Gnocchetti di cavolfiore al burro e salvia

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Gnocchi, gnocchi e ancora gnocchi! Quante versioni di gnocchi si possono creare con le verdure usando un po' la fantasia e gli ingredienti giusti? Beh, vi dirò che io ne creo moltissime e ne ho ancora altrettante da proporre per il futuro usando verdure di stagione. Prepariamo insieme la versione gnocchi di cavolfiori.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 50g patate cotte al vapore;
  • 250g cavolfiore cotto al vapore;
  • 100g farina bianca;
  • Farina bianca q.b. per la lavorazione;
  • Sale, pepe e noce moscata q.b.;
  • 8 noci tritate grossolanamente;
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato.

Istruzioni

  1. Passate al passaverdure le patate e il cavolfiore su un piano da lavoro, unite sale, pepe, noce moscata, farina e lavorate tra loro gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo;
  2. Formate dei cordoncini dal diametro di circa 1 cm., con l’aiuto di una spatola o un coltello tagliate gli gnocchetti della pezzatura che desiderate, infarinateli leggermente e trasferiteli in un piatto;
  3. In un soutè fate fondere il burro con una foglia di salvia, unite le noci, precedentemente tostate in un tegame senza condimento per qualche minuto, tenendone da parte un pizzico per guarnire;
  4. In una pentola portate a bollire dell’acqua, unite sale grosso e tuffate gli gnocchi, quando affioreranno toglieteli dall’acqua con l’aiuto di una schiumarola e trasferiteli nel soutè con burro, salvia e noci;
  5. Accendete la fiamma, spadellateli per alcuni secondi e serviteli cospargendo la superficie con la rimanente granella di noci.

PicsArt_10-13-02.16.08

Seguimi su Facebook

Spaghetti risottati con cime di broccolo, porcini e zafferano

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Buongiorno gentili amici lettori! Oggi sono sì a raccontarvi questa deliziosa ricetta che prevede gli squisiti spaghetti dell'azienda <strong>Rummo</strong>, cucinati con il procedimento di un risotto e conditi con un sughetto di cime di broccolo, funghi porcini secchi e zafferano, serviti in una coppetta di parmigiano.

Aggiungi sì eventuali note.

ingredienti

  • 80g spaghetti Rummo N°5;
  • 20g funghi porcini secchi ammollati per un’ora in 700 ml di acqua tiepida, sucessivamente strizzati e tagliati finemente;
  • 100g cime di broccolo;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 6 cucchiai di olio evo all’aglio;
  • 2cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • L’acqua di ammollo dei funghi.

Istruzioni

  1. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio evo all’aglio, unite le cime di broccolo, salate, pepate e fatele insaporire per qualche minuto. Unite mezzo bicchiere d’acqua, coprite con un coperchio e stufate a fiamma bassa per alcuni minuti fino a che i vegetali si saranno ammorbiti. Trasferiteli in un piatto;
  2. Nello stesso fondo di cottura scaldate i rimanenti 3 cucchiai di olio all’aglio, unite i funghi, salate, pepate, fate insaporire per alcuni minuti, bagnate con due mestolini di acqua di ammollo dei funghi e cuocete per circa 10min fino a che il liquido sarà quasi completamente evaporato;
  3. Aggiungete le cime di broccolo,  cotte precedentemente, trattenendo qualche ciuffetto da utilizzare per guarnire. Amalgamate gli ingredienti e unite gli spaghetti crudi;
  4. Bagnate con un po’ di acqua di ammollo dei funghi bollente, unite lo zafferano, salate, pepate, mescolate frequentemente aggiungendo acqua, poco alla volta fino ad esaurimento, come cucinare un normale risotto;
  5. Quando gli spaghetti saranno cotti al dente e l’acqua sarà assorbita, mantecate unendo l’olio evo crudo. Servite gli spaghetti nella coppetta di parmigiano, seguendo questa ricetta, decorando con i ciuffetti di broccolo.

