Orzo risottato con frutti di mare


  • Porzioni: 5
  • Problema: Medio
  • Stampa

L'orzo perlato è un cereale dalle ottime proprietà nutrizionali, soprattutto per il nostro intestino e non solo. Risulta essere di colore bianco perché sottoposto alla decorticazione che prevede l'eliminazione del rivestimento esterno. La raffinazione permette di diminuire i tempi di cottura con tempi di ammollo più brevi. 100g di orzo perlato apportano circa 320 calorie, di cui la maggioranza è data dai carboidrati. Questo cereale è ricco di minerali, soprattutto fosforo oltre a calcio, ferro, potassio, magnesio, zinco e silicio. Oggi ho voluto cucinarlo come un risotto aggiungendo deliziosi frutti di mare. Seguite la ricetta per la preparazione.

ingredienti

  • 400g orzo perlato biologico precedente ammollato in acqua fredda per circa 2 ore e scolato;
  • 1Kg di cozze;
  • 500g vongole veraci;
  • 1 seppia media privata della bocca posta al centro dei tentacoli e tagliata a pezzetti;
  • Una manciata di moscardini privati della bocca e tagliati a metà;
  • 150g gamberetti in salamoia scolati e strizzati;
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 2 bicchieri di vino bianco secco;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • 10 gamberoni privati della testa e corazza;
  • Liquido di cottura delle cozze e vongole diluita al 50% con il liquido di cottura delle carcasse dei gamberoni;
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato;
  • Pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Togliete l’alga laterale alle cozze lavatele bene e trasferitele in una casseruola assieme alle vongole precedentemente sciacquate con acqua fredda. Unite due cucchiai di olio all’aglio,  un cucchiaio di prezzemolo e mezzo bicchiere di vino bianco secco. Mescolate, coprite e cuocete a fiamma vivace fino a che i molluschi si saranno aperti. Fateli raffreddare, sgusciateli e tenete da parte i frutti conservando il liquido di cottura;
  2. In una casseruola scaldate un cucchiaio di olio all’aglio, aggiungete seppie,  pepe, fate rosolare fino a che il loro liquido si sarà asciugato, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e cuocete molto al dente;
  3. In un altra casseruola scaldate un cucchiaio di olio all’aglio, unite i moscardini, fate rosolare, lasciate cuocere fino a che il loro liquido rilasciato sarà evaporato, sfumate con il vino bianco e cuocete molto al dente. Se necessario completate la cottura unendo dell’acqua. Una volta cotti uniteli alle seppie e amalgamate bene;
  4. In un tegamino scaldate un cucchiaio di olio all’aglio, aggiungete le code dei gamberoni, cuocete per 2 minuti girandole da ambo i lati;
  5. Mettete le carcasse dei gamberoni In un tegame largo circa 20 cm, alto 15 cm circa, riempitele d’acqua, fate bollire per 15 minuti, filtrate il liquido con l’aiuto di un colino a maglia fine e aggiungietelo al liquido di cottura delle cozze e vongole che servirà per portare a cottura l’orzo;
  6. In una casseruola scaldate il rimanente olio all’aglio, unite mèta delle seppie e moscardini, aggiungete  l’orzo, fatelo tostare, sfumate con vino bianco, pepate e bagnate di tanto in tanto con il liquido di cottura delle cozze, vongole e carcasse dei gamberoni precedentemente preparato;
  7. A 3/4 di cottura unite le cozze e vongole. Una volta raggiunta la cottura al dente spegnete la fiamma, aggiungete i gamberetti, due cucchiai di olio evo, il prezzemolo rimasto, mescolate bene e servite decorando con i gamberoni.

PicsArt_07-31-10.39.22

Seguimi su Facebook

Seguimi su Instagram

 

4 Replies to “Orzo risottato con frutti di mare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: