Menù di San Silvestro 2019

  • Porzioni: Circa 2 porzioni per ogni ricetta
  • Stampa

Buongiorno gentilissimi lettori! Anche quest'anno siamo prossimi a San Silvestro e, come ogni anno, vi propongo il mio menù per questa ricorrenza. Le pietanze consigliate sono un po' impegnative da realizzare, ma una volta all'anno ci può stare per quanti decideranno di festeggiare in casa questo giorno speciale. Ci tengo a precisare che, nel caso delle prime e seconde portate, le dosi indicate andrebbero dimezzate perchè propongo dei bis. Sottolineo inoltre che la sequenza dei piatti rispetta le gradazioni di sapore, ovvero, eventuali cambiamenti dell'ordine suggerito non regalerebbero al palato il giusto sapore. Nella speranza che la mia proposta sia di vostro gradimento e spunto d'aiuto per le vostre preparazioni, vi auguro un felice San Silvestro e un buon anno.

 

Bavette con capelunghe, pesto di noci e pinoli al profumo di basilico

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Le capelunghe o cannolicchi sono dei frutti di mare molto apprezzati in cucina ma che hanno però la caratteristica di essere difficilmente reperibili sul mercato. Questo mollusco vive immerso nella sabbia nella acque dell’Adriatico e acquisisce una posizione verticale infossandosi nel fondale. Grazie a questo stratagemma il cannolicchio risulta praticamente invisibile, se non fosse per il tipico disegno ad otto che formano sul terreno i due sifoni che aspirano e espellono l’acqua per privarla delle sostanze nutritive in essa contenute.

cannolicchi-731x411

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 160g bavette;
  • 30 capelunghe fresche;
  • 20g noci sgusciate;
  • 10g pinoli;
  • 2 foglie di basilico fresco;
  • 1 pizzico di prezzemolo tritato;
  • 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 1 bicchierino di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Immergete le capelunghe in acqua fredda e un po’ di sale grosso e lasciateli spurgare per un ora in modo che rilascino la sabbia eventualmente trattenuta;
  2. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio all’aglio, unite i molluschi, un pizzico di prezzemolo tritato,  bagnate con il vino, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma intensa per circa 5 minuti in modo che i molluschi si aprano;
  3. Togliete dalla fiamma, lasciateli intiepidire, sgusciateli trattenendo qualche guscio da usare per guarnizione e filtrate il liquido di cottura attraverso un colino a maglia finissima per eliminare eventuali tracce di sabbia, meglio se rivestito con della garza;
  4. Trasferite i frutti di mare con il loro liquido di cottura in un soutè;
  5. Con l’aiuto di un mixer tritate finemente le noci con i pinoli e le foglie di basilico. Trasferite la granella in una ciotola, unite sale e un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, amalgamando bene il tutto, ottenendo un composto cremoso;
  6. Lessate la pasta molto al dente, scolatela e versatela nel soutè con i frutti di mare e il loro liquido, spadellate la pasta a fiamma intensa con un cucchiaio di olio evo, rendendo cremoso il liquido di cottura, unite il pesto di noci e pinoli, amalgamate bene e servite guarnendo con i gusci delle capelunghe e qualche foglia di basilico.

Seguimi su Facebook

Linguine alla carbonara di verdure al profumo di maggiorana

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Vi propongo una carbonara diversa dal solito. Questa mia versione prevede, in aggiunta alla classica ricetta, una dadolata di verdurine deliziose.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 160g Linguine;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1 carota media tagliata a dadini;
  • 1 zucchina medio piccola tagliata a dadini;
  • 50g funghi champignones trifolati;
  • 100g guanciale di maiale tagliato a dadini;
  • 1 uovo;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 pizzico di maggiorana;
  • 1 cucchiaio di latte;
  • 2 cucchiaini da caffè di parmigiano grattugiato;
  • 1 mestolino d’acqua.

Istruzioni

  1. In un soutè, fate rosolare il guanciale senza nessun condimento fino a che risulterà croccante, gettate il fondo di cottura e ritiratelo in un piatto;
  2. Nello stesso soutè, scaldate un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, unite la carota tagliata, salate, pepate e fatela saltare per qualche minuto;
  3. Unite la zucchina tagliata, rosolatela per qualche minuto facendola insaporire e fate ammorbidire le verdure unendo un mestolino d’acqua;
  4. Unite i funghi trifolati ed il guanciale di maiale, amalgamate gli ingredienti tra loro, unite la maggiorana e spegnete la fiamma;
  5. In una ciotola sbattete l’uovo con il latte, sale e pepe;
  6. Lessate gli spaghetti al dente, scolateli, uniteli alle verdure, accendete la fiamma, scaldate bene il tutto amalgamando bene;
  7. Spegnete la fiamma, unite il composto d’uovo e mescolate velocemente formando una crema evitando di cuocere l’uovo;
  8. Servite unendo del pepe macinato al momento in superficie.

Seguimi su Facebook

Spaghetti risottati con cime di broccolo, porcini e zafferano

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Buongiorno gentili amici lettori! Oggi sono sì a raccontarvi questa deliziosa ricetta che prevede gli squisiti spaghetti dell'azienda <strong>Rummo</strong>, cucinati con il procedimento di un risotto e conditi con un sughetto di cime di broccolo, funghi porcini secchi e zafferano, serviti in una coppetta di parmigiano.

Aggiungi sì eventuali note.

Ingredienti

  • 80g spaghetti Rummo N°5;
  • 20g funghi porcini secchi ammollati per un’ora in 700 ml di acqua tiepida, sucessivamente strizzati e tagliati finemente;
  • 100g cime di broccolo;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 6 cucchiai di olio evo all’aglio;
  • 2cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • L’acqua di ammollo dei funghi.

Istruzioni

  1. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio evo all’aglio, unite le cime di broccolo, salate, pepate e fatele insaporire per qualche minuto. Unite mezzo bicchiere d’acqua, coprite con un coperchio e stufate a fiamma bassa per alcuni minuti fino a che i vegetali si saranno ammorbiti. Trasferiteli in un piatto;
  2. Nello stesso fondo di cottura scaldate i rimanenti 3 cucchiai di olio all’aglio, unite i funghi, salate, pepate, fate insaporire per alcuni minuti, bagnate con due mestolini di acqua di ammollo dei funghi e cuocete per circa 10min fino a che il liquido sarà quasi completamente evaporato;
  3. Aggiungete le cime di broccolo,  cotte precedentemente, trattenendo qualche ciuffetto da utilizzare per guarnire. Amalgamate gli ingredienti e unite gli spaghetti crudi;
  4. Bagnate con un po’ di acqua di ammollo dei funghi bollente, unite lo zafferano, salate, pepate, mescolate frequentemente aggiungendo acqua, poco alla volta fino ad esaurimento, come cucinare un normale risotto;
  5. Quando gli spaghetti saranno cotti al dente e l’acqua sarà assorbita, mantecate unendo l’olio evo crudo. Servite gli spaghetti nella coppetta di parmigiano, seguendo questa ricetta, decorando con i ciuffetti di broccolo.

Seguimi su Facebook

Tagliatelle con farina di ceci spadellate con zucca e pomodorini

  • Porzioni: 2/3
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Tagliatelle realizzate con farina di ceci senza uova, molto leggere e gradevoli, condite con zucca, pomodorini e profumate al basilico fresco.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 150g farina di ceci;
  • 50g farina bianca;
  • Farina bianca q.b.per la lavorazione;
  • 80ml acqua fredda;
  • Sale q.b.;
  • 10 pomodorini datterino tagliati a metà;
  • 100g zucca cotta al vapore tagliata a pezzetti fini;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 cucchiai di olio evo all’aglio;
  • 1 rametto di rosmarino e una foglia di salvia tritati;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • Un pizzico di basilico tritato.

Istruzioni

  1. Su una spianatoia disponete a fontana le farine miscelate tra loro, unite al centro l’acqua tiepida con il sale fino. Incorporate la farina nell’acqua e lavorate energicamente fino ad ottenere una palla elastica ed omogenea;
  2. Tagliate la pasta in 4 pezzi e tiratela finemente con l’apposita sfogliatrice;
  3. Stendere le sfoglie di pasta, passate la superficie con della farina, arrotolatele su se stesse e tagliatele con un coltello considerando una larghezza di circa 1cm. Sollevate le tagliatelle con le dita e formate dei piccoli nidi che possano riempire il palmo di una mano.
  4. Inq un soutè fate soffriggere il rosmarino e salvia tritati con l’olio all’aglio, unite i pomodorini tagliati, sale, pepe e fateli ammorbidire a fiamma media;
  5. Unite la zucca tagliata, sale, pepe e fate rosolare il tutto, unite un pò d’acqua e amalgamate tra loro e per qualche minuto il sugo con gli altri ingredienti;
  6. Lessate al dente le tagliatelle in acqua salata, scolatele e versatile nel soutè con il sugo, unite un mestolino di acqua di cottura della pasta, un pizzico di basilico tritato, l’olio evo e spadellate a fiamma vivace. Servitele immediatamente.

PicsArt_09-04-09.27.51

Seguimi su Facebook

 

Pasta al farro con peperoni e basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Detto, fatto! Questa è una ricetta semplicissima e molto sfiziosa con pochi ingredienti e molto invitante. Pronta in poco tempo e il sughetto si può preparare in anticipo.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 160g gomiti al farro;
  • 3 peperoni medi dei quali 2 rossi e uno giallo;
  • 1/4 di cipolla gialla affettata a julienne;
  • 2 cucchiai di olio evo all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1 cucchiaio scarso di basilico fresco tritato;
  • Parmigiano grattugiato q.b.

Istruzioni

  1. Tagliate a metà in verticale i peperoni ed eliminate semi e manico. Tagliate a julienne un peperone rosso e uno giallo mantenendo le due metà integre del peperone rosso;
  2. Scaldate l’olio all’aglio in un soutè,  unite i peperoni a julienne, sale, pepe e insaporite con la cipolla, il peperone rosso tagliato a metà, coprite con un coperchio e stufate a fuoco lento fino a che le due metà e i peperoni a julienne non saranno ammorbiditi mescolando di tanto in tanto;
  3. Togliete i peperoni tagliati a metà e riponeteli in un piatto con la parte concava rivolta verso l’alto;
  4. Lessate la pasta al dente, scolatela, unitela nel soutè, aggiungete il basilico l’olio evo, spadellate a fiamma media;
  5. Con l’aiuto di un cucchiaio riempite le due metà dei peperoni precedentemente preparate e servite spolverando con del parmigiano grattugiato.

Seguimi su Facebook

Suggerimenti per Ferragosto