casseruola;
  4. Bagnate con il liquido di cottura delle cozze e stemperate utilizzando una frusta e cuocete a fiamma media fino a che la vellutata diventerà cremosa;
  5. Spegnete la fiamma, unite le cozze, mescolate e servite in una ciotola di terracotta guarnendo con qualche mollusco e un pizzico di prezzemolo tritato a piacere.

Seguimi su Facebook

Cestini di polenta con folpetti in umido

  • Porzioni: 6 cestini
  • Difficoltà: medio bassa
  • Stampa

In occasione di una cena tra amici ho voluto realizzare una ricetta semplice da preparare in anticipo, e che possa essere pronta da servire con un semplice passaggio di un minuto nel microonde. Già! Quando si hanno ospiti a cena non è molto piacevole trascorrere tutto il tempo davanti ai fornelli senza essere rilassati a tavola scambiando due chiacchiere. Io cerco di scegliere sempre pietanze che si preparano anticipatamente proprio per queste occasioni.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 600g folpetti lavati,  tagliati a metà e privati della bocca posizionata sotto la testa;
  • 10 pomodorini datterino tagliati in 4;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1/2 bicchiere di farina per polenta istantanea;
  • 1 e 1/2 bicchiere di acqua;
  • 1/2cucchiaino da caffè di sale grosso;
  • Un pizzico di peperoncino;
  • Un pizzico di prezzemolo tritato per guarnire.

Istruzioni

  1. In una casseruola scaldate l’olio all’aglio, unite i folpetti, fateli rosolare, aggiungete, i pomodorini tagliati, sale e pepe;
  2. Lasciateli cuocere a fiamma media nel loro liquido che rilasceranno durante la cottura, se necessario aggiungete un po’ d’acqua per concludere la cottura e unite il peperoncino a fine cottura;
  3. In un tegame preparate la polenta portando ad ebollizione l’acqua con il sale, unite la farina gialla stemperando con una frusta e mescolate con un cucchiaio di legno fino a che il composto inizierà ad addensare;
  4. Riempite a metà degli stampini da forno del diametro di circa 6 cm leggermente oleati con olio evo;
  5. Con l’aiuto di un cucchiaino da caffè bagnato in acqua fredda livellate la superficie della polenta facendo una leggera pressione al centro verso il basso formando una conca;
  6. Passate in forno a 200°C per circa 15 minuti, togliete dal forno, fate intiepidire, togliete i cestini dagli stampini e depositateli in un piatto;
  7. Riempite i cestini con i folpetti, scaldate 1 minuto in microonde prima di servirli, spolverate infine la superficie con un pizzico di prezzemolo tritato.

Seguimi su Facebook

 

Filetto di branzino al gratìn

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Questa ricetta prevede un connubio perfetto tra la polpa delicata e saporita del branzino e deliziose patate grattugiate, il tutto reso stuzzicante da una leggera crosticina dorata realizzate con un composto di pangrattato, prezzemolo, sale, pepe e olio extravergine d'oliva aromatizzato all'aglio.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 2 filetti di branzino privati della pelle da 150g cad;
  • 200g patate grattugiate;
  • 4 cucchiai di pangrattato fine;
  • 5 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 filo di olio evo.

Istruzioni

  1. Eliminate la pelle dai filetti di pesce seguendo questo tutorial;
  2. In una ciotola amalgamate il pangrattato con il prezzemolo, sale, pepe e l’olio all’aglio;
  3. Grattugiate le patate dopo averle pelate;
  4. Rivestite una placca da forno con carta oleata, stendete i filetti di pesce, distribuite sopra di loro le patate grattugiate fino ad esaurimento, salate, pepate e completate distribuendo sopra le patate il composto di pane precedentemente preparato;
  5. Aggiungete sulla superficie un filo d’olio evo, passate in forno pre riscaldato a 200°C fino a che saranno completamente gratinati e servite.

Seguimi su facebook

Menù di San Silvestro 2019

  • Porzioni: Circa 2 porzioni per ogni ricetta
  • Stampa

Buongiorno gentilissimi lettori! Anche quest'anno siamo prossimi a San Silvestro e, come ogni anno, vi propongo il mio menù per questa ricorrenza. Le pietanze consigliate sono un po' impegnative da realizzare, ma una volta all'anno ci può stare per quanti decideranno di festeggiare in casa questo giorno speciale. Ci tengo a precisare che, nel caso delle prime e seconde portate, le dosi indicate andrebbero dimezzate perchè propongo dei bis. Sottolineo inoltre che la sequenza dei piatti rispetta le gradazioni di sapore, ovvero, eventuali cambiamenti dell'ordine suggerito non regalerebbero al palato il giusto sapore. Nella speranza che la mia proposta sia di vostro gradimento e spunto d'aiuto per le vostre preparazioni, vi auguro un felice San Silvestro e un buon anno.

 

Bavette con capelunghe, pesto di noci e pinoli al profumo di basilico

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Le capelunghe o cannolicchi sono dei frutti di mare molto apprezzati in cucina ma che hanno però la caratteristica di essere difficilmente reperibili sul mercato. Questo mollusco vive immerso nella sabbia nella acque dell’Adriatico e acquisisce una posizione verticale infossandosi nel fondale. Grazie a questo stratagemma il cannolicchio risulta praticamente invisibile, se non fosse per il tipico disegno ad otto che formano sul terreno i due sifoni che aspirano e espellono l’acqua per privarla delle sostanze nutritive in essa contenute.

cannolicchi-731x411

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 160g bavette;
  • 30 capelunghe fresche;
  • 20g noci sgusciate;
  • 10g pinoli;
  • 2 foglie di basilico fresco;
  • 1 pizzico di prezzemolo tritato;
  • 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 1 bicchierino di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Immergete le capelunghe in acqua fredda e un po’ di sale grosso e lasciateli spurgare per un ora in modo che rilascino la sabbia eventualmente trattenuta;
  2. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio all’aglio, unite i molluschi, un pizzico di prezzemolo tritato,  bagnate con il vino, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma intensa per circa 5 minuti in modo che i molluschi si aprano;
  3. Togliete dalla fiamma, lasciateli intiepidire, sgusciateli trattenendo qualche guscio da usare per guarnizione e filtrate il liquido di cottura attraverso un colino a maglia finissima per eliminare eventuali tracce di sabbia, meglio se rivestito con della garza;
  4. Trasferite i frutti di mare con il loro liquido di cottura in un soutè;
  5. Con l’aiuto di un mixer tritate finemente le noci con i pinoli e le foglie di basilico. Trasferite la granella in una ciotola, unite sale e un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, amalgamando bene il tutto, ottenendo un composto cremoso;
  6. Lessate la pasta molto al dente, scolatela e versatela nel soutè con i frutti di mare e il loro liquido, spadellate la pasta a fiamma intensa con un cucchiaio di olio evo, rendendo cremoso il liquido di cottura, unite il pesto di noci e pinoli, amalgamate bene e servite guarnendo con i gusci delle capelunghe e qualche foglia di basilico.

Seguimi su Facebook