Risotto semi integrale con fiori di zucchina e julienne di fave

Un risotto diverso dal solito, parliamo del riso semi integrale, quindi meno raffinato e più ricco di fibre, abbinato con i deliziosi fiori di zucchina e fave tagliate a julienne sulla superficie. Una ricetta alla portata di tutti che non richiede procedimenti impegnativi.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr. Riso semi integrale;
  • 5 fiori di zucchina tagliati a julienne;
  • Una manciata di fave sgranate;
  • Acqua di cottura delle fave q.b;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Una manciata di parmigiano grattugiato;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco.

Procedimento:

Sbollentare le fave in acqua bollente leggermente salata per circa 5 minuti, toglietele dall’acqua trattenendo il liquido di cottura per bagnare il riso. Una volta intiepidite, tagliatele a julienne e riponetele in un contenitore. Scaldate l’olio all’aglio in una casseruola, unite i fiori di zucchina tagliati, salate, pepate e fate rosolare per qualche minuto. Unite il riso, tostatelo per qualche minuto e bagnate con vino bianco, fate evaporare e portate a cottura al dente con il liquido di cottura delle fave. Spegnete la fiamma, unite un cucchiaio di olio evo crudo e una manciata di grana, impiattate e cospargete la superficie con le fave in modo casuale. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

20180512_130126

Rigatoni con zucchine e cipolla alla crema di ricotta

Pasta con zucchine e ricotta, parliamo di una ricetta decisamente molto gustosa e allo stesso tempo leggera. Zucchine abbinate alla cipolla, unite da una morbida ricotta.

Ingredienti per 3 persone:

  • 250 gr. rigatoni;
  • 1 cipolla medio piccola tagliata a julienne;
  • 150 gr. zucchine tagliate a rondelle fini;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • 70 gr. ricotta;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva crudo;
  • Brodo vegetale q.b.
  • 1/2 cucchiaio scarso di prezzemolo tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Procedimento:

In un soutè scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite la cipolla e fatela rosolare lentamente per qualche minuto. Unite le zucchine, salate, pepate e fate ammorbidire le zucchine unendo del brodo vegetale poco alla volta. Quando le zucchine saranno ammorbidite, unite la ricotta e amalgamate il tutto. Cuocete la pasta al dente, scolatela e unitela nel soutè con le verdure aggiungendo un mestolino d’acqua di cottura della pasta, un cucchiaio di olio evo crudo, prezzemolo tritato e saltate la pasta con il sugo a fiamma media. Servite caldo.

Seguimi su Facebook

Risotto facile dolce salato con asparagi verdi, brunoise di fagiolini e melone

Melone come abbinarlo.

Un risotto che sposa il sapore dolce del melone con il gusto deciso degli asparagi e dei fagiolini verdi. Nessun sapore sovrappone l’altro, è tutto in armonia. Si tratta di una ricetta insolita ma posso garantirvi un sapore speciale che sa di primavera!

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr. riso Carnaroli o vialone nano;
  • 10 asparagi verdi;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 4 cucchiai di grana o parmigiano grattugiato;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • Acqua di cottura degli asparagi q.b.;
  • 1/3 di bicchiere di vino bianco.
  • 2 cucchiai di melone tagliato a brunoise;
  • 2 cucchiai di tagliolini verdi lessati e tagliati a brunoise.

Procedimento:

Procedete seguendo la ricetta del risotto con asparagi verdi, versate il risotto in pirofila, unite sulla superficie la brunoise di melone e sopra i fagiolini tagliati allo stesso modo, amalgamare tra loro tutti gli ingredienti con il riso prima d’impiattare.

Seguimi su Facebook

20180516_210048

Video Cotto e Mangiato della mia ricetta risotto al nero di seppia

Ciao a tutti,
Con enorme piacere condivido con tutti voi il video della trasmissione Cotto e Mangiato della mia ricetta risotto al nero di seppia andata in onda il giorno 23/05/18 su Italia 1 alle 12.50.
Preciso che nella mia ricetta, che potete visualizzare qui ,non è presente ne il parmigiano e nemmeno il brodo vegetale
Buona giornata!
Max

Video della ricetta

Seguimi su Facebook

Riso con cavolfiore

Una ricetta che ho provato e mi ha dato molta soddisfazione! Un riso delicato cotto con il liquido di cottura del cavolfiore per regalare ai chicchi tutto il sapore del cavolfiore.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr. di riso vialone nano o carnaroli semifino;
  • 200 gr. cavolfiore pulito e tagliato a ciuffetti;
  • Acqua di cottura del cavolfiore: il doppio della quantità del riso misurata in un contenitore;
  • Sale grosso q.b.;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • Un cucchiaio scarso di prezzemolo tritato;
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva crudo;
  • 3 cucchiai di grana grattugiato.