Seguimi su Facebook

Risotto con zafferano e pancetta croccante aromatizzato al basilico

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Il risotto allo zafferano è un classico conosciutissimo, ho leggermente modificato questa ricetta aggiungendo della pancetta croccante, aromatizzando il tutto con delizioso basilico tritato.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g riso Carnaroli o vialone nano;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 2 cucchiai di pancetta tagliata a cubetti;
  • 1 cucchiaio di cipolla gialla tritata;
  • Brodo vegetale q.b.
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiaini da caffè di basilico tritato;
  • 3 cucchiai di olio evo;
  • 2 manciate di parmigiano grattugiato.

Istruzioni

  1. Rosolate la pancetta in un tegamino fino a che sarà croccante, scolatela dal grasso e tenetela al caldo coprendo il recipiente in cui è stata eseguita la cottura;
  2. In una casseruola rosolate la cipolla con 1 cucchiaio di olio evo;
  3. Quando avrà preso colore, unite il riso, mescolate e fate tostare per qualche minuto, bagnate con il vino bianco e fate evaporare;
  4. Bagnate con il brodo poco alla volta, mescolando continuamente, salate, pepate e a metà cottura unite lo zafferano;
  5. Bagnate ancora con il brodo facendolo asciugare fino a che il riso sarà cotto al dente;
  6. Fuori fiamma, unite il basilico, l’olio evo rimanente e il parmigiano, mescolate tutto rendendo il riso omogeneo e servite con della pancetta croccante in superficie.

Seguimi su Facebook

Riso pilaf sapadellato con uova strapazzate, aromatizzato al pesto

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Una pietanza che può essere servita calda, a temperatura ambiente o fredda. Con questo metodo di cottura, il riso risulterà più leggero e facilmente digeribile. L'aggiunta del pesto darà un tocco molto appetitoso a questa ricetta, valorizzando il sapore delle uova e dei pomodorini.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g riso parboiled;
  • 2 uova intere;
  • 100g pomodorini datterino tagliati a brunoise;
  • Brodo vegetale o acqua il doppio della quantità del riso quantificato in un bicchiere capiente;
  • 4 cucchiaini di pesto alla genovese;
  • 1 cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio scarso di parmigiano grattugiato;
  • 1 cucchiaio di latte.

Istruzioni

  1. Portate ad ebollizione l’acqua in una casseruola, unite il sale grosso, il riso e mescolate a fiamma vivace per 5 minuti. Coprite con un coperchio rivestito con un canovaccio, spegnete la fiamma e lasciate riposare per 18 minuti;
  2. Nel frattempo sbattete le uova con sale, pepe, latte, pesto e parmigiano grattugiato;
  3. In un tegame fate rosolare i pomodorini tagliati con l’olio all’aglio e cuoceteli per circa 5 minuti fino a che non saranno ammorbiditi;
  4. Unite il riso, mescolate bene, unite il composto d’uovo e sbattete con una forchetta mente le uova iniziano a rapprendere, strapazzandole;
  5. Togliete dalla fiamma. Riempite con il composto di riso uno stampino largo circa 6 cm e alto 5 cm, precedentemente bagnato al suo interno con acqua fredda, pressatelo bene con un cucchiaio. Trascorsi 2 minuti, passate il contorno con uno spelucchino, staccando il riso dalle pareti dello stampino;
  6. Rovesciate su un piatto e servite.

Seguimi su Facebook

Tagliatelle con farina di ceci spadellate con zucca e pomodorini

  • Porzioni: 2/3
  • Problema: bassa
  • Stampa

Tagliatelle realizzate con farina di ceci senza uova, molto leggere e gradevoli, condite con zucca, pomodorini e profumate al basilico fresco.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 150g farina di ceci;
  • 50g farina bianca;
  • Farina bianca q.b.per la lavorazione;
  • 80ml acqua fredda;
  • Sale q.b.;
  • 10 pomodorini datterino tagliati a metà;
  • 100g zucca cotta al vapore tagliata a pezzetti fini;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 cucchiai di olio evo all’aglio;
  • 1 rametto di rosmarino e una foglia di salvia tritati;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • Un pizzico di basilico tritato.

