Risotto morbido con code di gambero e asparagi

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Buongiorno a tutti! Vi racconto una ricetta molto sfiziosa che sposa code di gambero con deliziosi asparagi. Questa preparazione è molto particolare, anche se di facile esecuzione. La mission è quella donare ai chicchi di riso il sapore delle code di gambero e degli asparagi. A tal fine, il liquido utilizzato per bagnare il riso durante la cottura gioca un ruolo molto importante e fondamentale.

Aggiungi quì eventuali note.]

Ingredienti

  • 200g riso Carnaroli o vialone nano;
  • 8 code di gambero sgusciate;
  • 8 asparagi verdi;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Liquido di cottura degli asparagi e delle code di gambero;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 1 bicchierino di brandy;
  • 3 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo.

Istruzioni

  1. Con l’aiuto di un pelapatate togliete la buccia esterna dallo stelo degli asparagi, immergeteli in acqua utilizzando l’apposita pentola, lessateli fino a che non saranno ammorbiditi, scolateli trattenendo il liquido, trasferiteli in un contenitore e fateli raffreddare. Tagliate le punte degli asparagi di una lunghezza di circa 3 cm, riponetele in un piatto e tagliate lo stelo a tocchetti;
  2. Togliete zampe, corazza e testa dei gamberi, sciacquate bene il tutto, depositate in un pentolino, riempite d’acqua, fate bollire per 15 minuti, filtrate e fate raffreddare;
  3. Miscelate il liquido dei gamberi con il liquido di cottura degli asparagi in proporzione del 50% considerando la quantità sufficiente per la cottura del riso;
  4. Tagliate a tocchetti le code di gambero e fate soffriggere in un tegame con un cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio, salate, pepate, cuocete per 5 minuti e trasferite in un piatto senza il fondo di cottura. Unite al fondo di cottura delle code di gambero gli asparagi a tocchetti, salate, pepate e rosolate bene. Bagnate poco alla volta con il liquido preparato precedentemente per la cottura del riso fino a che gli asparagi saranno ben morbidi e insaporite facendo ridurre il liquido a fine cottura fino a che avrà raggiunto una densità “al cucchiaio”;
  5. Unite le code di gambero precedentemente cotte e fatele insaporire nel sugo a fiamma spenta;
  6. In una casseruola scaldate un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, versate il riso e fate tostare per qualche minuto, bagnate con brandy, fate evaporare e unite la metà del sugo preparato. Salate e pepate. Cuocete fino a 3/4 di cottura il riso, bagnando con il liquido preparato precedentemente, unite il rimanente sugo e mescolate fino a che il riso sarà cotto al dente. Spegnete la fiamma, unite un cucchiaio di olio evo, un cucchiaio di prezzemolo, mescolate bene e servite subito decorando a piacere con le punte di asparagi e un pizzico di prezzemolo.

Seguimi su facebook

Seguimi su Cookpad

Coppetta di riso Venere con ragù di asparagi e mazzancolle

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Buongiorno amici, propongo questa preparazione deliziosa che prevede l'abbinamento di riso Venere ad un semplice e saporito ragù di asparagi e mazzancolle

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 250g riso Venere;
  • 12 asparagi privati della corteccia legnosa e lessati in acqua;
  • 6 mazzancolle sgusciate e private della testa e tagliate a pezzetti;
  • Acqua di cottura degli asparagi miscelata con acqua di cottura delle teste e scorze delle mazzancolle in proporzione 50%;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • Prezzemolo tritato per guarnire.

