Cannolicchi gratinati

Buongiorno carissimi amici lettori! Ben tornati nel mio blog! Oggi vi presento una ricetta squisita. Un mollusco delizioso reso ancor più buono da una leggera gratinatura con pangrattato. Esistono 2 procedimenti per realizzare questa ricetta: si parte dal prodotto crudo, facendolo spurgare in acqua salata fino a che il mollusco si apre, spezzando la parte vuota del guscio e mantenendo la parte contenente il frutto integra, oppure anticipando una cottura a vapore con olio all'aglio, vino bianco e prezzemolo tritato per aprirli. Io per questioni di organizzazione e tempi ho scelto il secondo procedimento che, in caso di ospiti a cena, è il metodo più veloce per organizzarsi al meglio.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 30 cannolicchi freschi;
  • 2 cucchiai di pangrattato;
  • 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • Pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaino da caffè di basilico tritato;
  • Un filo di olio evo crudo;
  • Vino bianco secco q.b.

Istruzioni

  1. Scaldate in una casseruola 2 cucchiai di olio all’aglio, unite i molluschi, precedentemente spurgati dalla sabbia lasciandoli in ammollo in acqua fredda con sale grosso per circa un’ ora, bagnate con un bicchierino di vino bianco e unite un pizzico di prezzemolo tritato. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma intensa per circa 5 minuti in modo che i gusci si aprano. Togliete dalla fiamma e lasciateli raffreddare;
  2. In una ciotola mescolate il pangrattato con il rimanente olio all’aglio, il pepe e il basilico tritato amalgamando bene il tutto;
  3. Dividete il guscio tenendo solo la parte contenete il mollusco, disponeteli su una placca da forno,  rivestita con carta forno molto vicini tra loro. Cospargete i molluschi con un po’ di composto di pangrattato e irrorate in modo casuale la loro superficie con del vino bianco completando con un filo di olio evo crudo;
  4. Infornate a 200°C con funzione ventilata per circa 20 minuti e servite subito.

Seguimi su Facebook

 

 

 

Capesante in riduzione di salsa cognac

  • Porzioni: 6 capesante
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Una ricetta molto veloce ed elegante 😋😋. Nella preparazione non ho utilizzato né burro né panna, due alimenti che personalmente non condivido. Questa pietanza lascerà stupiti i vostri commensali😋😉.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 6 capesante medie pulite con il loro guscio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 bicchierino da liquore di cognac;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Un pizzico di prezzemolo tritato;
  • 1 cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio.

Istruzioni

  1. In un tegame scaldate l’olio all’aglio, unite le capesante, sale e pepe. Cuocetele 3 minuti per lato, bagnatele con meno della metà della quantità di cognac, fate evaporare e traferitele in un piatto, coprendole con un coperchio;
  2. Unite il rimanente cognac al fondo di cottura e fate ridurre mescolando con un cucchiaio fino a che la salsa non inizierà a velare;
  3. Mettete le capesante nei loro gusci, versateci sopra la riduzione di cognac e spolverate con del prezzemolo tritato.

Seguimi su Facebook

Pepite di trota salmonata

  • Porzioni: 10 pepite
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Questa preparazione è molto invitante, leggera e stuzzicante. Possiamo servire le pepite come antipasto o da accostare ad un aperitivo. Per la frittura si può utilizzare una friggitrice ma, visto che io friggo poco e detesto lo spreco degli alimenti, ho impiegato un tegame, coprendo il fondo con olio evo e girando le pepite per dorarle da ambo i lati.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 100g trota salmonata cotta seguendo questo procedimento;
  • 100g ricotta vaccina;
  • 1 cucchiaio di pangrattato;
  • Pangrattato q.b.;
  • 1 uovo intero;
  • Sale e pepe macinato al momento;
  • Olio evo q.b. per friggere.

Istruzioni

  1. Lavorate la polpa della trota con la ricotta, precedentemente cotta e schiacciata con una forchetta, regolate di sale e pepe.
  2. Incorporate un cucchiaio di pangrattato e lavorate fino a che il composto risulterà sodo;
  3. Formate 10 palline schiacciandole leggermente sui poli opposti;
  4. Intingete le pepite nell’uovo precedentemente sbattuto e successivamente nel pangrattato;
  5. Friggetele nell’olio ben caldo finché risulteranno ben dorate;
  6. Servitele come antipasto, risulteranno molto stuzzicanti e leggere.

Seguimi su Facebook

Insalatina di piovra profumata al basilico fresco

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: medio bassa
  • Stampa

Ciao e una buona giornata a tutti voi! Oggi vi propongo un antipasto delizioso, valido anche come seconda pietanza. Un piatto facile, buono, gustoso e veloce da preparare, da consumare come portata unica oppure accompagnato da patate naturali sbucciate e cotte al vapore. Passiamo ora alla realizzazione di questa insalatina di polipo al profumo di basilico fresco con la speranza che sia di vostro gradimento. Attendo con piacere i vostri commenti.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 2 piovre medie;
  • 500g cozze cotte seguendo questa ricetta;
  • 2 cucchiai scarsi di capperi in salamoia;
  • 2 cucchiai di olive verdi tagliate a rondelle;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Succo di mezzo limone;
  • 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • 1/2 cucchiaio di basilico fresco tritato.