Istruzioni

  1. Su una spianatoia disponete a fontana le farine miscelate tra loro, unite al centro l’acqua tiepida con il sale fino. Incorporate la farina nell’acqua e lavorate energicamente fino ad ottenere una palla elastica ed omogenea;
  2. Tagliate la pasta in 4 pezzi e tiratela finemente con l’apposita sfogliatrice;
  3. Stendere le sfoglie di pasta, passate la superficie con della farina, arrotolatele su se stesse e tagliatele con un coltello considerando una larghezza di circa 1cm. Sollevate le tagliatelle con le dita e formate dei piccoli nidi che possano riempire il palmo di una mano.
  4. Inq un soutè fate soffriggere il rosmarino e salvia tritati con l’olio all’aglio, unite i pomodorini tagliati, sale, pepe e fateli ammorbidire a fiamma media;
  5. Unite la zucca tagliata, sale, pepe e fate rosolare il tutto, unite un pò d’acqua e amalgamate tra loro e per qualche minuto il sugo con gli altri ingredienti;
  6. Lessate al dente le tagliatelle in acqua salata, scolatele e versatile nel soutè con il sugo, unite un mestolino di acqua di cottura della pasta, un pizzico di basilico tritato, l’olio evo e spadellate a fiamma vivace. Servitele immediatamente.

PicsArt_09-04-09.27.51

Seguimi su Facebook

 

Pasta al farro con peperoni e basilico fresco

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Detto, fatto! Questa è una ricetta semplicissima e molto sfiziosa con pochi ingredienti e molto invitante. Pronta in poco tempo e il sughetto si può preparare in anticipo.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g gomiti al farro;
  • 3 peperoni medi dei quali 2 rossi e uno giallo;
  • 1/4 di cipolla gialla affettata a julienne;
  • 2 cucchiai di olio evo all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1 cucchiaio scarso di basilico fresco tritato;
  • Parmigiano grattugiato q.b.

Istruzioni

  1. Tagliate a metà in verticale i peperoni ed eliminate semi e manico. Tagliate a julienne un peperone rosso e uno giallo mantenendo le due metà integre del peperone rosso;
  2. Scaldate l’olio all’aglio in un soutè,  unite i peperoni a julienne, sale, pepe e insaporite con la cipolla, il peperone rosso tagliato a metà, coprite con un coperchio e stufate a fuoco lento fino a che le due metà e i peperoni a julienne non saranno ammorbiditi mescolando di tanto in tanto;
  3. Togliete i peperoni tagliati a metà e riponeteli in un piatto con la parte concava rivolta verso l’alto;
  4. Lessate la pasta al dente, scolatela, unitela nel soutè, aggiungete il basilico l’olio evo, spadellate a fiamma media;
  5. Con l’aiuto di un cucchiaio riempite le due metà dei peperoni precedentemente preparate e servite spolverando con del parmigiano grattugiato.

Seguimi su Facebook

Risotto al cartoccio con brunoise di peperoni rossi

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Ciao amici🤗🤗, in collaborazione con Luca Lorenzoni, vi presento il mio risotto con peperoni rossi, avvolto nel delizioso prosciutto cotto🐷 artigianale realizzato e venduto da Luca nella sua macelleria😋.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g riso Vialone nano o Carnaroli;
  • 1/2 peperone rosso medio tagliato a brunoise;
  • 1/2 cucchiaio di cipolla tritata;
  • 4 pomodorini datterino tagliati in 4 pezzi;
  • 1/2 cucchiaio di basilico tritato;
  • Un bicchierino di vino bianco secco;
  • 1 cucchiaio di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 4 fette di prosciutto cotto;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Brodo vegetale q.b.;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato.

