Spaghetti con canocchie

  • Porzioni: 2
  • Problema: medio alta
  • Stampa

Le canocchie o cicale di mare sono dei crostacei dal sapore molto delicato. La preparazione e la cottura di questo carapace è fondamentale per assaporare al meglio tutte le loro delicate carni contenute nella corazza. Per la cottura di un antipasto tiepido, si predilige la lessatura, condendo con olio, limone e prezzemolo. Per assaporare più soddisfacentemente questo prodotto ittico, è molto importante che sia fresco e non congelato. È adatto alla preparazione di sughi per paste e risotti, grazie alla delicatezza della carne. Personalmente non lo reputo ideale per la cottura in forno, alla brace e frittura. Oggi ho realizzato un sughetto leggero con poco pomodoro fresco per condire gli spaghetti, cotti al dente.

Aggiungi qui eventuali note.

ingredienti

  • 200g spaghetti;
  • 14 cicale di mare tagliate in verticale sulla corazza,  eliminandola dalla parte del dorso e lasciandola intatta sulla parte della pancia;
  • 12 pomodorini pachino tagliati a cubetti fini;
  • 3 cucchiai di olio all’aglio;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

PicsArt_05-10-12.25.42

Istruzioni

  1. In una casseruola, scaldate l’olio all’aglio, unite stese le cicale dalla parte della schiena e fatele rosolare velocemente, giratele sulla parte della pancia, salate, pepate e dopo alcuni secondi trasferitele in un piatto;
  2. Unite i pomodorini al fondo di cottura, salate leggermente, pepate e lasciate cuocere fino a che i pomodorini si saranno ammorbitidi e il liquido leggermente ridotto;
  3. Aggiungete le cicale, il prezzemolo e insaporite per qualche minuto;
  4. Lessate gli spaghetti al dente, uniteli al sugo, spadellateli a fiamma medio bassa aggiungendo 1 cucchiaio di olio evo e serviteli.

Seguimi su Facebook

 

Risotto con crema di cime di broccolo e cozze

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Vi presento un primo piatto molto saporito, realizzato con cozze e deliziose cime di broccolo. Se cozze e cime di broccolo sono preparate in anticipo, il tempo della ricetta si riduce a 20 minuti. Venite a prepararla con me!

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g riso carnaroli;
  • 30 cozze;
  • 200g cime di broccolo cotte al vapore;
  • Liquido di cottura diluito con acqua (rapporto 3/4 liquido di cottura cozze, 1/4 acqua;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 bicchierini di vino bianco secco;
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 4 cucchiai di olio all’aglio;
  • 2 cucchiai di olio evo.

Istruzioni

  1. In una casseruola mettete le cozze precedentemente pulite e lavate, unite 2 cucchiai di olio all’ aglio, un bicchierino di vino bianco e il prezzemolo, mescolate e coprite con un coperchio fino a che i molluschi si saranno aperti;
  2. Togliete dalla fiamma, fatele raffreddare, sgusciatele, mettete da parte i molluschi e filtrate il liquido di cottura al quale andrà aggiunto dell’acqua nella proporzione spiegata nell’ introduzione;
  3. Unite le cozze alle cime di broccolo con due cucchiai di acqua e passate il tutto con il mixer;
  4. Mettete a scaldare il liquido di cottura dei molluschi con l’acqua;
  5. In una casseruola unite il rimanente olio all’ aglio, aggiungete la crema di cozze e cime di broccolo, fate insaporire, unite poco sale, pepe e fate insaporire per qualche minuto;
  6. Unite il riso, fatelo tostare per qualche minuto, sfumate con il vino bianco, fate evaporare e portate a cottura bagnando con il liquido bollente preparato poco alla volta;
  7. Quando il riso sarà cotto al dente, aggiungete l’olio evo fuori fiamma, regolate di sale e pepe e servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Tagliatelle al farro con porro e folpetti

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Questa ricetta è molto semplice da preparare e prevede l'utilizzo delle tagliatelle senza uova realizzate con la farina di farro condite con un delizioso sughetto composto da folpetti in umido e porro. Il tempo di preparazione indicato è da considerarsi con i folpetti in umido precedentemente preparati che potete trovare nel blog.

