Tortino rustico di patate e zucchine

Come preparare un tortino di patate.

Vi parlo di un tortino molto saporito, aromatizzato con rosmarino e a basso contenuto calorico. Purtroppo richiede l’utilizzo del forno, che in questo periodo non è il massimo della vita, ma credetemi, non ve ne pentirete.

Ingredienti per 4 tortini di diametro 10 cm. circa:

  • 500 gr. patate pelate e tagliare a rondelle di circa 3 mm;
  • 200 gr. zucchine tagliate a rondelle di circa 3 mm;
  • 100 gr. Philadelphia;
  • 4 cucchiai di latte;
  • 1 rametto di rosmarino fresco tritato;
  • Parmigiano grattugiato q.b.;
  • Olio evo q.b.;
  • Sale grosso q.b.;
  • Pangrattato q.b.

Procedimento:

Dopo aver affettato le verdure, sbianchitele in acqua bollente salata, scolatele e fatele raffeddare con acqua fredda. Imburrate e cospargete con pangrattato gli stampini ed eliminate il pane in eccesso. Foderate con le fette di patate gli stampini, unite le rondelle di zucchina, unite il rosmarino tritato, il Philadelphia e il parmigiano grattuggiato. Ripetete l’operazione finendo l’ultimo strato con le patate, 1 cucchiaio di latte per stampino, parmigiano grattugiato e un filo d’olio extravergine d’oliva. Infornate a 200° per circa 20 minuti. Togliete dal forno, con l’aiuto di una posata staccate le patate dai lati degli stampini e capovolgeteli in un piatto. Guarnire con insalata tagliata a julienne ai lati e cospargete la superficie a piacere con un filo di aceto balsamico. Servite caldo o tiepido.

Seguimi su Facebook

20180616_130707

Melanzane alla parmigiana

Come preparare le melanzane alla parmigiana.

Inizio dicendo che non è una delle ricette più facili seppur semplice. In effetti, difficilmente riusciamo a gustare questa eccellenza della cucina italiana realizzata a regola d’arte. Spesso e volentieri, viene sostituito il parmigiano con la mozzarella, e, a mio avviso, è un grandissimo errore. Di fatto, le melanzane alla parmigiana devono il nome, proprio per l’utilizzo del parmigiano.

Ingredienti per una pirofila dalle dimensioni da 20×30 cm:

  • 3 melanzane medie tagliare a fette, spesse 2/3 millimetri;
  • 8 pomodori maturi qualità San Marzano;
  • 1/4 cipolla bianca tritata;
  • 2 cucchiai di olio d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Abbondante parmigiano grattugiato;
  • 4/5 foglie di basilico fresco tritato;
  • Olio extravergine d’oliva q.b. (coprire con olio il fondo di una casseruola che possa contenere almeno una decina di fette e aggiungerlo mano a mano che si consuma durante la frittura, in questo modo lo spreco sarà ridotto a zero);
  • Farina bianca q.b.

Procedimento:

In un tegame scaldare l’olio aromatizzato, unire la cipolla e farla colorare leggermente, unire i pomodori tagliati a cubetti, il sale, il pepe e cuocere a fiamma di media intensità mescolando di tanto in tanto. A 3/4 di cottura unire il basilico tritato, portate a cottura (circa 15/20 minuti), spegnete la fiamma e fate intiepidire. Preparate sulla fiamma la casseruola con l’olio, scaldatelo e unite le fette di melanzane precedentemente infarinate da ambo i lati. Salate leggermente e cuocetele girandole su i due lati,  fino a che saranno colorite, riponetele su un piatto teso con carta assorbente. Prendete la pirofila e cospargete sul fondo un pò di salsa pomodoro, ricoprite con le melanzane fritte, unite uno strato di pomodoro e cospargete il parmigiano grattugiato su tutta la superficie. Ripetete l’operazione per almeno 3 volte finendo la superficie con pomodoro e parmigiano grattugiato. Unite un filo d’olio in modo casuale e gratinate in forno ventilato pre riscaldato a 200° fino a che la superficie sarà colorita. Servite calde o tiepide.

Seguimi su Facebook

Sandwich di filetto con patate chips arrostite

Come preparare il filetto di manzo.

Un secondo piatto che può essere servito anche come piatto unico. L’importanza di questa ricetta è trasmettere il gusto delle patate alla carne e viceversa, solo così possiamo ottenere un sapore avvolgente e gradevole. Per fare tutto ciò, seguire il procedimento a regola d’arte, diventa fondamentale.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 filetti di scottona piemontese da 150 gr. cad.;
  • 4 rametti di rosmarino fresco;
  • Sale grosso, sale fino e pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 patate medio piccole private della pelle e tagliate a rondelle finissime;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Procedimento:

In un soutè, scaldare 2 cucchiai di olio con 2 rametti di rosmarino tritati, unite le patate tagliate, sale fino, pepe e saltatele fino a che non saranno ben rosolate, unite un piccolo mestolino d’acqua e fate evaporare. Riponete le patate in un piatto e copritele. Nello stesso soutè scaldate i rimanenti 2 cucchiai di olio extravergine con i 2 rametti di rosmarino, fate soffriggere per qualche minuto, togliete il rosmarino e unite i due filetti di carne. Rosolateli 4 minuti per lato a fuoco medio, unite le patate e insaporite il tutto qualche minuto. Spegnete la fiamma. Togliete i filetti dal soutè e tagliateli a metà in orizzontale, mettete in un piatto una metà della carne, farcite con le patate e coprite con l’altra metà di carne. Salate la superficie con del sale grosso e del pepe macinato al momento, aggiugete un filo di olio crudo e un pizzico di prezzemolo. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Medaglie di mozzarella di bufala biologica DOP fritte con salsa al pomodoro fresco

Come cucinare la mozzarella di bufala.

Oggi prepariamo questa ricetta deliziosa, ottima come antipasto o come secondo piatto. Una preparazione molto sfiziosa che abbinata con la salsa al pomodoro fresco assume un sapore perfetto.

Ingredienti per 2 persone:

  • 250 gr. mozzarella di bufala biologica DOP;
  • Farina bianca q.b.;
  • 1 uovo;
  • Pane raffermo grattugiato q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Olio evo q.b.;
  • 12 pomodorini datterino tagliati in 4 pezzi;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1/2 cucchiaio di cipolla bianca tritata;
  • 1 pizzico di basilico tritato;
  • Brodo vegetale q.b. se necessario.

Procedimemto:

Tagliate la mozzarella a fette spessa circa 1 cm, lasciatela scolare dal suo siero in un colino per circa mezz’ora. Nel frattempo rosolate la cipolla in un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, unite i pomodorini lavati e tagliati in 4 pezzi, salate, pepate e cuocete a fuoco medio per circa 20 minuti unendo, se necessario, del brodo vegetale o acqua, poco alla volta. A fine cottura unite una foglia di basilico tritato e regolate di sale. Preparate in tre fondine separate la farina bianca, uovo sbattuto con sale e pepe, pane grattugiato. Impanate le fette di mozzarella passandole progressivamente nella farina, uovo, pangrattato e ripetendo l’operazione nell’uovo e nel pane. Pressatele bene per permettere al pane di aderire bene e friggere in un tegame della larghezza di circa 30 cm. Coprire il  fondo del tegame con olio extravergine d’oliva senza esagerare, evitando così spreco inutile di olio. Quando saranno ben dorate da ambo i lati, toglietele dall’olio e fatele asciugare su carta assorbente per alimenti. Servitele calde con una ciotola di sugo al pomodoro fresco.

Seguimi su Facebook

Scaloppine di vitello con fave, asparagi e fiori di zucchina

Ciao amici lettori, eccovi una ricetta veloce, semplice leggera e molto saporita.

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr di girello di vitello tagliato a fette;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • 100 gr fave sgranate;
  • 6/8 fiori di zucchina in base alle dimensioni;
  • 1 manciata di fondi di asparagi verdi;
  • Farina bianca q.b.;
  • Vino bianco q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento.

Procedimento:

Sbollentate in acqua bollente per qualche minuto le fave, scolatele conservando il liquido di cottura e tagliatele a pezzetti. In un tegame, scaldate l’olio aromatizzato all’aglio, unite i fondi di asparagi tagliati a rondelle fini e portateli a 3/4 di cottura, aggiungendo brodo vegetale poco alla volta. Unite i fiori di zucchina tagliati grossolanamente, salate, pepate e fateli ammorbidire per alcuni minuti, aggiungete le fave, fate insaporire e cuocete per qualche minuto unendo del brodo vegetale poco alla volta, se necessario.  In un soutè scaldate l’olio evo, rosolate da ambo i lati le scaloppine, precedentemente infarinate ed eliminndo la farina in eccesso, salate e pepate, spruzzate con un pò di vino bianco e fate evaporare. Unite il sugo di verdure e fate insaporire per qualche minuto. Regolate di sale e servite subito.

