Ceci in tegame

  • Porzioni: 6
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

È mia abitudine preparare i ceci e consumarli almeno una volta alla settimana come piatto unico. Essendo legumi, preferisco non accostare il pane ma piuttosto della verdura cruda oppure un pezzettino di parmigiano di buona qualità, altrimenti anche da soli. Questa ricetta è veloce, il tempo di cuocere i ceci e la ricetta è quasi pronta. Una volta preparati si possono conservare in frigorifero e renderli subito pronti per un buon pasto completo quando in settimana non si ha a disposizione tanto tempo per cucinare. Considero porzioni da 150g cad. di ceci cotti.

Aggiungi quì eventuali note]

Ingredienti

  • 500g ceci ammollati per 12 ore in acqua tiepida;
  • 1 cucchiaio di scalogno o cipolla tritati;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento.

Istruzioni

  1. Scolate i ceci dall’ acqua di ammollo, lessateli al dente in una casseruola coprendoli di acqua un cm sopra la superficie dei legumi. Unite del sale grosso quando l’acqua inizierà a bollire.
  2. Scolate i legumi e lasciateli nello scolapasta.
  3. In una casseruola fare rosolare lo scalogno con l’olio evo, quando inizierà a colorire unite i ceci, pepe e fate insaporire per qualche minuto.
  4. Sfumate con vino bianco, fate evaporare, spegnete la fiamma e servite.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Finocchio stufato

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Avete mai assaggiato il finocchio stufato? Vi assicuro che è buonissimo! Questa ricetta è molto semplice, richiede pochi ingredienti, è veloce da realizzare e si conserva in frigo per alcuni giorni. Diventa subito pronta, da consumare tiepida quando si ha poco tempo per cucinare.

Aggiungi quì eventuali note]

Ingredienti

  • 1 finocchio medio grande o 2 finocchi medi tagliati a julenne;
  • 1 cucchiaio scarso di cipolla tritata;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Istruzioni

  1. In un tegame fate rosolare la cipolla con l’olio fino a che sarà leggermente colorita;
  2. Unite il finocchio tagliato, sale, pepe e rosolate per alcuni minuti mescolando;
  3. Abbassate la fiamma, coprite con un coperchio e cuocete fino a che saranno ammorbiti, mescolando di tanto in tanto.
  4. Servite caldi.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Spicchi di finocchio gratinati senza besciamella

  • Porzioni: 6
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Cari amici, ho deciso di apportare una piccola variante ad una già conosciutissima ed apprezzata ricetta. Ho preparato questa portata senza besciamella per accostarla ad un primo piatto e/o un secondo di per sé già sostanziosi. Vi garantisco che il risultato è davvero appetibile. Inoltre, in questo modo, recupererete dei finocchi avanzati in frigorifero. Bastano pochi ingredienti per ottenere un contorno veloce gustoso e leggero.

Accosto questa preparazione ai deliziosi tramezzini di carne facili della mia amica Anna Panzetta.

Collage 2019-02-09 17_08_56

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 2 finocchi di medie dimensioni tagliati a spicchi;
  • Olio evo q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • Burro fuso q.b.

Istruzioni

  1. Tagliate le estremità del finocchio (barba che potete utilizzare per realizzare paste, risotti, tisane, bruschette ecc.) e successivamente a picchi non troppo spessi, lavateli e cuoceteli a vapore fino a che avranno raggiunto una cottura al dente.
  2. Fateli raffreddare.
  3. Ungete il fondo di una pirofila con dell’olio extravergine d’oliva, adagiate gli spicchi di finocchio ben stesi, cospargete la loro superficie con il formaggio grattugiato e unite in modo casuale del burro fuso sopra il Grana o Parmigiano.Fate gratinare in forno a 200° fin quando la superficie sarà ben dorata e servite ben caldi.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Fondi di carciofo in tegame

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Ingredienti

  • 8 fondi di carciofo freschi di media grandezza;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • Acqua o brodo vegetale q.b.

Aggiungi qui eventuali note.

Istruzioni

  1.  Tagliate a julienne i fondi di carciofo.
  2. In un tegame soffriggete lo scalogno con l’olio all’aglio, unite i fondi di carciofo tagliati, fateli insaporire per alcuni minuti e portateli a cottura unendo acqua o brodo vegetale poco alla volta.
  3. Unite del prezzemolo tritato e servite.

Seguimi su facebook

Seguimi su Cookpad

 

 

 

 

Crocchette di carciofi

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Le crocchette sono una preparazione gradita da tutti, sulle tavole prediligono quelle realizzate con le patate, ciò non toglie che si possono realizzare con tantissime verdure come ad esempio le melanzane, carote, ceci, fagioli, lenticchie, ecc., oggi ve le propongo con i carciofi.

Abbino questa ricetta alla proposta suggeritami dalla mia amica Anna Panzetta  con le sue deliziose tagliatelle con i carciofi.

collage 2019-01-27 20_17_08

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Ingredienti per 6 crocchette medie:

  • 200 gr. fondi di carciofo freschi tagliati a julienne;
  • 1/2 cucchiaio di scalogno tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 uova intere;
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato;
  • Farina bianca q.b.;
  • 4 cucchiai di pane grattugiato;
  • Pane grattu
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Brodo vegetale o acqua q.b.;
  • 5 cucchiai circa di olio evo per friggere.

Istruzioni

  1. In un tegame rosolare con olio dell’aglio lo scalogno, unite i carciofi e fate rosolare, salate, pepate e portate a cottura i vegetali unendo acqua o brodo vegetale di tanto in tanto.
  2. A cottura ultimata passate i carciofi al mixer e fate intiepidire.
  3. Unite 1 uovo intero, pepe, il parmigiano grattugiato e 4 cucchiai di pangrattato. Mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo e denso.
  4. Formate 6 tronchetti regolari, passateli nella farina, uovo sbattuto e pangrattato, ripetete l’operazione nell’uovo e pangrattato se gradite un impanatura più spessa.
  5. Friggetele nell’olio evo ben cado fino a che saranno ben dorate su tutti i lati.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

 

 

 

Peperonata aromatizzata al finocchio

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Avete mai assaggiato la peperonata aromatizzata al finocchio? Devo dire che a me è piaciuta moltissimo. Assaporare i peperoni con un retrogusto di finocchio è stata una piacevole sorpresa.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 1 peperone giallo medio;
  • 1 peperone rosso medio;
  • 1 finocchio medio piccolo;
  • 1/2 cipolla gialla;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento.

Istruzioni

Tagliate a julienne le verdure tenedole separate. In una casseruola scaldate l’olio evo, unite la cipolla tagliata e fatela rosolare fino a che sarà colorita. Unite il finocchio e fatelo rosolare bene per alcuni minuti, aggiungete peperoni, sale, pepe e rosolate bene, rimestando a fiamma media. Abbassate la fiamma e cuocete lentamente, mescolando di tanto in tanto, fino a che tutte le verdure non saranno cotte e ammorbidite. Regolate di sale e pepe e servite.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

Spinaci freschi al burro

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Gli spinaci sono vegetali erbacei e fanno parte di uno degli alimenti più diffusi. In cucina, gli spinaci hanno molti utilizzi e si dimostrano molto versatili. Questi vegetali possono essere consumati crudi in insalata, lessati o saltati in padella. Principalmente coprono il ruolo del contorno, ma fanno anche parte di molte ricette di primi e secondi piatti, e usati altresì nella preparazione di ripieni per ravioli o tortelloni e come colorante per pasta e farcitura di involtini o arrosti. Pur essendo molto abbondante, il 95% di ferro, contenuto negli spinaci è inutilizzabile come nutriente a causa della sua forma chimica e della presenza di acido ossalico e derivati. Si precisa che per assorbire l'equivalente in ferro fornito da 100 gr. di carne, serve consumare più di un kg. di spinaci. Essi contengono 2,9 mg. di ferro per 100 gr. di prodotto fresco. La scarsa biodisponibilità del ferro in questo vegetale è anzitutto causata dalla sua tipologia chimica, ma anche dalla presenza di ossalati. Purtroppo la cottura è responsabile non solo dell'eliminazione di un fattore antinutrizionale per il ferro, ma anche di un nutriente che ne faciliterebbe l'assorbimento. Per tutti questi motivi gli spinaci andrebbero consumati crudi. La cottura in acqua tende a disperdere il loro prezioso carico di minerali per diluizione; preferendoli cotti, ecco perchè, si consiglia di consumarli al vapore con l'aggiunta di qualche goccia di limone per ripristinare la concentrazione di vitamina C persa in cottura e necessaria ad aumentare la biodisponibilità del ferro.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Ingredienti

  • 1Kg. spinaci freschi;
  • 1 cucchiaio di olio evo q.b.
  • sale, pepe macinato al momento;
  • 1 noce di burro;
  • 1 cucchiaio di succo di limone.

Istruzioni

  1. Lavate molto bene gli spinaci freschi togliendo eventuali foglie ingiallite e parti in eccesso della radice, scolateli con molta cura e cuoceteli a vapore per pochissimi minuti fino a che le foglie non si ammorbidiranno.
  2. In un tegame sciogliete il burro con olio evo senza farlo friggere. Fuori fiamma unite gli spinaci, sale, pepe e insaporite per qualche minuto rimestandoli, incorporate il succo di limone e servite caldi.

Seguimi su facebook

Seguimi su Cookpad