Gnocchetti alla parigina di polenta e spinaci

  • Porzioni: 2
  • Problema: medio alta
  • Stampa

Gli gnocchi alla parigina prevedono come ingrediente pricipale le patate. Ho voluto modificare questa ricetta con lo scopo di dare fondo a della polenta avanzata, sostituendo gli spinaci freschi alle patate (ingrediente della ricetta originale). La pietanza è veramente sfiziosa, ricca di sapore, condita con burro fuso, al posto della salsa Mornay prevista nella ricetta originale, salvia, gruviera grattugiato, arricchita da una deliziosa gratinatura in forno.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 125g acqua;
  • 50g burro;
  • 70g farina bianca tipo 00;
  • 1/2 cucchiaino da caffè di sale grosso;
  • 2 uova intere;
  • 150g spinaci lessati passati al mixer;
  • 200g polenta fredda passata al mixer;
  • 2 noci di burro;
  • 2 foglie di salvia fresca;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 2 cucchiai di groviera grattugiato.

  1. In una casseruola fate fondere il burro con acqua e sale, quando solleverà il bollore, unite la farina setacciata, mescolate con una spatola di legno e cuocete per qualche minuto fino a che il composto inizierà a staccarsi dai lati,  diventando una palla uniforme;
  2. Togliete la casseruola dalla fiamma, unite l’uovo e mescolate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avrete così creato la pata a choux (pasta per bignole);
  3. In seguito incorporate la polenta e gli spinaci passati al mixer;
  4. Fate bollire dell’acqua in una casseruola capiente, unite il sale grosso, riempite con il composto un sache a poche con bocchetta liscia, spingete il composto direttamente nell’acqua tagliando con un coltello a filo della bocchetta dei cilindri lunghi circa 2 cm. Attendete che affiorino e toglieteli dall’acqua con l’aiuto di una schiumarola, trasferendoli in un soutè con burro fuso e salvia;
  5. Spadellate velocemente a fiamma media, trasferite il tutto in una pirofila precedentemente unta d’olio evo, cospargete la superficie con gruviera grattugiato e un cucchiaio d’olio evo sparso in modo casuale;
  6. Passate in forno a 200°C fino a che la superficie non sarà dorata.
  7. Variazione: ho voluto aggiungere del burro fuso con salvia al posto del ragù di carne in superficie, spolverando con gruviera grattugiato e una noce di burro fuso prima di passare in forno per la gratinatura finale.[/recipe-directions]
  8. PicsArt_01-06-10.31.15

Seguirmi su Facebook

Lasagne al forno con finocchio e funghi Champignon

  • Porzioni: 6/8
  • Stampa

Buongiorno gentili lettori, ho voluto realizzare delle lasagne al forno per un pranzo domenicale. Questa volta però, al posto del classico ragù di carne, ho preferito usare delle verdure, come finocchio e funghi, abbinate a besciamella aromatizzata al finocchio. Quest'ultima realizzata con il liquido di cottura dei finocchi e aggiungendo olio evo al posto del burro. Il risultato è stato strepitoso. Seguite i passaggi della mia ricetta.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 350g finocchio tagliato a julienne;
  • 350g Funghi trifolati ;
  • 16 lasagne già pronte dimensioni di ogni sfoglia 20cmx10cm;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1l. Acqua di cottura dei finocchi;
  • 80 ml olio evo;
  • 120g farina bianca;
  • Parmigiano grattugiato q.b.
  • Noce moscata grattugiata q.b.

Istruzioni

  1. Mettete il finocchio tagliato a lessare in acqua salata, quando sarà ammorbidito, scolatelo trattenendo un litro d’acqua per la besciamella;
  2. Nel frattempo fate bollire dell’acqua con sale grosso in una casseruola capiente, unite le sfoglie secche di pasta 5 alla volta, lessatele per 2 minuti e trasferitele in una bacinella con acqua fredda, lasciatele raffreddare;
  3. Preparate la besciamella seguendo questa ricetta utilizzando il liquido di cottura del finocchio e aggiungendo a piacere burro oppure olio evo. Dopodiché toglietela dalla fiamma;
  4. In un tegame scaldate l’olio evo all’aglio, unite il finocchio precedentemente lessato, sale, pepe macinato al momento e insaporite per alcuni minuti. Fuori fiamma aggiungete i funghi trifolati e amalgamate i due ortaggi tra loro;
  5. Cospargete sul fondo della besciamella, coprite con i fogli di pasta, aggiungete le verdure, coprite con besciamella e spolverate con parmigiano;
  6. Proseguite a strati fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con besciamella, verdure, parmigiano grattugiato e cospargete la superficie con un filo d’olio evo in modo casuale;
  7. Infornate a 200°C e fate gratinare. Servite caldo.