Istruzioni

  1. Fate rosolare la cipolla con l’olio all’aglio in una casseruola, quando sarà bionda unite i peperoni e i pomodorini, salate, pepate e fateli soffriggere fino a che saranno ammorbiditi. Se necessario, unite del brodo poco alla volta;
  2. Unite il riso e fatelo tostare per qualche minuto mescolandolo, sfumate con il vino bianco, unite il brodo di tanto in tanto, salate, pepate e cuocete al dente fino a che il brodo si sarà assorbito. Unite basilico tritato e mantecate con l’olio evo e parmigiano fuori fiamma;
  3. Rivestite delle coppette dal diametro di circa 10/12 cm. con le fette di prosciutto, lasciate che i lembi escano dai bordi degli stampini, riempite con il risotto le coppette a 3/4 e chiudete la superficie piegando i lembi del prosciutto verso il centro;
  4. Appoggiate un piatto sopra la coppetta, capovolgetela e togliete lo stampo, servite decorando la superficie con del peperone tagliato a brunoise e a piacere con un pizzico di basilico tritato.

Seguimi su Facebook

Segui Macelleria Luca

Gnocchetti di carota e robiola di capra al profumo di erba cipollina

  • Porzioni: 2
  • Problema: bassa
  • Stampa

Una preparazione che esce dagli schemi. Vi parlo di questi gnocchetti, molto particolari, realizzati con carote, robiola di capra, senza uova e conditi con burro aromatizzato all'erba cipollina, ricetta a basso apporto calorico.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g carote;
  • 150g robiola di capra;
  • 100g farina (50g per il composto e 50g per lavorazione);
  • 30g parmigiano grattugiato;
  • Sale, noce moscata q.b.;
  • 4 noci di burro;
  • 1/2 cucchiaio di erba cipollina tritata.

Istruzioni

  1. Pelare e tagliate a rondelle le carote, cuocetele a vapore e passatele al passaverdure;
  2. In una ciotola di vetro, amalgamate la purea di carote con la robiola di capra, aggiungete sale, noce moscata, parmigiano grattugiato e 50g di farina;
  3. Su un piano di marmo, lavorate il composto con il resto della farina, formando dei cordoni dal diametro di 1 cm, tagliate gli gnocchetti con l’aiuto di una spatola e immergeteli in acqua bollente salata fino a che saliranno in superficie;
  4. Toglieteli dall’acqua con una schiumarola e trasferiteli in un tegame con il burro precedentemente fuso a bagnomaria, spadellate a fiamma media e servite spolverando con erba cipollina.

Seguimi su Facebook

 

Lasagne di crepes pasticciate con asparagi verdi

  • Porzioni: 6
  • Problema: medio bassa
  • Stampa

Un imperdibile delizia che vede protagonisti il composto di crespelle senza uova e gli asparagi verdi, avvolti da una gradevole gratinatura croccante ottenuta grazie al parmigiano grattugiato in superficie.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 150g farina tipo 00;
  • 350g latte;
  • 10 asparagi verdi;
  • 1l liquido di cottura degli asparagi;
  • Sale, noce moscata q.b.;
  • 80g olio evo;
  • Un cucchiaio di scalogno tritato;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • Parmigiano grattugiato q.b.;
  • 150g farina bianca tipo 00.

Istruzioni

  1. Mettete la farina in una ciotola con sale e noce moscata, unite il latte poco alla volta, stemperando con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo e non troppo denso. Il composto deve “velare” su un cucchiaio;
  2. Scaldate un placca di dimensione cm 20×15, leggermente unta con olio evo su tutto il fondo inaderente. Aggiungete un mestolo di composto e cuocete per qualche minuto, rivoltante la crepe con l’aiuto di una paletta da cucina e cuocete per qualche minuto;
  3. Togliete la crepe e stendetela a raffreddare su di un canovaccio. Continuate a ripetere questa operazione fino ad esaurimento del composto;
  4. Lessate gli asparagi nell’apposita pentola, precedentemente privati dalla superficie legnosa con l’aiuto di un pelapate, scolateli trattenendo il liquido di cottura, tagliate le punte riponendole in un contenitore e tritate il resto del gambo;
  5. In una casseruola scaldate il cucchiaio di olio evo e fate rosolare lo scalogno fino a che prenderà colore, unite gli asparagi tritati, sale, pepe e insaporite per qualche minuto;
  6. In un piccolo confenitore, unite olio evo e farina, stemperando con una frusta per ottenere un composto cremoso;
  7. Fate bollire il liquido di cottura degli asparagi con sale e noce moscata, unite il composto di olio e farina stemperando con una frusta, mescolate con un cucchiaio e fate sobbollire per 5 minuti;
  8. Unite gli asparagi tritati precedentemente insaporiti con lo scalogno, regolate di sale e noce moscata;
  9. Prendete una pirofila 30x20cm ed unite un mestolo di besciamella agli asparagi, appoggiatevi sopra una lasagna di crepe, unite un mestolo di besciamella, il parmigiano e continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti, completando la superficie con parmigiano e un filo di olio evo cosparso in modo casuale;
  10. Passate in forno a 200°C finché la superficie sarà dorata.

