Menù di Pasqua 2020 solo carne e verdure

Buongiorno carissimi lettori! Tra pochi giorni sarà Pasqua, Come sempre, vi lascio i miei semplici e invitanti suggerimenti per uno spunto per chi non ama il pesce. Ogni ricetta è realizzata per 2 porzioni a parte i dolci. Cliccate sui link per visualizzare le ricette!

 

 

 

 

 

 

Menù di Pasqua 2020

Buongiorno carissimi lettori! Tra pochi giorni sarà Pasqua e quest' anno sarà diversa da tutti i precedenti, per i motivi che ben conosciamo. Saremo tutti costretti a restare a casa e a preparare un pranzo in famiglia. Come sempre, vi lascio i miei semplici e invitanti suggerimenti per uno spunto, così da alleviare eventuali ansie da preparazione. Ogni ricetta è realizzata per 2 porzioni a parte i dolci. Vi auguro di trascorrere una serena Pasqua.

Tagliatelle al farro con porro e folpetti

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Questa ricetta è molto semplice da preparare e prevede l'utilizzo delle tagliatelle senza uova realizzate con la farina di farro condite con un delizioso sughetto composto da folpetti in umido e porro. Il tempo di preparazione indicato è da considerarsi con i folpetti in umido precedentemente preparati che potete trovare nel blog.

Ricetta folpetti in umido

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g tagliatelle al farro;
  • 100g porro tagliato a julienne;
  • 150g folpetti in umido;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 bicchierino da liquore di acqua;
  • 1/2 cucchiaio di basilico tritato;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo.

Istruzioni

  1. In un soutè scaldate l’olio all’aglio, unite il porro tagliato, sale, pepe, fate insaporire per alcuni minuti, bagnate con un bicchierino d’acqua e lasciate stufare a fiamma medio bassa fino a che l’ortaggio sarà ammorbidito;
  2. Unite i folpetti, amalgamate bene e infine aggiungete basilico tritato;
  3. Lessate le tagliatelle, scolatele, unitele al sugo, aggiungete l’olio evo, spadellate velocemente a fiamma media per circa 30 secondi e servite subito.

Seguimi su Facebook

Lasagne al forno con finocchio e funghi Champignon

  • Porzioni: 6/8
  • Stampa

Buongiorno gentili lettori, ho voluto realizzare delle lasagne al forno per un pranzo domenicale. Questa volta però, al posto del classico ragù di carne, ho preferito usare delle verdure, come finocchio e funghi, abbinate a besciamella aromatizzata al finocchio. Quest'ultima realizzata con il liquido di cottura dei finocchi e aggiungendo olio evo al posto del burro. Il risultato è stato strepitoso. Seguite i passaggi della mia ricetta.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 350g finocchio tagliato a julienne;
  • 350g Funghi trifolati ;
  • 16 lasagne già pronte dimensioni di ogni sfoglia 20cmx10cm;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1l. Acqua di cottura dei finocchi;
  • 80 ml olio evo;
  • 120g farina bianca;
  • Parmigiano grattugiato q.b.
  • Noce moscata grattugiata q.b.

Istruzioni

  1. Mettete il finocchio tagliato a lessare in acqua salata, quando sarà ammorbidito, scolatelo trattenendo un litro d’acqua per la besciamella;
  2. Nel frattempo fate bollire dell’acqua con sale grosso in una casseruola capiente, unite le sfoglie secche di pasta 5 alla volta, lessatele per 2 minuti e trasferitele in una bacinella con acqua fredda, lasciatele raffreddare;
  3. Preparate la besciamella seguendo questa ricetta utilizzando il liquido di cottura del finocchio e aggiungendo a piacere burro oppure olio evo. Dopodiché toglietela dalla fiamma;
  4. In un tegame scaldate l’olio evo all’aglio, unite il finocchio precedentemente lessato, sale, pepe macinato al momento e insaporite per alcuni minuti. Fuori fiamma aggiungete i funghi trifolati e amalgamate i due ortaggi tra loro;
  5. Cospargete sul fondo della besciamella, coprite con i fogli di pasta, aggiungete le verdure, coprite con besciamella e spolverate con parmigiano;
  6. Proseguite a strati fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con besciamella, verdure, parmigiano grattugiato e cospargete la superficie con un filo d’olio evo in modo casuale;
  7. Infornate a 200°C e fate gratinare. Servite caldo.

