Rigatoni con calamari, gamberetti e asparagi verdi

Iniziamo dagli asparagi verdi che sono più gustosi di quelli bianchi, sono di stagione e abbinati a calamari e gamberetti creano un sugo delicato e gustoso per condire un ottima pasta come i rigatoni.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr. di rigatoni;
  • 3 teste di calamaro ideali per sughi;
  • 8 asparagi verdi precedentemente pelati a vivo con il pelapatate per togliere la corteccia legnosa;
  • Acqua di cottura degli asparagi q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • 100 gr. di gamberetti in salamoia strizzati;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • Una sfumata di vino bianco secco;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva crudo;
  • Brodo di cottura degli asparagi q.b.

Procedimento:

Pulite le teste di calamari come descritto qui, tagliatele a pezzetti fini e rosolateli con 2 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio. Salate leggermente e pepate, fate asciugare il liquido di  cottura dei calamari e sfumate con il vino bianco, fate evaporare e cuocete per qualche minuto fino a che saranno cotti al dente. Togliete i calamari dal tegame senza il fondo di cottura e riponeteli in un contenitore. Con l’aiuto di un pelapatate, togliete il primo stato legnoso dal gambo degli asparagi ed eliminate la parte finale, quella più dura, di una lunghezza di circa 5 cm. Tagliateli a rondelle fini. Cuocete il resto degli asparagi nell’apposita pentola, coprendo con il coperchio, lasciando le punte fuori dall’acqua fino a che non saranno ammorbidite dal vapore e il gambo potrà essere infilato facilmente con una forchetta. Toglieteli dall’acqua e riponeteli in un contenitore per farli raffreddare, in seguito separate il gambo dalle punte e tagliatelo a pezzetti, mentre le punte lasciatele da parte per guarnire la pasta. Nel tegame contenente il fondo di cottura del pesce, scaldate i rimanenti 2 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio, unite le rondelle di asparagi crude e fate soffriggere per qualche minuto, salate, pepate e bagnate poco alla volta con il liquido di cottura degli asparagi fino a che si saranno ammorbiditi. Unite, a fiama  spenta, i calamari cotti, gli asparagi precedentemente lessati, tagliati a pezzetti e tenuti da parte, fate insaporire e infine aggiungete i gamberetti. Regolate di sale e pepe, unite il prezzemolo e trasferite il sugo in un soutè. Lessate la pasta al dente, scolatela e versate a nel soutè con il sugo, unite un mestolino di acqua di cottura degli asparagi e 2 cucchiai di olio d’oliva crudo, accendete la fiamma e saltate la pasta fino a che risulterà cremosa. Versate a in una pirofila calda, guarnire con le punte degli asparagi tiepide e servite subito.

* A piacere, potete utilizzare il calamaro intero e non solo le teste per questa ricetta. In tal caso, servono 2 calamari, io ho usato solo le teste perché la parte restante mi serviva per un’altra preparazione.

Uova alla russa al profumo di mare

Se a Pasquetta avanzate delle uova sode per la tradizione, le potete recuperare con un ottima insalata russa fatta in casa. Vediamo insieme come eseguirla.

Ingredienti per una porzione:

  • 1 cucchiaio di piselli;
  • 1 cucchiaio di carote tagliate a dadini;
  • 1 cucchiaio di patate tagliate a dadini;
  • 3 cucchiai di aceto bianco;
  • Maionese q.b.;
  • Un uovo sodo (cotto per 5 minuti da quando l’acqua inizia a bollire);
  • Sale, pepe macinato al momento.

* A piacere potete aggiungere qualche rondella di sedano.

Procedimento:

Lessate le verdure in acqua in tre pentolini diversi dato che i tempi di cottura sono diversi. Aggiungere un cucchiaio di aceto bianco per pentolino. Quando le verdure saranno cotte al dente, scolatele e lasciatele raffreddare. Riponetele in un contenitore, unite sale,  pepe e maionese, mescolate con un cucchiaio fino a che il composto sarà omogeneo. Mettete sul fondo di uno stampino cilindrico un cucchiaio di gamberetti in salamoia strizzati, unite l’insalata russa e pressatela bene con un cucchiaio per farla aderire allo stampino, eliminando gli spazi vuoti e riporre in frigo. Tagliate a fette l’uovo sodo in più fette e disponetele ai lati di un piatto in modo circolare. Posate al centro l’insalata russa capovolgento lo stampino e servite subito.

 

Crostoni di pane arabo integrale con stracchino e radicchio rosso brasato

Mi sono piaciuti un sacco! Il pane croccante caldo con lo stracchino e il sapore del radicchio rendono questa ricetta molto appetitosa sia per un antipasto o come secondo piatto. L’idea mi è venuta per recuperare del radicchio avanzato in frigo con le foglie un pò flosce e non  più croccanti. Perciò le ho brasate, creando questa ricetta veloce e appetitosa.

