Gomiti al farro cremosi con cime di rapa

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Una ricetta pronta in pochissimo tempo che dona alla pasta tutto l'aroma delle cime di rapa.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 200 gr. gomiti al farro;
  • 150 gr. cime di rapa lavate;
  • 1 mestolino acqua di cottura della pasta;
  • 1 cucchiaio di olio evo.

Istruzioni

  1. Portate l’acqua ad ebollizione in una pentola, unite il sale grosso e lessate la pasta.
  2. 5 minuti prima che la pasta sia cotta al dente unite le cime di rapa e mescolate bene.
  3. Scolate la pasta e trattenete 1 mestolino di acqua di cottura.
  4. Rimettete la pasta sul fuoco vivo in un soutè, unite l’olio evo, l’acqua di cottura tenuta da parte e spadellate velocemente amalgamando velocemente il tutto.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Risotto con carciofi e gamberetti

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Una ricetta dal sapore delicato che prevede l'utilizzo di fondi di carciofo freschi e gamberetti. Questo risotto soddisferà il vostro palato, distinguendo i sapori del pesce e dell'ortaggio utilizzato.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr. riso vialone nano o Carnaroli;
  • 100 gr. gamberetti in salamoia sgocciolati;
  • 4 fondi di carciofo freschi di media grandezza;
  • 1/2 cucchiaio di scalogno tritato;
  • Acqua di cottura dei carciofi;
  • 2 cucchiai di Olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe q.b.;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 1 bicchiere di acqua di cottura delle cozze.

Istruzioni

  1. Lessate molto al dente i fondi di carciofo, scolateli recuperando l’acqua di cottura che servirà per cuocere il riso;
  2. Tagliate a julienne i fondi di carciofo, una volta intiepiditi. In una casseruola capiente per cuocere il riso, soffriggete lo scalogno con olio all’aglio, unite i carciofi, insaporite per alcuni minuti e portate a cottura bagnando con il liquido di cottura delle cozze;
  3. Togliere dalla casseruola 1/4 di carciofi cotti e riponeteli da parte. Unite il riso nella casseruola, fate tostare per alcuni minuti, bagnate con vino bianco, fate evaporare, salate, pepate e cuocete bagnando con l’acqua utilizzata per lessare i carciofi. A 3/4 di cottura unite i carciofi rimanenti e cuocete il riso al dente;
  4. Fuori fiamma unite i gamberetti strizzati e i due cucchiai di olio evo, mescolate bene, incorporate il prezzemolo, regolate di sale e pepe e servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Tagliatelle al pane croccante di segale con funghi Champignon

In collaborazione con la mia amica Anna Panzetta e il suo blog https://annapanzetta.altervista.org propongo queste deliziose tagliatelle da accostare alla sua particolare ricetta cosce di pollo panate.

received_733638950370742

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Una tipica pasta tirolese dell' Alto Adige dal sapore particolare, che può essere abbinata a diversi sughi. Io ho scelto i funghi per creare una ricetta, esclusivamente senza panna, che mette in evidenza tutto il sapore di questa pasta speciale e l'aroma dei funghi.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 160 gr. tagliatelle al pane croccante di segale;
  • 4 funghi Champignon affettati finemente;
  • 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’ aglio;
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • Una spruzzata di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di olio evo crudo.

Istruzioni

  1. In un soutè scaldate l’olio evo aromatizzato dell’aglio, unite i funghi, sale, pepe e fate evaporare quasi totalmente il liquido rilasciato dai funghi.
  2. Irrorate con vino bianco,  fate evaporare, spegnete la fiamma e unite il prezzemolo tritato.
  3. Lessate le tagliatelle molto al dente, versate la pasta nel soutè con i funghi, unite 2 mestolini di acqua di cottura della pasta, i due cucchiai di olio evo crudo, amalgamate bene con fiamma accesa ad intensità media, saltate velocemente la pasta in modo da incorporare aria, così facendo l’acqua di cottura si amalgamerà con l’olio ed incorporando aria si potrà ottenere la crema desiderata da tutti.
  4. Questo procedimento evita l’aggiunta di panna da cucina, latte o altri ingredienti che possono alterare il sapore dei funghi.

I dettagli fanno la differenza nelle ricette.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Spätzle di grano saraceno con porri e speck

  • Porzioni: 8
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Si tratta di un piatto tipico tirolese ossia gnocchetti preparati con farina di grano saraceno conditi con porri stufati e speck. Gli spätzle possono essere preparati anche con farina bianca tipo 00 e come alternativa con spinaci passati allo staccio per renderli verdi. Per la realizzazione è necessario l'apposito attrezzo come da foto che segue.