Istruzioni

  1. Dopo aver lessato gli asparagi, tagliate le punte della lunghezza di circa 3 cm e mettetele da parte, tagliate il gambo a rondelle fini e riponetele da parte;
  2. In un tegame, scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite le mazzancolle e fatele rosolare per qualche minuto, togliete le mazzancolle e trasferitele in un piatto. Unite gli asparagi tagliati nello stesso fondo di cottura, salate, pepate, rosolate bene, aggiungete il liquido di cottura degli asparagi poco alla volta fino a che saranno ben morbide. Unite i pezzetti di mazzancolle, le punte degli asparagi e rimestate delicatamente per far insaporire il tutto a fiamma spenta, (il composto dovrà risultare morbido al cucchiaio);
  3. In un altro tegame bollite le teste e le scorze delle mazzancolle per circa 20 minuti, filtrate il brodo e unitelo al liquido di cottura degli asparagi.
  4. Cuocete il riso procedendo come descritto qui considerando che la proporzione del liquido delle mazzancolle e asparagi dev’essere 2 volte e 1/2 la quantità del riso.
  5. Raffreddate il riso cospargendolo su un tavolo di marmo;
  6. Prendete un bicchiere basso e largo,  ungetelo con dell’olio evo, unite il riso e fatelo aderire bene ai lati dando la forma dello stesso bicchiere;
  7. Con uno spelucchino staccate il riso dai lati del bicchiere e capovolgetelo in una mano, ricapovolgetelo nuovamente su un piatto da servizio e riempitelo con il ragù di mazzancolle e asparagi.
  8. Decorate con le punte di asparagi e teste delle mazzancolle, passate al microonde per circa 1 minuto cospargete la superficie con prezzemolo tritato.

PicsArt_03-24-11.34.18VARIANTE: per una versione più semplice da realizzare, potete ottenere un riso morbido spadellato, trasferite il ragù di pesce e asparagi in un soutè, unite 3 mestoli di liquido misto asparagi/mazzancolle, scaldate bene, unite il riso, e amalgamate il tutto portando ad ebollizione, spadellate fino a che il composto risulterà cremoso, servite in un piatto decorano con prezzemolo tritato e le teste delle mazzancolle.

PicsArt_03-24-01.36.19

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Bavette spadellate con crema di code di mazzancolle profumate al basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

La crema di code di gambero, che ho postato in precedenza, è una preparazione da far venire l'acquolina in bocca. Questa crema è ottima da accostare a diverse preparazioni: antipasti, primi e secondi piatti. Oggi ve la propongo per condire le bavette.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Scaldate in un soutè la crema di code di gambero;
  2. Nel frattempo lessate la pasta al dente, scolatela e versatela nel soutè con crema con un po’ di liquido di cottura della pasta;
  3. Unite un cucchiaio di basilico tritato, un cucchiaio da tavola di olio evo e spadellate velocemente a fuoco vivo.
  4. Servite subito.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Riso venere con gamberi in salsa

Ciao amici, questa ricetta del riso venere con gamberi in salsa è offerta dalla nostra amica Anna Panzetta. “Il ‘riso Venere’ è una varietà italiana di riso, molto digeribile e ricco di ferro e selenio. Io l’ho scoperto da poco e, siccome mi è piaciuto tanto, ho pensato di proporvi una ricetta che, a mio avviso, è davvero eccezionale: ‘Riso Venere con gamberi in salsa’. E’ una preparazione molto prelibata e scenografica, nonchè buona. Trattasi di un primo piatto molto leggero, che possiamo servire anche per cena data la sua digeribilità, magari abbinandola Medaglioni di scorfano e finocchio gratinati al forno offerti dal nostro amico Massimo Gusella. Allacciamo i grembiuli e iniziamo a cucinare.”

20190302_215354

 

Risotto con frutti di mare

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Un risotto realizzato a regola d'arte contenente tutto il sapore del mare. La realizzazione di questa ricetta necessita un procedimento ben preciso e un po' laborioso, ma che garantisce un risultato sicuro.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 320g riso Carnaroli o vialone nano;
  • 4 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 500g cozze;
  • 500g vongole veraci;
  • 200g seppioline piccole;
  • 200g moscardini;
  • 60g gamberetti in salamoia;
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato;
  • 1 bicchiere di vino bianco secco;
  • Liquido di cottura delle cozze, vongole, seppie e moscardini;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di olio evo.