Procedimento:

Lessate il cavolfiore nell’acqua salata, quando sarà cotto al dente toglietelo dall’acqua con una schiumarola e riponetelo in un contenitore. In un tegame scaldate l’olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio e saltate il cavolfiore per alcuni secondi, spegnete la fiamma e unite metà cucchiaio di prezzemolo tritato. Tenete in caldo coprendo il tegame con un coperchio. Cuocete il riso procedendo come il Riso alla pilota. Quando il riso sarà cotto unite il cavolfiore, 1 cucchiaio di olio d’oliva extravergine crudo, il grana grattugiato e il rimanente prezzemolo. Mescolate il tutto e servite ben caldo.

Seguimi su Facebook

Risottino delicato con asparagi verdi aromatizzato con semi di lino e di girasole tostati

Eh sì, una ricetta decisamente insolita! L’ho realizzata grazie ad uno specifico procedimento che ha permesso di ottenere il sapore degli asparagi verdi con l’aroma dei preziosi semi di lino e di girasole. Vediamo assieme la ricetta.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr. di riso vialone nano semifino o carnaroli;
  • 10 asparagi verdi;
  • Liquido di cottura degli asparagi;
  • 1 cucchiaio scarso di semi di lino;
  • 1 cucchiaio scarso di semi di girasole;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 3 cucchiai di grana o parmigiano grattugiato;
  • Sale, pepe macinato al momento.

Procedimento:

Tostate, in un tegame a fiamma vivace, i semi di lino e di girasole per qualche minuto fino a che non inizieranno a scoppiettare, poi toglieteli dalla fiamma. Tagliate il fondo dello stelo degli asparagi di circa 1 cm, precedentemente privati della corteggia legnosa con l’aiuto di un pelapatae. Metteteli in posizione verticale nell’apposita pentola per la loro cottura e riempitela d’acqua, lasciando esposte le punte per circa 2cm. Lessateli coprendo con l’apposito coperchio fino a che non riuscirete a infilarli con una forchetta, le punte cuoceranno col calore del vapore. Toglieteli dall’acqua, lasciateli raffreddare e separate le punte dal fusto tenendo  una lunghezza di circa 2 cm, riponeteli in un piatto. Tagliate il fusto a rondelle di circa 3 mm e metteteli da parte. In una casseruola, fate rosolare lo scalogno tritato con 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, unite i fusti tagliuzzati e fate insaporire per qualche minuto, salate e pepate, unite i semi precedentemente tostati, lasciandone da parte un pizzico per porzione da utilizzare per guarnire. Unite il riso, tostate per qualche minuto e bagnate con il vino, fate evaporare e bagnate con il liquido di cottura bollente degli asparagi. Portate a cottura al dente, regolate di sale e pepe. Mantecate unendo l’olio d’oliva e il grana, impiattate, unite le punte degli asparagi in superficie e cospargete in modo casuale i rimanenti semi di lino e di girasole tostati per guarnire. Servire caldo.

Seguimi su Facebook

Creste di gallo con delicato ragù di carne di pollo, vitello, maiale e verdurine profumato al basilico

Una pasta decisamente insolita, a me è piaciuta molto, soprattutto con questo ragù di pollo, vitello e maiale, il tutto insaporito con fondo di cottura di sedano, carote, scalogno e pomodorini, aromatizzato con salvia e rosmarino.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di creste di gallo (pasta di semola di grano duro);
  • 1 cucchiaio di scalogno, 1 cucchiaio di carota e 1 cucchiaio di sedano tagliati a brunoise;
  • 12 pomodorini Cirio o datterino lavati e tagliati a pezzetti;
  • 150 gr. carne di vitello biologica macinata;
  • 150 gr. carne di pollo biologica macinata;
  • 150 gr. Carne di maiale biologica macinata;
  • Brodo di carne o acqua q.b.;
  • 1/3 di bicchiere di vino bianco secco;
  • sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 rametto di rosmarino, 2 foglie di salvia e 1 foglia di alloro;
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • 3 cucchiaio di olio d’oliva;
  • Una spolverata di basilico tritato.

Procedimento:

In un soutè scaldate l’olio extravergine d’oliva, unite sedano, carote, salvia e rosmarino tritati e scalogno, fate rosolare fino a che le verdure avranno preso colore. Unite il macinato di carni e cuocete a fiamma dolce fino a che l’acqua rilasciata dalla carne non sarà evaporata, unite il vino bianco e fate evaporare. Unite l’alloro, i pomodorini a pezzetti, fate insaporire per alcuni minuti mescolando, salate, pepate e portate a cottura, unendo di tanto in tanto brodo di carne o acqua. Regolate di sale e pepe e lasciate riposare fino a che non sarà raffreddato. Lessate la pasta al dente, scolatela e saltate in soutè con il sugo, unendo 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva crudo e una spolverata di basilico tritato. Servite caldo.

Seguimi su facebook