Seguimi su Facebook

Menù di San Valentino

Buongiorno amici, in questi giorni ho ricevuto delle richeste per alcuni suggerimenti per San Valentino, come posso non accontentarvi? Con immenso piacere vi lascio il mio menù questa ricorrenza.

Aggiungi quì eventuali note.

Istruzioni

Prime portata: Gnocchetti di come di rapa spadellati con burro e salvia;

Seguimi su Facebook

Menù di San Silvestro 2019

  • Porzioni: Circa 2 porzioni per ogni ricetta
  • Stampa

Buongiorno gentilissimi lettori! Anche quest'anno siamo prossimi a San Silvestro e, come ogni anno, vi propongo il mio menù per questa ricorrenza. Le pietanze consigliate sono un po' impegnative da realizzare, ma una volta all'anno ci può stare per quanti decideranno di festeggiare in casa questo giorno speciale. Ci tengo a precisare che, nel caso delle prime e seconde portate, le dosi indicate andrebbero dimezzate perchè propongo dei bis. Sottolineo inoltre che la sequenza dei piatti rispetta le gradazioni di sapore, ovvero, eventuali cambiamenti dell'ordine suggerito non regalerebbero al palato il giusto sapore. Nella speranza che la mia proposta sia di vostro gradimento e spunto d'aiuto per le vostre preparazioni, vi auguro un felice San Silvestro e un buon anno.

 

Bavette con capelunghe, pesto di noci e pinoli al profumo di basilico

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Le capelunghe o cannolicchi sono dei frutti di mare molto apprezzati in cucina ma che hanno però la caratteristica di essere difficilmente reperibili sul mercato. Questo mollusco vive immerso nella sabbia nella acque dell’Adriatico e acquisisce una posizione verticale infossandosi nel fondale. Grazie a questo stratagemma il cannolicchio risulta praticamente invisibile, se non fosse per il tipico disegno ad otto che formano sul terreno i due sifoni che aspirano e espellono l’acqua per privarla delle sostanze nutritive in essa contenute.

cannolicchi-731x411

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g bavette;
  • 30 capelunghe fresche;
  • 20g noci sgusciate;
  • 10g pinoli;
  • 2 foglie di basilico fresco;
  • 1 pizzico di prezzemolo tritato;
  • 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 1 bicchierino di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Immergete le capelunghe in acqua fredda e un po’ di sale grosso e lasciateli spurgare per un ora in modo che rilascino la sabbia eventualmente trattenuta;
  2. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio all’aglio, unite i molluschi, un pizzico di prezzemolo tritato,  bagnate con il vino, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma intensa per circa 5 minuti in modo che i molluschi si aprano;
  3. Togliete dalla fiamma, lasciateli intiepidire, sgusciateli trattenendo qualche guscio da usare per guarnizione e filtrate il liquido di cottura attraverso un colino a maglia finissima per eliminare eventuali tracce di sabbia, meglio se rivestito con della garza;
  4. Trasferite i frutti di mare con il loro liquido di cottura in un soutè;
  5. Con l’aiuto di un mixer tritate finemente le noci con i pinoli e le foglie di basilico. Trasferite la granella in una ciotola, unite sale e un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, amalgamando bene il tutto, ottenendo un composto cremoso;
  6. Lessate la pasta molto al dente, scolatela e versatela nel soutè con i frutti di mare e il loro liquido, spadellate la pasta a fiamma intensa con un cucchiaio di olio evo, rendendo cremoso il liquido di cottura, unite il pesto di noci e pinoli, amalgamate bene e servite guarnendo con i gusci delle capelunghe e qualche foglia di basilico.

Seguimi su Facebook