Ingredienti per 2 persone:

Procedimento:

Tagliate a metà nel senso orizzontale il pane arabo e scaldatelo su una piastra o in forno a microonde con modalità grill. Spalmare lo stracchino sul pane con un cucchiaio di radicchio brasato per ogni fetta di pane, salate, pepate e condite in superficie con un filo di olio all’aglio. Servite caldo

Radicchio rosso brasato in tegame

Se in frigorifero avete dimenticato del radicchio rosso e le foglie sono leggermente appassite, non buttatelo perché è recuperabile con questo procedimento molto semplice. Potrete così realizzare velocemente un contorno o condire riso, pasta, secondi piatti e antipasti.

Ingredienti:

  • 2 cuori di radicchio rosso tardivo, Chioggia o Verona;
  • 2 cucchiai d’olio aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di cipolla rossa di Tropea;
  • Brodo vegetale o acqua q.b.

Procedimento:

Mondate e lavate le foglie del radicchio, asciugatele e tagliatele a julienne. In un tegame, rosolate la cipolla tritata con l’olio aromatizzato all’aglio, quando sarà rosolata, unire il radicchio e fatelo insaporire per qualche minuto, salate, pepate e portate a cottura unendo poco alla volta qualche mestolino di brodo vegetale e acqua. Servite caldo.

 

Spicchi di finocchio gratinati al forno senza besciamella

  • Porzioni: 6
  • Stampa

Cari amici, ho deciso di preparare questa conosciutissima ricetta con una variante: senza besciamella! La decisione ha lo scopo di alleggerire la portata rendendola più accessibile dopo aver già consumato un primo piatto sostanzioso o condito con besciamella. Vi posso garantire che il risultato è molto apprezzabile. In aggiunta, in questo modo, recupererete dei finocchi avanzati in frigorifero. Bastano pochi ingredienti per ottenere un contorno veloce gustoso e leggero.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 2 finocchi di medie dimensioni tagliati a spicchi;
  • olio extravergine d’oliva q.b.;
  • sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • Burro fuso q.b.

Istruzioni

  1. Tagliate le estremità del finocchio (barba che potete utilizzare per realizzare paste, risotti, tisane, bruschette ecc.) e successivamente a picchi non troppo spessi, lavateli e cuoceteli a vapore fino a che avranno raggiunto una cottura al dente. Fateli raffreddare.
  2. Ungete il fondo di una pirofila con dell’olio extravergine d’oliva, adagiate gli spicchi di finocchio ben stesi, cospargete la loro superficie con il formaggio grattugiato e unite in modo casuale del burro fuso sopra il Grana o Parmigiano.
  3. Fate gratinare in forno a 200° fin quando la superficie sarà ben dorata e servite ben caldi.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Salsa allo zabaglione

  • Difficoltà: media
  • Stampa

Una regina tra le salse dolci, così almeno la definisco io, una salsa che può essere accostata a parecchi dessert come ad esempio alla Colomba Pasquale o al Pandoro e Panettone Natalizio. Si può servire anche come dessert con lingue di gatto o cantucci.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 10 rossi d’uovo;
  • 180 gr. di zucchero semolato;
  • 3 dl. di marsala.

Istruzioni

  1. Lavorate i rossi d’uovo con lo zucchero in un recipiente fino a che saranno ben amalgamati;
  2. Unite il marsala e montate il tutto con una frusta a bagnomaria, sbattendo dal basso verso l’alto fino a che il composto sarà spumoso e di consistenza al cucchiaio.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Cookpad

 

Millefoglie di filetto di scottona con scaglie di grana e aceto balsamico

Un sublime secondo piatto, ricco di gusto definito, esaltato dal contrasto dolce dell’aceto balsamico col salato di grana e carne.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 filetti di scottona da 150 gr. Cad.;
  • 2 manciatine di scaglie di grana di ottima qualità;
  • 4 rametti di rismarino;
  • Aceto balsamico q.b.;
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Preparate le scaglie di grana utilizzando un coltello dalla lama fine e riponetele in un piatto. Scaldare bene una griglia in ghisa, abbassate la fiamma e posare sopra i 2 filetti un rametto di rosmarino su ambo i lati. Cuocete la carne da ambo i lati, lasciando il cuore ben rosso. Togliete i filetti dalla piastra, tagliateli in tre dischi, ricomponete il filetto su un piatto e aggiungete, tra uno strato e l’altro, delle scaglie di grana. Cospargere qualche chicco di sale grosso sulla superficie, un filo d’olio extravergine e aceto balsamico in modo casuale.

Seguimi su Facebook