Istruzioni

  1. Tagliate le seppie a listarelle e i moscardini a metà in verticale e lessateli al dente in due pentolini diversi. Scolateli con una schiumarola e fateli raffreddare in un recipiente conservando il liquido di cottura.
  2. Pulite le cozze togliendo l’alga laterale, lavatele bene e mettetele in una casseruola assieme alle vongole veraci precedentemente lavate sotto acqua fredda.
  3. Unite 2 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio, 1 cucchiaio di prezzemolo e 1/2 bicchiere di vino bianco, mescolate bene, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma intensa fino a che non si saranno aperte. Lasciatele raffreddare, sgusciatele e riponetele in un recipiente.
  4. Fate decantare il liquido di cottura e unitelo al liquido delle seppie e moscardini precedentemente conservato.
  5. In una casseruola scaldate l’olio aromatizzato all’aglio rimasto, unite seppie, moscardini, cozze e vongole e fate insaporire per alcuni minuti.
  6. Unite il riso e tostatelo per alcuni minuti, bagnate con il rimanente vino bianco, fate evaporare, salate, pepate e portate a cottura al dente bagnando con il brodo di pesce precedentemente ottenuto dai liquidi di cottura preparati precedentemente.
  7. Fuori fiamma, unite i gamberetti strizzati, il cucchiaio di olio evo rimasto, un cucchiaio di prezzemolo e mantecate velocemente. Servite subito decorando a piacere con qualche guscio di cozze e vongole.

Seguimi su facebook

Seguimi su Cookpad

Strozzapreti di farina di farro con ragù di Ricciola e pomodorini

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Parliamo di una ricetta molto delicata dal sapore intenso con protagonista la Ricciola, un pesce delizioso dalle carni bianche e molto sode, ricco di proteine ad alto valore biologico, vitamine, minerali e omega 3. Un primo piatto che lascerà appagato il vostro palato.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 200 gr. strozzapreti;
  • 150 gr. polpa di Ricciola tagliata a cubetti;
  • 10 pomodorini Cirio o datterino tagliati in 4 spicchi;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • Pepe macinato al momento;
  • 2 mestolini di acqua cottura di cozze o fumetto di pesce;
  • 1 spruzzata di vino bianco secco;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo.

Istruzioni

Scaldate l’olio dell’aglio in un soutè, unite i cubetti di pesce e fateli rosolare per alcuni minuti, bagnate con il vino bianco e fate evaporare, togliete il pesce e riponetelo in un piatto. Nello stesso fondo di cottura che passerete nel soutè unite pomodorini con pepe e cuocete fino a che si saranno ammorbiditi,  bagnando con liquido di cottura delle cozze per addensare il sugo a crema. Spegnete la fiamma e unite la Ricciola precedentemente cotta,amalgamandola con il sugo. Lessate la pasta al dente in abbondante acqua salata, scolatela, unitela nel soutè con il sugo e spadellate a fiamma media per qualche minuti con olio evo crudo e prezzemolo. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Paccheri con ragù di pesce spada e mazzancolle

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Pesce spada e mazzancolle con pomodorini freschi, un goccio di olio evo aromatizzato all'aglio: ecco pronto un sugo spettacolare per condire una buona pasta dal sapore perfetto.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Istruzioni

In un soutè scaldate l’olio all’aglio, unite pesce spada, mazzancolle, sale, pepe e cuocete a fiamma media, facendo asciugare quasi completamente il liquido rilasciato dal pesce. Bagnate con il cognac, flambate fino a che la fiamma si sarà spenta e togliete la polpa di pesce riponendola in un piatto. Unite al fondo di cottura i pomodorini tagliati, salate e pepate leggermente, fate insaporire per alcuni minuti a fiamma media, unite il liquido di cottura delle cozze o il fumetto di pesce. Cuocete i pomodori per alcuni minuti finché saranno ammorbiditi e il liquido sarà quasi completamente evaporato. Spegnete la fiamma, unite il pesce precedentemente cotto ed amalgamate bene. Lessate la pasta al dente in abbondante acqua salata, scolatela e unitela al sugo. Accendete la fiamma, unite l’olio evo crudo e il prezzemolo tritato, spadellate il tutto e servite in pirofila calda.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad