Composizione di mazzancolle rosolate in soutè con ragù di marroni.

Un caloroso saluto a tutti,

Come promesso a qualcuno di voi, vi presento una ricetta con il delizioso crostaceo decapode,  ossia con 10 zampe, appartenente alla famiglia Penaeidae. Andremo ad abbinare il suo sapore dolciastro a quello delicato e particolare delle castagne, frutto di questa stagione. Sò bene che l’accostamento vi potrebbe creare dei dubbi circa il risultato, ma il segreto stà quasi sempre negli ingredienti utilizzati per la preparazione. Se saranno semplici che non coprono, bensì esaltano i due protagonisti della ricetta, andremo a sposare due sapori che diventeranno assieme unici al palato.

Ingredienti per 2 persone:

  • 10 code di mazzancolle fresche;
  • 14 marroni;
  • 1 foglia di alloro;
  • Brodo vegetale q.b.;
  • 1/4 di bicchiere vino bianco secco;
  • 1 cucchiaio scarso di cipolla di Tropea tritata;
  • 2 cucchiai di Olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Un cucchiaino da caffè di prezzemolo tritato.

Procedimento:

Incidete i marroni sul dorso con uno spelucchino e bolliteli in acqua per circa 30 minuti con un cucchiaio di olio extravergine per facilitarne la sbucciatura quando saranno cotti. Pelate i marroni e tritateli a mano non troppo fini e riponeteli in un contenitore. Non utilizzate mixer, la velocità di questi elettrodomestici è  troppo elevata e, le lame d’acciaio a velocità sostenuta, potrebbero sviluppare calore alterando il gusto del frutto, rendendolo in poltiglia che non andrebbe bene per questa preparazione.

Togliete zampe e la corazza delicatamente dalle code di mazzancolle. In un soutè scaldate 2 cucchiai d’olio extravergine all’aglio , rosolate le mazzancolle da ambedue i lati avendo cura di salarle e peparle sui 2 lati. Bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare. Toglite le code dal soutè e appogiatele su un piatto avendo cura di coprirle con un coperchio per mantenerle calde.

Unite la cipolla tritata al fondo di cottura delle mazzancolle utilizzando lo stesso soutè, fatela rosolare, aggiungete i marroni tritati e fate assorbire completamente il fondo di cottura. Salate, pepate, unite la fogliolina di alloro e cuocete per qualche minuto, rimestando con un cucchiaio. Versate nel composto 1 bicchiere di brodo vegetale e cuocete per alcuni minuti fino a che la salsa non risulterà cremosa. Togliete la foglia di alloro e regolate di sale e pepe. Disponete il ragù di marroni al centro di un piatto di servizio come nella foto, appoggiatevi sopra le code di mazzancolle calde e spolverate con il prezzemolo tritato prima di servirle.

20171111_204551

 

25 Replies to “Composizione di mazzancolle rosolate in soutè con ragù di marroni.”

    1. Ciao Giovanna,
      Grazie per il tuo commento. Le mazzancolle le puoi fare anche con salsa di limone in riduzione oppure flambate al cognac, sempre con successiva riduzione del fondo di cottura. In questo caso ilcrostacei devono essere leggermente infarinati prima di soffrigerli nell”olio aromatizzato all’aglio. Spero di averti aiutato.
      Buona giornata
      Max

      Liked by 1 persona

    1. Ciao Viki! Che piacere leggerti nel mio blog! È davvero un onore!
      Il rosmarino lo puoi mettere, anche se io non l’ho aggiunto, in tal caso ti sconsiglio di utilizzate un goccio d’olio aromatizzato al rosmarino che profuma il piatto senza dare un sapore troppo intenso che rischia di alterare il gusto della castagna. La parte forte di questo piatto diventa il procedimento, fatto in modo che i marroni assorbono il gusto del pesce senza coprirne il sapore.
      Ciao Viki
      Grazie e una buonissima giornata!
      Max

      Liked by 1 persona

  1. A me piace anche la presentazione, l’abbinamento con i marroni sembra azzardato ma secondo me funziona a meraviglia. Complimenti per l’entusiasmo e la creatività. Continua così.

    Un saluto

    Mi piace

    1. Ciao e grazie per il gradito complimento. Mi piace azzardare in cucina, è sapevo che l’accostamento con i marroni non era semplice, per un concetto di abbinamento. Ho voluto provare, è come sempre il segreto sta nel procedimento e negli ingredienti per realizzare la ricetta.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...