Ricetta folpetti in umido

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g tagliatelle al farro;
  • 100g porro tagliato a julienne;
  • 150g folpetti in umido;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 bicchierino da liquore di acqua;
  • 1/2 cucchiaio di basilico tritato;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo.

Istruzioni

  1. In un soutè scaldate l’olio all’aglio, unite il porro tagliato, sale, pepe, fate insaporire per alcuni minuti, bagnate con un bicchierino d’acqua e lasciate stufare a fiamma medio bassa fino a che l’ortaggio sarà ammorbidito;
  2. Unite i folpetti, amalgamate bene e infine aggiungete basilico tritato;
  3. Lessate le tagliatelle, scolatele, unitele al sugo, aggiungete l’olio evo, spadellate velocemente a fiamma media per circa 30 secondi e servite subito.

Seguimi su Facebook

Gnocchetti di cozze con crema di foglie di broccoli

  • Porzioni: 2
  • Problema: medio alta
  • Stampa

Si è capito da tempo che mi piace molto creare gnocchi diversi dal solito e oggi ho pensato di realizzarli con le cozze abbinandoli con una leggerissima e saporita crema creata con le foglie dei broccoli. Sono sincero nel dirvi che ne sono rimasto davvero entusiasta: una pietanza delicata e davvero molto saporita nella sua particolarità. Vi piace l'idea? Si! Allora prepararli assieme a me.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 1kg di cozze fresche cotte e sgusciate seguendo questa ricetta;
  • 20 cucchiai di liquido di cottura delle cozze;
  • 150g ricotta vaccina;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 6 cucchiai di pangrattato fine;
  • 150g foglie di broccolo lavate e tagliate a julienne;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva aromatizzato all’aglio.

Istruzioni

  1. Passate le cozze sgusciate al mixer e traferitele in una terrina, unite la ricotta, amalgamate bene, aggiungete 6 cucchiai di liquido di cottura delle cozze, il pangrattato e mescolate bene fino a che il composto fino a che risulterà sodo e omogeneo;
  2. Intingete le mani nella farina bianca frequentemente e formate dei tocchetti fino ad esaurimento del composto riponendo gli gnocchi su un piatto leggermente infarinato e traferitelo in frigorifero;
  3. In un tegame scaldate l’olio all’aglio, unite le foglie di broccolo tagliate, fatele insaporire per qualche minuto, unite sale, pepe e portate a cottura bagnando di tanto intanto con 6 cucchiai di liquido di cottura delle cozze diluito in 4 cucchiai di acqua fredda;
  4. Quando le foglie saranno cotte e asciutte fatele intiepidire, passatele al mixer, traferite la purea in un tegame con 2 cucchiai di olio evo, aggiungete 2 cucchiai di liquido di cottura delle cozze e due di acqua facendo diluire fino ad ottenere una salsa cremosa;
  5. Immergete gli gnocchi in acqua bollente leggermente salata, quando affioreranno toglieteli dall’acqua con l’aiuto di una schiumarola. Disponete 4 cucchiai di crema di broccolo sulla base di ogni piatto e disponete sopra gli gnocchi e srvite. A piacere potere spadellarli con la crema di foglie di broccolo.

Seguimi su Facebook

Bavette con capelunghe, pesto di noci e pinoli al profumo di basilico

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Le capelunghe o cannolicchi sono dei frutti di mare molto apprezzati in cucina ma che hanno però la caratteristica di essere difficilmente reperibili sul mercato. Questo mollusco vive immerso nella sabbia nella acque dell’Adriatico e acquisisce una posizione verticale infossandosi nel fondale. Grazie a questo stratagemma il cannolicchio risulta praticamente invisibile, se non fosse per il tipico disegno ad otto che formano sul terreno i due sifoni che aspirano e espellono l’acqua per privarla delle sostanze nutritive in essa contenute.

