Trancetti di pesce spada con riduzione di limone

Una ricetta semplicissima e di facile esecuzione, buona d’estate ma anche in inverno con un pesce molto saporito.

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr. di trancetti di pesce spada;
  • Farina bianca q.b.;
  • Il succo di un limone;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio ;
  • Un pizzico di prezzemolo tritato.

Procedimento:

Scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite i trancetti di pesce spada precedentemente infarinati eliminando la farina in eccesso, salate, pepate e cuocete a fiamma moderata fino a che i due lati saranno leggermente dorati. Eliminate metà del fondo di cottura, unite il succo di limone e insaporite il pesce girandolo almeno una volta su se stesso. Riducete il succo di limone fino a che sarà leggermente addensato. Cospargete il fondo di un piatto teso la riduzione di limone, unite i trancetti sopra di essa è cospargete con un pizzico di prezzemolo tritato la superficie in modo casuale. Servite subito.

Seguimi su Facebook

32 Replies to “Trancetti di pesce spada con riduzione di limone”

      1. Max mi faresti un post su come conservare i cibi cotti? Per esempio la pizza come la conservo? Nel frigo o fuori? Avvolta dalla pellicola trasparente o nei fogli di carta assorbenti? Quando chiedo ognuno ha la propria opinione e non so mai come fare. Grazie

        Piace a 1 persona

      2. Dicevo che l argomento è molto vasto, come navigare nel web🤣🤣🤣🤣, in ogni caso gli alimenti vanno conservati in modo diverso, ogni alimento ha una sua conservazione e dipende se cotto o crudo, per uova e pesce possiamo parlare di conservazione diverse. Tutto ciò si chiama merceologica degli alimenti che comprende la conservazione e composizione organolettica. Posso dirti in 2 parole che io uso contenitori di vetro e la pizza si conserva in frigo.

        Piace a 1 persona

    1. Ciao Fulvia,
      Puoi utilizzare molti tipi di pesce per questa preparazione come ad esempio merluzzo, cernia, dentice, sogliola ecc., ovviamente devi considerare che più la polpa è fragile meno dev’essere cotta a differenza dello spada che presenta una polpa più compatta restando così più unita. Spero di essermi spiegato.
      Ciao Max

      Piace a 2 people

  1. Io preparo così anche le acciughe aperte e diliscate dopo averle disposte in cerchi concentrici a coprire una padella. Il tempo di cottura è brevissimo, il piatto gustoso e economico. Io che sto cercando di mantenere un peso accettabile, non le infarino. Ciao Max!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...