Seguimi su Facebook

Strozzapreti al farro con fave e pomodorini

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Pasta con farina di farro, condita con un delizioso sughetto di fave, pomodorini datterino e, il tutto, profumato con basilico fresco. Una ricetta leggera e ricca di sapore!

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g strozzapreti al farro biologici;
  • 200g fave fresche sgranate;
  • 10 pomodorini pachino;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 1 fogliolina d’alloro;
  • 1 cucchiaio di olio evo all’ aglio;
  • 2 cucchiaio di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Acqua o brodo vegetale q.b.;
  • 1 cucchiaino da caffè di basilico tritato.

Istruzioni

  1. In un tegame soffriggere 1/2 cucchiaio di scalogno con olio evo per qualche minuto, unite fave, sale, pepe, alloro e insaporite per qualche minuto. Lasciate che le fave si ammorbidiscano, se necessario unite qualche cucchiaio d’acqua;
  2. In un altro tegame soffriggete il rimanente scalogno con olio all’aglio, unite i pomodorini tagliati a metà, sale, pepe e insaporite per alcuni minuti cuocendo fino a che si saranno ammorbiti e leggermente asciugati;
  3. A fine cottura unite le fave cotte e il basilico tritato amalgamando il tutto;
  4. Lessate gli strozzapreti per circa 5 minuti in acqua salata, scolateli e uniteli al sugo, unite un cucchiaio di olio evo e spadellate per qualche minuto a fiamma viva con un mestolino d’acqua di cottura della pasta. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Gnocchetti di farina di ceci con salsa ai fiori di zucchina

  • Porzioni: 20 pezzi
  • Problema: bassa
  • Stampa

Questi gnocchi particolari sono molto gradevoli e seguono un procedimento simile agli gnocchi di semolino alla romana, anche se cambiano leggermente gli ingredienti. Ho deciso di accostare un sugo leggero realizzato con i fiori di zucchina.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 250 ml latte;
  • 250 ml acqua;
  • 150 g farina di ceci;
  • 50 g olio evo;
  • 50 g parmigiano grattugiato;
  • Sale fino q.b.;
  • Noce moscata q.b.;
  • 1 rosso d’uovo;

Per il sugo:

  • 12 fiori di zucchina tagliate a julienne;
  • 1 cucchiaio di olio aromatizzato all’ aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Acqua o brodo vegetale q.b.

Istruzioni

  1. In una casseruola portare ad ebollizione il latte mescolato con acqua, il sale, la noce moscata e 30g di olio. Unite la farina di ceci setacciata a pioggia stemperando energicamente con una frusta. Mescolate con un cucchiaio di legno e cuocete per alcuni minuti fino ad ottenere un composto liscio ed uniforme che si stacca dai lati della casseruola;
  2. Versate il composto su un piano di marmo o su un foglio di carta forno, leggermente oleato, lavorato con le mani bagnate sotto acqua fredda. Formate un rotolo liscio e uniforme dal diametro di circa 5 cm;
  3. Fatelo raffreddare per circa 30 minuti;
  4. Nel frattempo tagliare i fiori di zucchina a julienne;
  5. Scaldate un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, unite i fiori di zucchina, sale, pepe e portate a cottura fino a che saranno ammorbiditi, unite poco alla volta brodo vegetale o acqua;
  6. Con un coltello, tenendo sempre la lama bagnata, tagliate dischetti spessi circa 2 cm, e adagiateli in una pirofila leggermente oleata;
  7. Spolverate la superficie  con parmigiano grattugiato, unite 20g burro fuso o olio evo in modo casuale e fate gratinare in forno in modalità grill fino a che la superficie sarà colorita;
  8. Servite accostando la salsa di fiori di zucchina a fianco o sopra ogni pezzo.