cannolicchi-731x411

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g bavette;
  • 30 capelunghe fresche;
  • 20g noci sgusciate;
  • 10g pinoli;
  • 2 foglie di basilico fresco;
  • 1 pizzico di prezzemolo tritato;
  • 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 1 bicchierino di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. Immergete le capelunghe in acqua fredda e un po’ di sale grosso e lasciateli spurgare per un ora in modo che rilascino la sabbia eventualmente trattenuta;
  2. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio all’aglio, unite i molluschi, un pizzico di prezzemolo tritato,  bagnate con il vino, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma intensa per circa 5 minuti in modo che i molluschi si aprano;
  3. Togliete dalla fiamma, lasciateli intiepidire, sgusciateli trattenendo qualche guscio da usare per guarnizione e filtrate il liquido di cottura attraverso un colino a maglia finissima per eliminare eventuali tracce di sabbia, meglio se rivestito con della garza;
  4. Trasferite i frutti di mare con il loro liquido di cottura in un soutè;
  5. Con l’aiuto di un mixer tritate finemente le noci con i pinoli e le foglie di basilico. Trasferite la granella in una ciotola, unite sale e un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, amalgamando bene il tutto, ottenendo un composto cremoso;
  6. Lessate la pasta molto al dente, scolatela e versatela nel soutè con i frutti di mare e il loro liquido, spadellate la pasta a fiamma intensa con un cucchiaio di olio evo, rendendo cremoso il liquido di cottura, unite il pesto di noci e pinoli, amalgamate bene e servite guarnendo con i gusci delle capelunghe e qualche foglia di basilico.

Seguimi su Facebook

Gnocchetti di trota salmonata saltati all’era cipollina

  • Porzioni: 2
  • Problema: media
  • Stampa

Buongiorno gentili lettori! Non finirò mai d'inventarmi gnocchi diversi dal solito realizzati con diversi alimenti. Oggi ho scelto la trota salmonata fresca. Per questa ricetta possiamo usare anche la trota affumicata o altri tipi di pesce d'acqua dolce o salata. Questa preparazione risulterà molto delicata al palato e molto digeribile. Una ricetta semplice, abbordabile a tutti che può essere realizzata in poco tempo e preparata in anticipo, cuocendo gli gnocchi prima dell'arrivo dei vostri ospiti e raffeddandoli subito in acqua fredda per poi farli scaldare nuovamente in acqua calda per servirli in un unica soluzione.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 250g trota salmonata sfilettata privata della pelle;
  • 250g ricotta vaccina;
  • 1 uovo;
  • 1 cucchiaio di cognac;
  • 80g farina;
  • 1 cucchiaio di basilico tritato fresco;
  • 3 cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • Sale e pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaio di erba cipollina.

Istruzioni

  1. Tagliate la trota a quadretti e fatela rosolare con l’olio all’aglio per alcuni minuti, unite il sale e il pepe, quando il liquido sarà evaporato bagnate con il cognac e fate evaporare;
  2. Togliete dalla fiamma e trasferite il pesce in un piatto, schiacciatelo bene con un forchetta e fatelo intiepidire;
  3. In un contenitore lavorate la ricotta con la trota, unite l’ uovo, la farina, infine il basilico e amalgamate bene. Regolate di sale e pepe;
  4. Fate scaldare 2 cucchiai di olio all’aglio in un soutè con l’erba cipollina senza farlo friggere;
  5. Fate bollire l’acqua in una casseruola, unite il sale grosso, prendete un sache-a-poche con bocchetta liscia e inserite il composto di pesce ottenuto;
  6. Fate uscire dal sacchetto il composto e tagliate gli gnocchetti direttamente nell’acqua bollente con l’aiuto di un coltello a lama fine bagnando la stessa lama nell’acqua prima di eseguire i tagli;
  7. Se l’operazione vi diventa complicata usate un cucchiaino da caffè per raccogliere il composto e tuffarlo nell’acqua bollente;
  8. Quanto gli gnocchi affioreranno, toglietevi con l’aiuto di una schiumarola e trasferiteli nella casseruola con l’olio ed erba cipollina. Spadellate a fiamma media e servite subito.

Seguimi su Facebook

 

Tagliatelle di zucchine spadellate con spada e pomodorini

  • Porzioni: 2
  • Problema: media
  • Stampa

Zucchine, pesce spada, pomodorini e basilico tritato, un ottimo connubio per delle tagliatellediverse dal solito. Tagliatelle ricavate dalle zucchine: sapore e leggerezza assicurati.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 2 zucchine medie tagliate a fette larghe circa 1 cm seguendo questo video;
  • 200g pesce spada tagliato a cubetti;
  • 100g pomodorini tagliati a metà;
  • 2 cucchiai di olio all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 4 cucchiai di acqua;
  • 1 bicchierino di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaino di basilico tritato.