Seguimi su Facebook

Gnocchetti di funghi e grano saraceno

  • Porzioni: 36/40 pezzi
  • Problema: bassa
  • Stampa

Che ne pensate di provare degli gnocchi alternativi? La fantasia mi ha portato ad utilizzare deliziosi funghi champignon trifolati, abbinati a ricotta vaccina e un pizzico di farina di grano saraceno per realizzare degli appetitosi gnocchetti spadellati con burro all'aglio. Il risultato è stato sorprendente! Prepararli con me!

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 250g funghi trifolati seguendo questa ricetta;
  • 200g ricotta vaccina;
  • 100g farina di grano saraceno;
  • Sale, pepe q.b. macinato al momento;
  • 2 noci di burro;
  • Uno spicchio d’aglio;
  • Farina bianca q.b. per la lavorazione.

Istruzioni

  1. Passate al mixer i funghi trifolati e trasferite la purea in una ciotola, unite la ricotta, sale, pepe e mescolate bene;
  2. Incorporate la farina di grano saraceno ed amalgamate bene il tutto;
  3. Intingete frequentemente le mani nella farina bianca e formate delle palline di diametro 2cm circa schiacciandole leggermente su due estremità. Posate le palline realizzate su un piatto leggermente infarinato;
  4. In un soutè soffriggere leggermente il burro per qualche minuto con uno spicchio d’aglio schiacciato e privato della buccia, togliete l’aglio e spegnete la fiamma;
  5. Tuffatae gli gnocchi in abbondate acqua salata, quando affioreranno trasferiteli nel soutè con il burro aromatizzato all’aglio usando una schiumarola. Spadellate per alcuni secondi a fiamma moderata e servite.

Seguimi su Facebook

Risotto con zafferano e basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Vi parlo di questo risotto molto gustoso, realizzato con il riso Zacchè, che profuma gradevolmente di basilico fresco. Due ingredienti che si abbinano tra loro: lo zafferano e l'intensità del basilico che dona a questa ricetta un sapore molto gradevole. Io ho scelto di servirlo in coppette realizzate con dell' ottimo parmigiano.

Per realizzare i cestini di parmigiano seguite questa ricetta.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g riso vialone nano (io ho scelto il riso Zacchè);
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • Brodo vegetale o brodo di carne q.b.;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • 1 bustina di zafferano;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 8 foglie di basilico tritato;
  • 4 cucchiai di olio evo;
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato.

Istruzioni

  1. In una casseruola scaldate 2 cucchiai di olio evo, unite la cipolla e fatela rosolare fino a che diventerà di colore biondo, unite il riso, tostatelo due minuti e sfumate con vino bianco facendolo evaporare;
  2. Unite lo zafferano, il brodo poco alla volta fino a che il riso sarà cotto al dente, mescolando frequestemente;
  3. Unite il basilico tritato fuori fiamma, amalgamate bene, completate mantecando con il rimanente olio evo e parmigiano grattugiato e servite a piacere nelle coppette di parmigiano.

Seguimi su Facebook

Gnocchetti di cime di rapa spadellati con burro e salvia

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Gnocchetti diversi dal solito? Ecco la soluzione! Questi deliziosi gnocchetti sono realizzati con cime di rapa e ricotta vaccina, due ingredienti semplici e tanta bontà.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g cime di rapa;
  • 150g ricotta vaccina;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaino di noce moscata;
  • 2 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 5 cucchiai di farina bianca tipo 00;
  • Brodo vegetale o acqua q.b.