Seguimi su Facebook

PicsArt_05-04-10.07.01

Risotto con bruscandoli

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

I bruscandoli sono alimenti di origine vegetale appartenenti al gruppo di germogli di erbe selvatiche commestibili. Questo tipo di vegetale cresce allo stato brado e la parte che ci interessa per realizzare risotti o frittate è la punta. I bruscandoli sono ipocalorici, ricchi di fibre e acqua. È altresì notevole il contenuto di sostanze fitochimiche dal potere antiossidante. Questo vegetale selvatico è reperibile solo nel periodo primaverile. Possono essere consumati dopo essere stati lessati, cotti al vapore e conditi con olio evo, sale e pepe o cucinati in tegame con poco olio, sale e pepe finché si saranno ammorbiditi per poi realizzare risotti e frittate. Il loro sapore amarognolo è la particolarità che contraddistingue questo vegetale.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160g riso Carnaroli o vialone nano;
  • 350g bruscandoli  freschi;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 cucchiai di olio all’aglio;
  • 1 bicchierino di vino bianco secco;
  • Brodo vegetale o acqua q.b.;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1 manciata di parmigiano grattugiato.

Istruzioni

  1. Mettete in ammollo i bruscandoli con un cucchiaio di bicarbonato per 15 minuti, lavateli più volte con acqua corrente fredda e asciugateli con un canovaccio;
  2. Tagliuzzateli a pezzetti e riponeteli in un contenititore. In una casseruola scaldate l’olio all’aglio, unite i vegetali, sale, pepe e rosolateli a fuoco medio basso finché saranno morbidi. Se necessario, unite dell’ acqua poco alla volta;
  3. Una volta cotti al dente, trasferitene metà in un piatto, unite il riso nella casseruola e fatelo tostare a fuoco medio per qualche minuto. Bagnate con vino bianco, fate evaporare, unite sale, pepe, continuate la cottura bagnando con brodo vegetale;
  4. A 3/4 di cottura unite i rimanenti bruscandoli e quando il riso sarà al dente spegnete la fiamma, unite un cucchiaio di olio evo e il parmigiano. Mescolate bene e servite subito.

Seguimi su Facebook

 

Risotto delicato agli asparagi

  • Porzioni: 2
  • Problema: medio bassa
  • Stampa

Ebbene sì! È arrivato il periodo degli asparagi! Da poco si dice che gli asparagi verdi sono più gustosi di quelli bianchi, infatti, i prezzi della qualità verde è aumentata! Come già precisato in un precedente post, il segreto per realizzare un buon risotto è bagnarlo con l'acqua di cottura degli asparagi lessati, in modo che il riso ne assorba tutto il sapore. Non mi stancherò mai di ripetere queste regole, ogni risotto va bagnato con uno specifico liquido di cottura in base all'ingrediente utilizzato per condirlo. Gli asparagi sono dei germogli di colore verde o bianco a seconda che vengano coltivati in presenza o assenza di luce. Gli asparagi vantano ottime proprietà nutrizionali, sono ricchi di fibre, vitamine e sali minerali e sono completamente commestibili.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 12 asparagi verdi freschi;
  • 160 gr. di riso Carnaroli;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • Acqua di cottura degli asparagi q.b.;
  • 1/3 di bicchiere di vino bianco.