Istruzioni

  1. In un soutè scaldate l’olio all’aglio, unite lo spada a cubetti, salate, pepate e fatelo rosolare bene;
  2. Bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare quasi completamente;
  3. Trasferite il pesce in un contenitore e tenetelo in caldo;
  4. Aggiungete i pomodorini al fondo di cottura del pesce, salate, pepate, insaporite, unite 2 cucchiai d’acqua e cuoceteli fino a che non saranno ammorbiti;
  5. Aggiungete al sugo lo spada precedentemente cotto, amalgamate il tutto e unite il basilico tritato;
  6. Lessate le tagliatelle di zucchine in acqua bollente salata, scolatele, unitele al sugo, aggiungete l’olio evo crudo, spadellate con fiamma vivace e servite.

Seguimi su Facebook

 

 

 

Gnocchetti di gamberetti, peperoni e ricotta, spadellati al rosmarino

  • Porzioni: 2
  • Problema: medio bassa
  • Stampa

Iniziamo col dire che questa ricetta è stata un esperimento ben riuscito, che vede come protagonisti 3 ingredienti: gamberetti, peperoni e ricotta. Una preparazione semplice nella sua composizione, che si può preparare per tempo e che dona delicatezza e buon gusto al palato. Il segreto? Le dosi degli ingredienti sono importanti perché il peperone non deve coprire il sapore dei gamberetti.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 130g gamberetti freschi sgusciati o in salamoia;
  • 200g di ricotta vaccina biologica;
  • 150g peperoni rossi (80g prodotto cotto);
  • 80g farina bianca q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 3 cucchiai di olio all’aglio;
  • 2 rametti di rosmarino fresco;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • 1 cucchiaio di brandy.

Istruzioni

  1. Tagliate il peperone a metà in verticale mantenendo la parte del manico sulla base del tagliere, eliminare i semi e l’attaccatura del manico, lavatelo e tagliatelo a julienne. In un tegame scaldate 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio, unite il peperone, salate, pepate e fate cuocere a fiamma media rimestando di tanto in tanto fino a che sarà ammorbidito;
  2. In un altro tegame scaldate il rimanente olio all’aglio, unite i gamberetti, il sale, il pepe e rosolate bene fino a che il liquido di cottura sarà asciugato. Bagnate con il brandy, fate sfumare e spegnete la fiamma;
  3. Tritate a mano i peperoni cotti e riponeteli in una terrina, unite i gamberetti tritati, ricotta, sale, pepe e lavorate col cucchiaio fino a che gli ingredienti saranno amalgamati. Infine incorporate la farina fino ad ottenere un composto omogeneo. Regolate di sale e pepe;
  4. Fate bollire dell’acqua in una casseruola, unite il sale grosso, riempite un sache-a-poche con il composto ottenuto con l’aiuto di un cucchiaio, fatelo uscire dalla bocchetta cilindrica liscia direttamente nell’acqua bollente tagliando il composto a tocchetti con un coltello a lama fine;
  5. Toglieteli dall’acqua utilizzando una schiumarola e trasferirli in un tegame con olio evo precedentemente scaldato con i rametti di rosmarino;
  6. Spadellateli a fiamma media e serviteli caldi.

Seguimi su Facebook

Tagliolini di crêpes con sugo di moscardini profumati al basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Una ricetta alternativa alla pasta fresca, condita con moscardini e pomodorini freschi, profumata con basilico fresco.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 250g tagliolini di crêpes, realizzati con un uovo, seguendo questa ricetta (circa 10 pezzi di diametro 15cm);
  • 10 moscardini;
  • 6 pomodorini datterino tagliati a cubetti;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 bicchierino da liquore di vino bianco secco;
  • 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 2 cucchiaini da caffè di basilico fresco tritato.

Istruzioni

  1. Lessate molto al dente i moscardini in acqua leggermente salata, scolateli e fateli intiepidire;
  2. Arrotolate su se stesse le frittatine di crêpes e tagliatele larghe circa 3mm con un coltello e riponetele in un piatto;
  3. Scaldate in soutè l’olio all’aglio, unite i moscardini, fateli rosolare, bagnate con vino bianco e fate evaporare;
  4. Trasferite i moscardini in un piatto, unite al fondo di cottura i pomodorini tagliati, sale, pepe e fateli ammorbidire. Unite infine i moscardini, il basilico e fate insaporire;
  5. Unite i tagliolini, un cucchiaio di olio evo e spadellate amalgamando bene. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Linguine spadellate con capesante fresche

  • Porzioni: 2
  • Problema: medio bassa
  • Stampa

Questa ricetta è veramente deliziosa e dona alla pasta tutto l'aroma delle capesante. Per renderla perfetta è molto importante seguire il procedimento che, come sempre, diventa fondamentale. Questo mollusco dev'essere poco cotto per restare morbido.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g linguine;
  • 6 capesante medie fresche tagliate in 4 parti o 12 intere piccole;
  • 150g pomodorini datterino tagliati a cubetti;
  • 2 cucchiai olio evo aromatizzato all’ aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato.

Istruzioni

  1. Scaldate l’ olio in un soutè, unite le capesante tagliate, sale, pepe e fatele rosolare per circa 4 minuti mescondo con un cucchiaio;
  2. Trasferite i molluschi e metà del liquido di cottura in due contenitori separati;
  3. Nello stesso soutè unite i pomodorini tagliati, sale, pepe e cuocete fino a che non saranno ammorbiditi, spegnete la fiamma e unite le capesante, precedentemente cotte con il loro rimanente liquido di cottura recuperato precedentemente;
  4. Fate lessare le linguine al dente, scolatele e unitele al sugo, accendete la fiamma a media intensità, aggiungete olio evo e prezzemolo, spadellate per qualche minuto fino a che il liquido di cottura si sarà amalgamato con olio e pasta. Servite subito.

Seguimi su Facebook

 

 

Gnocchetti all’acqua con fiori di zucchina al profumo di mare

  • Porzioni: 4
  • Problema: medio bassa
  • Stampa

Buongiorno amici, questi gnocchetti sono leggeri, digeribilissimi e di certo apprezzatissimi. Conditi con fiori di zucchina, ortaggio di stagione, insaporiti con un tocco di frutti di mare, realizzerete una ricetta unica nel suo genere.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 500 ml acqua;
  • 350g farina bianca tipo 00;
  • Sale q.b.;
  • Un pizzico di noce moscata;
  • 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 20 fiori di zucchina;
  • 100g di gamberetti freschi o in salamoia;
  • 500g di cozze cotte seguendo questo procedimento;
  • 1 cucchiaio olio evo crudo.

Istruzioni

  1. Per realizzare gli gnocchi seguite questa ricetta;
  2. In un tegame scaldate l’olio all’aglio, unite i fiori di zucchina tagliati a julienne, sale, pepe e cuocete fino a che saranno ammorbiditi aggiungendo acqua o brodo vegetale poco alla volta;
  3. Spegnete la fiamma, unite gamberetti e cozze sgusciate;
  4. Lessate gli gnocchi e uniteli al sugo, aggiungete un cucchiaio di olio evo, spadellate a fiamma media e servite caldi.

Seguimi su Facebook

 

Lasagne di crepes al forno senza uova con scampi e fave al profumo di basilico

  • Porzioni: 4
  • Problema: medio alta
  • Stampa

Era da molto tempo che volevo preparare questa ricetta e alla fine ci sono riuscito. È un pochino impegnativa ma credetemi, una volta ogni tanto ne vale la pena. Ho creato delle crepes rettangolari senza uova, solo con latte e farina. La besciamella è realizzata con acqua fatta bollire con le carcasse degli scampi. Dopodiché si aggiungono le code di scampo spadellate con olio aromatizzato all'aglio e le fave spadellate a parte allo stesso modo. Infine si aromatizza il tutto con del buon basilico fresco.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

Per le crepes:

  • 150g farina tipo 00;
  • 350g latte;
  • Noce moscata grattugiata q.b.;
  • Sale q.b.;

ingredienti

Besciamella con code di scampo e fave:

  • 10 code di scampo fresche;
  • 100 ml olio evo;
  • 100g farina bianca tipo 00;
  • 1l di liquido di cottura delle carcasse degli scampi;
  • Cognac q.b.;
  • 150g fave spadellate con un cucchiaio di olio evo aromatizzato all’ aglio;
  • 1 cucchiaio scarso di basilico tritato;
  • Pangrattato q.b.

Istruzioni

  1. Mettete la farina in una ciotola con sale e noce moscata, unite il latte poco alla volta, stemperando con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo e non troppo denso. Il composto deve “velare” su un cucchiaio;
  2. Scaldate un placca dalle dimensioni 20×15 leggermente unta con dell’olio evo su tutto il suo fondo inaderente. Aggiungete un mestolo di composto e cuocete per qualche minuto, rivoltante la crepes con l’aiuto di una paletta da cucina e cuocete per qualche minuto;
  3. Togliete la crepes e stendetela a raffreddare su di un canovaccio. Continuate a ripetere questa operazione fino ad esaurimento del composto;
  4. Sgusciate le code di scampo seguendo questo video, tagliatele a pezzetti e spadellatele con un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, salate, pepate e quando il liquido sarà evaporato, bagnate con un goccio di Cognac, fate evaporare e spegnete la fiamma;
  5. In un litro abbondante di acqua leggermente salata, fate bollire le carcasse di scampo per circa 15 minuti, spegnete la fiamma e filtrate 1 litro di liquido con l’aiuto di un colino.
  6. In una ciotola stemperate con una frusta 100ml di olio evo con 100g di farina;
  7. Portate ad ebollizione l’acqua degli scampi filtrata, unite il composto di olio e farina e stemperate con una frusta, fate cuocere per alcuni minuti rimestando con un cucchiaio di legno;
  8. Versate la besciamella nella casseruola con le code di scampo, unite le fave precedentemente sbollentate per qualche minuto in acqua bollente, scolate e spadellate con un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, il basilico e mescolate bene il tutto;
  9. Prendete una placca da forno, stendere sul fondo un leggero strato di besciamella di scampo, stendere uno stato di crepes, ricoprite con uno strato di besciamella e continuate in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti terminando con la besciamella in superficie.
  10. Spolverate con un leggero strato di pangrattato, un filo d’olio sparso in modo casuale e infornate a 200°C finché la superficie non sarà dorata;
  11. Servite caldo.

Seguimi su Facebook

PicsArt_04-20-10.10.18

 

Risotto morbido con code di gambero e asparagi

  • Porzioni: 2
  • Problema: media
  • Stampa

Buongiorno a tutti! Vi racconto una ricetta molto sfiziosa che sposa code di gambero con deliziosi asparagi. Questa preparazione è molto particolare, anche se di facile esecuzione. La mission è quella donare ai chicchi di riso il sapore delle code di gambero e degli asparagi. A tal fine, il liquido utilizzato per bagnare il riso durante la cottura gioca un ruolo molto importante e fondamentale.

Aggiungi quì eventuali note.]

ingredienti

  • 200g riso Carnaroli o vialone nano;
  • 8 code di gambero sgusciate;
  • 8 asparagi verdi;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Liquido di cottura degli asparagi e delle code di gambero;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 1 bicchierino di brandy;
  • 3 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo.

Istruzioni

  1. Con l’aiuto di un pelapatate togliete la buccia esterna dallo stelo degli asparagi, immergeteli in acqua utilizzando l’apposita pentola, lessateli fino a che non saranno ammorbiditi, scolateli trattenendo il liquido, trasferiteli in un contenitore e fateli raffreddare. Tagliate le punte degli asparagi di una lunghezza di circa 3 cm, riponetele in un piatto e tagliate lo stelo a tocchetti;
  2. Togliete zampe, corazza e testa dei gamberi, sciacquate bene il tutto, depositate in un pentolino, riempite d’acqua, fate bollire per 15 minuti, filtrate e fate raffreddare;
  3. Miscelate il liquido dei gamberi con il liquido di cottura degli asparagi in proporzione del 50% considerando la quantità sufficiente per la cottura del riso;
  4. Tagliate a tocchetti le code di gambero e fate soffriggere in un tegame con un cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio, salate, pepate, cuocete per 5 minuti e trasferite in un piatto senza il fondo di cottura. Unite al fondo di cottura delle code di gambero gli asparagi a tocchetti, salate, pepate e rosolate bene;
  5. Bagnate poco alla volta con il liquido preparato precedentemente per la cottura del riso fino a che gli asparagi saranno ben morbidi e insaporite facendo ridurre il liquido a fine cottura fino a che avrà raggiunto una densità “al cucchiaio”;
  6. Unite le code di gambero precedentemente cotte e fatele insaporire nel sugo a fiamma spenta;
  7. In una casseruola scaldate un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, versate il riso e fate tostare per qualche minuto, bagnate con brandy, fate evaporare e unite la metà del sugo preparato. Salate e pepate. Cuocete fino a 3/4 di cottura il riso, bagnando con il liquido preparato precedentemente, unite il rimanente sugo e mescolate fino a che il riso sarà cotto al dente;
  8. Spegnete la fiamma, unite un cucchiaio di olio evo, un cucchiaio di prezzemolo, mescolate bene e servite subito decorando a piacere con le punte di asparagi e un pizzico di prezzemolo.