Seguimi su Facebook

Barchette di melanzane con ripieno vegetariano al profumo d’estate

Come sappiamo, le melanzane sono ortaggi utilizzabili in moltissime preparazioni: sughi per paste o risotti, contorni cotti e anche secondi piatti. Il contorno cotto più diffuso sono le melanzane al funghetto oppure in tegame con l’aggiunta di pomodorini freschi, seguono le famosissime melanzane alla parmigiana, realizzate rigorosamente con parmigiano e non con mozzarella come spesso suggerito, ahimè, su riviste o nei menù di ristoranti. In aggiunta, per quest’ultima preparazione, le fette di melanzane dovranno essere fritte, non grigliate o cotte a vapore. Come precedentemente menzionato, le melanzane possono essere utilizzate per sughi composti da verdure, pesci o carni per condire paste o risotti e possono essere aggiunte anche alle altre verdure per la preparazioni di passati di verdura o minestrone. In questo post, lascio il video per la realizzazione della ricetta, oltre allo scritto.

Ingredienti per 4 melanzane qualità lunga di media grandezza:

  • 4 melanzane tagliate a metà;
  • 7/8 cucchiai di pangrattato fine;
  • 3 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 8 pomodorini datterino tagliati a pezzetti finissimi;
  • 1 cucchiaio di basilico fresco tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 filo d’olio extravergine d’oliva per melanzana;
  • Acqua q.b.

Procedimento:

Con l’aiuto di un cucchiaio da tavola estrarre la polpa delle melanzane lasciando circa 5 mm di bordo intorno alle melanzane, precedentemente tagliate a metà. Tagliate a cubetti finissimi la polpa estratta e passate in tegame per 5 minuti con olio all’aglio, salate e pepate. Fate raffreddare e riponete in un contenitore di vetro, unite i pomodorini, il basilico, 7 cucchiai di pangrattato, mescolate amalgamando il tutto con l’aiuto di un cucchiaio e regolate di sale e pepe. Stendete le melanzane su una placca da forno, precedentemente rivestita di carta oleata, mettete sul fondo di ogni melanzana un pizzico di sale. Riempite le barchette di melanzane con il composto precedentemente preparato, distribuite sulla loro superficie l ‘ultimo cucchiaio di pangrattato avanzato e unite un filo d’olio extravergine in modo casuale. Infornate a 200° con funzione ventilata per circa 50 minuti facendo attenzione di bagnare di tanto in tanto tutta la loro superficie con qualche goccio d’acqua per mantenerle morbide durante la cottura, evitando che possano seccare. Servite su un piatto guarendo con insalata fresca tagliata a julienne e pomodori tagliati a rondelle.

Variante:

Possiamo cuocere a vapore le mezze melanzane, private della loro polpa, portandole a 3/4 di cottura per ammorbidirle e ridurre la cottura in forno prima della farcitura. In questo caso, non bagnare durante la cottura.

Seguimi su Facebook  puoi vedere il video

 

 

Tentazione di capesante golose al forno con porcini e patate al profumo di basilico

Ciao amici,

Vi presento una ricetta veloce, semplice e molto apprezzata! Una preparazione che possiamo proporre come antipasto, ma anche come secondo piatto, un’armonia di sapori che sposano tra loro il profumo dei funghi porcini con la delicatezza delle capesante, il tutto legato dall’aria delle patate. Solo la foto fa venire l’acquolina in bocca. Prepariamole assieme!

Ingredienti:

  • 6 capesante fresche pulite fresche ( il mollusco dev’essere attaccato al guscio);
  • 1 fungo porcino fresco di medie dimensioni (in mancanza del prodotto fresco 40 gr. porcini secchi o 120 gr. porcini trifolati sott’olio);
  • 1 patata media privata della buccia e tagliata a cubetti;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1/2 cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio per capesanta;
  • 1 cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio;
  • 1 spruzzata di vino bianco secco;
  • Un pizzico di prezzemolo tritato;
  • Un pizzico di basilico tritato.

Procedimento:

Lavate e tagliate a fette finissima i porcini, in caso di funghi secchi ammollateli in acqua tiepida per qualche ora senza gettare l’acqua di ammollo che servirà per la cottura dei funghi. In un tegame scaldate l’olio all’aglio, unite i porcini freschi e rosolateli, bagnate con il vino, fate evaporare, salate, pepate e asciugate l’eventuale liquido rilasciato dai funghi, cuocete al dente, unite il prezzemolo e lasciate raffreddare. In caso di porcini secchi, ammollateli in acqua tiepida, strizzateli e cuoceteli come descritto per i funghi freschi utilizzando il liquido di ammollo per portarli a cottura. Pelate la patata e tagliate a a cubetti. Posizionate le capesante su una placca da forno precedentemente rivestita di carta oleata, distribuite sui molluschi la patata e i funghi fino a esaurimento, salate, pepate e unite un pizzico di basilico tritato su ognuna di esse. Versate mezzo cucchiaio di olio all’aglio su ogni capesanta. Infornate a 200° con funzione ventilata fino a che le patate non saranno colorate ( circa 15 minuti). Togliete dal forno e servite.

Seguimi su Facebook

  • 20180519_130259