Istruzioni

  1. Lavate, scolate e tagliate grossolanamente le cime di rapa;
  2. In una casseruola scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite le cime di rapa, salate, pepate e fatele ammorbidire unendo il brodo vegetale poco alla volta;
  3. Passate al mixer l’ortaggio, trasferitelo in una ciotola e fatelo raffreddare;
  4. Unite la ricotta, amalgamate bene, unite sale, pepe e mescolate il tutto aggiungendo infine la noce moscata;
  5. Riempite un sache-a-poche, con bocchetta liscia, con il composto preparato. Portate ad ebollizione dell’acqua in una casseruola, unite il sale grosso, fate uscire il composto dal sache-a-poche e tagliate gli gnocchetti direttamente nell’acqua bollente con l’aiuto di un coltello a lama fine bagnandolo frequentemente nell’acqua;
  6. Quando gli gnocchi affioreranno, toglieteli con l’aiuto di una schiumarola ed immergeteli in acqua fredda se non dovete consumarli subito, altrimenti trasferiteli nel condimento di burro e salvia preparato precedentemente;
  7. Scolateli, trasferiteli in un contenitore, unite un filo d’olio evo, mescolateli delicatamente e conservateli in frigo fino al momento del loro uso.

Seguimi su Facebook

 

 

 

 

Linguine alla carbonara di verdure al profumo di maggiorana

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Vi propongo una carbonara diversa dal solito. Questa mia versione prevede, in aggiunta alla classica ricetta, una dadolata di verdurine deliziose.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g Linguine;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1 carota media tagliata a dadini;
  • 1 zucchina medio piccola tagliata a dadini;
  • 50g funghi champignones trifolati;
  • 100g guanciale di maiale tagliato a dadini;
  • 1 uovo;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 pizzico di maggiorana;
  • 1 cucchiaio di latte;
  • 2 cucchiaini da caffè di parmigiano grattugiato;
  • 1 mestolino d’acqua.

Istruzioni

  1. In un soutè, fate rosolare il guanciale senza nessun condimento fino a che risulterà croccante, gettate il fondo di cottura e ritiratelo in un piatto;
  2. Nello stesso soutè, scaldate un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, unite la carota tagliata, salate, pepate e fatela saltare per qualche minuto;
  3. Unite la zucchina tagliata, rosolatela per qualche minuto facendola insaporire e fate ammorbidire le verdure unendo un mestolino d’acqua;
  4. Unite i funghi trifolati ed il guanciale di maiale, amalgamate gli ingredienti tra loro, unite la maggiorana e spegnete la fiamma;
  5. In una ciotola sbattete l’uovo con il latte, sale e pepe;
  6. Lessate gli spaghetti al dente, scolateli, uniteli alle verdure, accendete la fiamma, scaldate bene il tutto amalgamando bene;
  7. Spegnete la fiamma, unite il composto d’uovo e mescolate velocemente formando una crema evitando di cuocere l’uovo;
  8. Servite unendo del pepe macinato al momento in superficie.

Seguimi su Facebook

Risottino con cime di rapa mantecato all’aceto balsamico

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Se pensiamo alle cime di rapa di solito ci accostiamo una pasta, io ho pensato di accostare il riso realizzando questo ottimo risotto. Semplice, veloce da preparare e delizioso da assaporare con un tocco di aceto balsamico.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g riso vialone nano o Carnaroli;
  • 100g cime di rapa fresche, lavate e tagliate a julienne;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 bicchierino di vino bianco;
  • 2 manciate di parmigiano grattugiato;
  • Brodo vegetale q.b. o acqua;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico di Modena di ottima qualità.

Istruzioni

  1. Scaldate l’olio all’aglio in una casseruola, unite le cime di rapa, salate, pepate e fate rosolare per qualche minuto fino a che non saranno ammorbidite;
  2. Ritirate metà dei vegetali cotti in un piatto. Unite il riso alle cime di rapa rimanenti nella casseruola, tostate per qualche minuto rimestando con un cucchiaio di legno, bagnate con il vino e fate evaporare;
  3. Portate a cottura bagnando con il brodo vegetale regolando di sale e pepe;
  4. Quando il riso sarà cotto al dente spegnere la fiamma, unite l’olio evo, mescolate bene, aggiungete l’aceto balsamico e il parmigiano, amalgamate e servite decorando a piacere con delle cime di rapa crude tagliate a julienne.

Seguimi su Facebook