Istruzioni

  1. Con un pelapatate togliete la corteccia degli asparagi, metteteli in posizione verticale nell’apposita pentola per la loro cottura e riempirla d’acqua, lasciando esposte le punte per circa 2cm;
  2. Lessateli coprendo con l’apposito coperchio fino a che non riuscirete a infilarli con una forchetta, le punte cuoceranno col calore del vapore. Toglieteli dall’acqua, lasciateli raffreddare e separate le punte dal gusto tenero di una lunghezza di circa 2 cm e riponeteli in un piatto;
  3. Tagliate il fusto a rondelle di circa 3 mm e metteteli da parte. In una casseruola, fate rosolare lo scalogno con 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, unite i fusti tagliuzzati e fate insaporire per qualche minuto, salate e pepate;
  4. Unite il riso e fate tostare per qualche minuto, sfumate con il vino bianco, fatelo evaporare e bagnate con il liquido di cottura degli asparagi bollente fino a che il riso non sarà cotto al dente;
  5. Spegnete la fiamma, regolate di sale e pepe, unite il rimanente olio extravergine d’oliva e il parmigiano grattugiato. Mescolate energicamente fino a che quest’ultimi ingredienti si saranno incorporati, servite in un piatto decorano con le punte degli asparagi calde.

Seguimi su Facebook

Gnocchetti di zucchine con burro e salvia

#mangiareacasablog #gnocchetti #verdure #primipiatti #zucchine #foodstagram #food #cucina #cucinaitaliana

  • Porzioni: 30 pezzi
  • Problema: media
  • Stampa

Buongiorno amici lettori, questo è un modo diverso di realizzare gli gnocchi perché ho utilizzato le zucchine.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 250 gr. zucchine trifolate;
  • 100 gr. patate cotte al vapore;
  • 4 cucchiai di farina bianca tipo 00;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Noce moscata q.b.;
  • 6 foglioline di salvia fresca;
  • 2 noci di burro.

Istruzioni

  1. Passate al passa verdure le zucchine con le patate;
  2. Unite il sale, pepe, noce moscata e la farina;
  3. Impastate tutti gli ingredienti su un piano di marmo e formate dette palline del diametro di un cm crirca tenendo le mani sempre ben infarinate;
  4. Immergete gli gnocchi in acqua bollente salata fino a che affioreranno in superficie, toglieteli dall’acqua con l’aiuto di un ragno e traferiteli in un soutè con il burro precedentemente sciolto e insaporito con la salvia;
  5. Spadellate a fiamma media e servite con parmigiano reggiano.

Seguimi su Facebook

Risotto con cime di broccolo

#mangiareacasablog #risotto #cimedibroccolo #pimipiatti #ricetta #love #foodandWine #f52grams #buzzteast #eatfamous #ilovecooking #homemadefood #recipeoftheday #cheesecake #italianfood #instaeateedyoursoull #f4follow #webstagram #food52 #instacook #foodgraphy #instagood #foodphotooftheday #tasty #italy #igfood #deliciousfood #sweet #yum #feastaaram #eatinanyc #instarekiem

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Questa preparazione abbina il sapore amarognolo delle cime di broccolo con quello delizioso del riso.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200g riso carnaroli o vialone nano qualità semifino;
  • 200g cime di broccolo scottato;
  • 1 cucchiaio da tavolo scarso di cipolla tritata;
  • Brodo vegetale o acqua q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di olio evo all’aglio;
  • 2 manciate abbondanti di parmigiano grattugiato;
  • 2 cucchiai di olio evo per mantenere.

Istruzioni

  1. Scaldate in una casseruola l’olio evo all’aglio, unite la cipolla e fatela rosolare fino a che avrà preso colore. Unite le cime di broccolo, fatele insaporire, aggiungete il brodo poco alla volta fino a che sanno cotte al dente;
  2. Trasferite la metà delle cime di broccolo in un piatto, unite il riso nella casseruola, fatelo tostare per qualche minuto, bagnate con il vino bianco e fate evaporare. Salate, pepate e portate a cottura bagnando con il brodo;
  3. Quando il riso sarà cotto al dente, unite le rimanenti cime di broccolo, spegnete la fiamma, unite l’olio evo e il parmigiano, amalgamate bene il tutto e servite.

Seguimi su Facebook