Aggiungi quì eventuali note.

kfa000787noc_3_20151228115743_high

Ingredienti

Istruzioni

  1. In una terrina setacciate assieme le due farine. In un altra terrina sbattete le uova con il sale e la noce moscata, unite in po’ alla volta la farina e il latte ottenendo così un composto molle.
  2. In una casseruola fate bollire abbondante acqua e sale grosso, adagiate sopra i bordi della pentola la macchina per gli spätzle, inserite nell’apposita vaschetta della macchina per spätzle il composto e fate scorrere il carrello avanti e indietro facendoli cadere a pioggia nell’acqua bollente.
  3. Quando gli spätzle affioreranno toglieteli dall’acqua con una schiumarola e immergeteli in acqua fredda per raffreddarli. Scolateli e metteteli da parte in una bacinella, ungeteli con un filo d’olio.
  4. In un soutè fate rosolare con 1 cucchiaio di olio evo lo speck tagliato a dadini fino a farlo diventare croccante. Toglietelo dal soutè e riponetelo in un piatto.
  5. Nello stesso fondo di cottura unite i porri tagliati a rondelle sottili e fateli stufare fino a che non si saranno ammorbiditi, aggiungete sale, pepe e acqua poco alla volta.
  6. Unite lo speck ai porri e amalgamate il tutto. Dopodiché aggiungete gli spätzle, un filo d’olio evo e spadellate. Serviteli caldi con dei filetti di parmigiano.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Gnocchi di patate al ragù

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Aggiungi quì eventuali note

Ingredienti

  • 1kg. di patate per gnocchi a pasta gialla “vecchie”;
  • 250 gr. di farina bianca tipo”00″;
  • 1 uovo intero;
  • Noce moscata q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Lavate e lessate le patate intere con la buccia, oppure cuocetele al vapore, metodo che preferisco. Una volta cotte, schiacciatele con il passaverdure riducendole in purea. Fatele intiepidire, unite farina, uovo, sale, pepe e noce moscata. Lavorate il tutto con le mani, fino ad ottenere un impasto liscio, tenendo sempre a disposizione della farina per lavorare in seguito il composto.
  2. Tagliate l’impasto a pezzi e stendeteli con le mani su un piano di marmo infarinato, arrotolandoli su se stessi e allungandoli, dando una forma di filoncini del diametro di circa 1 cm di spessore. Con un coltello, tagliate dei tronchetti della lunghezza di circa 1 cm, dividendoli tra loro per evitare che si attacchino.
  3. Prendete una casseruola e riempitela d’acqua, portatela ad ebollizione e unite il sale grosso. Immergete gli gnocchi e toglieteli dall’acqua quando inizieranno ad affiorare in superficie. Consigliati con il ragù di carne, per la ricetta cliccate qui.

Seguimi su facebook

Seguimi su Cookpad

 

Risotto con porri e patate al profumo di basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Vi raccomando questo risotto molto delicato dal sapore strepitoso, aromatizzato al profumo di basilico tritato.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 200 gr. di riso vialone nano o carnaroli qualità semi fino;
  • 1 porro di media grandezza tagliato a julienne e stufato con dell’olio evo;
  • 1 patata media lessata, possibilmente cotta al vaore, privata dalla buccia e tagliata a cubetti;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco;
  • Brodo vegetale q.b.;
  • 2 cucchiai di olio evo crudo;
  • 1 manciata di parmigiano grattugiato;
  • 1 cucchiaio di basilico tritato fresco.

Istruzioni

  1. In una casseruola scaldate un cucchiaio di olio evo, unite il porro precedentemente stufato e le patate, insaporite per qualche minuto, unite il riso e tostatelo per alcuni minuti;
  2. Bagnate con vino bianco e lasciate evaporare, salate, pepate e portate a cottura, unendo il brodo poco alla volta e mescolando continuamente fino a che il riso sarà cotto al dente;
  3. Regolate di sale e mantecate fuori fiamma con l’olio evo rimasto, aggiungete parmigiano e basilico. Impiattate e servite subito.

Seguirmi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Ciambelline di riso Venere con crema di peperoni

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Una ricetta con un piacevole sapore che sposa due ingredienti in modo perfetto. Riso Venere cotto nello stesso modo della ricetta per il riso Pilaf abbinato ad una crema di peperoni, senza aggiunta di panna o altri grassi.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 200 gr. di riso Venere;
  • Acqua o brodo vegetale, in quantità doppia rispetto  al riso;
  • Sale grosso q.b.;
  • 1 peperone giallo e uno rosso tagliati a julienne;
  • 1/4 di cipolla medio piccola tritata;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Acqua o brodo vegetale q.b.

Istruzioni

Cuocere il riso con il procedimento del riso Pilaf considerando circa 5 minuti in più di cottura.

  1. Nel frattempo scaldare l’olio evo in una casseruola, unire la cipolla tritata e farla soffriggere per alcuni minuti. Unire i peperoni tagliati, sale, pepe macinato al momento e portare a cottura unendo del brodo vegetale o acqua poco alla volta;
  2. Passare i peperoni con un mixer, la crema dovrà risultare densa ma non troppo;
  3. Prendere uno stampino con il foro in centro, ungerlo con olio evo e poi riempirlo di riso, comprimere bene con l’aiuto di un cucchiaio e capovolgere su un piatto;
  4. Riempire il foro centrale con la crema di peperoni e, a piacere, guarnire come da foto, con qualche ciuffo di cavolfiore giallo.

Seguirmi su Facebook

Seguimi su Cookpad