Seguimi su facebook

Coppetta di riso Venere con ragù di asparagi e mazzancolle

  • Porzioni: 2
  • Problema: media
  • Stampa

Buongiorno amici, propongo questa preparazione deliziosa che prevede l'abbinamento di riso Venere ad un semplice e saporito ragù di asparagi e mazzancolle.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 250g riso Venere;
  • 12 asparagi privati della corteccia legnosa e lessati in acqua;
  • 6 mazzancolle sgusciate, private della testa e tagliate a pezzetti;
  • Acqua di cottura degli asparagi miscelata con acqua di cottura delle teste e scorze delle mazzancolle in proporzione 50%;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • Prezzemolo tritato per guarnire.

Istruzioni

  1. Dopo aver lessato gli asparagi, tagliate le punte della lunghezza di circa 3 cm e mettetele da parte, tagliate il gambo a rondelle fini e riponetele da parte;
  2. In un tegame, scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite le mazzancolle e fatele rosolare per qualche minuto, togliete le mazzancolle e trasferitele in un piatto. Unite gli asparagi tagliati nello stesso fondo di cottura, salate, pepate, rosolate bene, aggiungete il liquido di cottura degli asparagi poco alla volta fino a che saranno ben morbide;
  3. Unite i pezzetti di mazzancolle, le punte degli asparagi e rimestate delicatamente per far insaporire il tutto a fiamma spenta, (il composto dovrà risultare morbido al cucchiaio);
  4. In un altro tegame bollite le teste e le scorze delle mazzancolle per circa 20 minuti, filtrate il brodo e unitelo al liquido di cottura degli asparagi;
  5. Cuocete il riso procedendo come descritto qui considerando che la proporzione del liquido delle mazzancolle e asparagi dev’essere 2 volte e 1/2 la quantità del riso;
  6. Raffreddate il riso cospargendolo su un tavolo di marmo;
  7. Prendete un bicchiere basso e largo, ungetelo con dell’olio evo, unite il riso e fatelo aderire bene ai lati dando la forma dello stesso bicchiere;
  8. Con uno spelucchino staccate il riso dai lati del bicchiere e capovolgetelo in una mano, ricapovolgetelo nuovamente su un piatto da servizio e riempitelo con il ragù di mazzancolle e asparagi;
  9. Decorate con le punte di asparagi e teste delle mazzancolle, passate al microonde per circa 1 minuto cospargete la superficie con prezzemolo tritato.

PicsArt_03-24-11.34.18

VARIANTE: per una versione più semplice da realizzare, potete ottenere un riso morbido spadellato, trasferite il ragù di pesce e asparagi in un soutè, unite 3 mestoli di liquido misto asparagi/mazzancolle, scaldate bene, unite il riso, e amalgamate il tutto portando ad ebollizione, spadellate fino a che il composto risulterà cremoso, servite in un piatto decorano con prezzemolo tritato e le teste delle mazzancolle.

PicsArt_03-24-01.36.19

Seguimi su Facebook

Bavette spadellate con crema di code di mazzancolle profumate al basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

La crema di code di gambero, che ho postato in precedenza, è una preparazione da far venire l'acquolina in bocca. Questa crema è ottima da accostare a diverse preparazioni: antipasti, primi e secondi piatti. Oggi ve la propongo per condire le bavette.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

Istruzioni

  1. Scaldate in un soutè la crema di code di gambero;
  2. Nel frattempo lessate la pasta al dente, scolatela e versatela nel soutè con crema con un po’ di liquido di cottura della pasta;
  3. Unite un cucchiaio di basilico tritato, un cucchiaio da tavola di olio evo e spadellate velocemente a fuoco vivo.
  4. Servite subito.

Seguimi su Facebook