Istruzioni

  1. Immergete le piovre in acqua bollente e lessatelo finché non sarà cotto al dente;
  2. Scolatele e raffreddatele sotto acqua fredda, togliere la testa, pulitele al loro interno e togliete la bocca posta al centro, sotto la piovra;
  3. Tagliate i tentacoli in piccoli tronchetti, mentre la testa va tagliata a rondelle. Ponete tutto in una bacinella di vetro;
  4. Unite olive, capperi lavati e strizzati, cozze, basilico ed infine salate, pepate e mescolare l’insieme con un cucchiaio;
  5. Scaldare in microonde finché il composto sarà  tiepido. Nel frattempo mettete il succo di limone in una piccola bottiglietta di vetro, unire un cucchiaio di olio, tappate con la base del pollice e scuotete per qualche secondo,  ottenendo così un’emulsione. Con questo procedimento, avete appena creato una salsa citronette, adatta a condire in modo cremoso il pesce lessato;
  6. Unite la salsa citronette all’insalatina tiepida e mescolate tutto. Servite tiepido, decorando con rondelle di limone tagliate fini e qualche pomodorino tagliato a metà.

Seguimi su Facebook

Battuto di cozze al basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Un antipasto eccezionale con protagoniste le cozze, tritate ed abbinate a pomodorini datterino, condite con olio evo e basilico tritato fresco. Il piatto si accompagna a crostoni all'aglio.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 30 cozze fresche lavate e private dell’alga laterale, cotte seguendo questa ricetta;
  • 6 pomodorini datterino tagliati a cubetti;
  • 2 cucchiai di liquido di cottura delle cozze filtrato;
  • 1/2 cucchiaio di basilico fresco tritato;
  • 1 cucchiaio di olio evo.

Istruzioni

  1. Sgusciate le cozze dopo averle cotte, tritatele non troppo finemente e trasferirle in un contenitore;
  2. Unite i pomodorini tagliati a cubetti, il basilico fresco tritato, l’olio evo e il liquido di cottura delle cozze;
  3. Mescolate tutti gli ingredienti citati con un cucchiaio e lasciate riposare il composto per 30 minuti;
  4. Servite con crostoni di pane aromatizzati all’aglio.

Seguimi su Facebook

 

 

Carpaccio di branzino

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Personalmente non sono amante del pesce crudo, però questa ricetta mi delizia in particolar modo. Di fatto, il pesce subisce una cottura freddo durante la macerazione in frigo, resa possibile grazie all'utilizzo di succo di limone emulsionato con olio extravergine d'oliva.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 200g. filetto di branzino;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Succo di 1/2 limone;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’ oliva.

Istruzioni

  1. Sfilettate il pesce seguendo questo video;
  2. Tagliate il filetto di branzino come spiegato in questo video ed adagiatelo in un contenitore di vetro;
  3. Create un emulsione sbattendo assieme per alcuni secondi olio con succo di limone, sale e pepe utilizzando un vasetto con coperchio;
  4. Versate l’emulsione nel contenitore con le fettine di pesce in modo omogeneo;
  5. Coprite con un coperchio e lasciate macerare in frigo per circa 30 minuti;
  6. Servite decorando con qualche fetta di pomodoro a piacere.

Seguimi su Facebook

 

Mini krapfen con crema di code di gambero al profumo di rosmarino

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: media
  • Stampa

I krapfen sono un prodotto molto conosciuto. Normalmente in commercio e nelle pasticcerie si trovano dolci, farciti con crema pasticcera, al cioccolato o con crema chantilly. Io ho pensato di proporli salati, cotti al forno e non fritti, perciò molto più digeribili, farciti con una gradevole crema realizzata con code di gambero. Un antipasto di tutto rispetto che può stupire chiunque.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 12 Krapfen;
  • 8 code di gambero sgusciate e tagliuzzate a piccoli pezzetti;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1/2 bicchierino da liquore di brandy;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • 1 patata piccola cotta al vapore e tagliata a pezzettini;
  • Acqua q.b.

Istruzioni

  1. In un tegame scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite le code di gambero tagliate, sale, pepe, fate rosolare per alcuni minuti, bagnate con brandy e fate evaporare;
  2. Togliete il pesce dal tegame e traferitelo in un piatto;
  3. Unite al fondo di cottura dei crostacei la patata tagliata, fate insaporire per alcuni minuti, unite la polpa del pesce precedentemente cotta, bagnate con un mestolino di acqua e fate cuocere per 2 minuti circa;
  4. Togliete dalla fiamma e passate il tutto con il mixer;
  5. In un pentolino fate soffriggere per 2 minuti 2 cucchiai di olio evo con i rametti di rosmarino, spegnete la fiamma, togliete il rosmarino e incorporate l’olio aromatizzato nella crema di gamberi;
  6. Fate raffreddare;
  7. Con uno spelucchino forate un lato dei krapfen e farciteli di crema con l’ aiuto di un sache-a-poche.
  8. Spalmate sul fondo di un piatto un cucchiaio di crema, adagiatevi sopra di essa i krapfen, decorate la superficie con uno spuntoncino di crema e scaldate 2 minuti al microonde;
  9. Servite guarnendo a piacere con un pizzico di prezzemolo tritato.

Seguimi su Facebook