Melanzane grigliate sott’olio extravergine d’oliva, profumato all’aglio

Come si preparano le melanzane sott’olio.

Buongiorno amici lettori,

Questa semplicissima ricetta prevede l’utilizzo di pochi ingredienti, la parte più laboriosa è il tempo per grigliare le melanzane affettate, ovviamente tutto dipende dalla quantità che volete preparare. Come già sapete, utilizzo olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio per non appesantire l’alito. Vi posso garantire che il risultato sarà strepitoso, considerando che questa preparazione può essere conservata in frigorifero per diversi giorni così da riuscire a gestire la quantità liberamente.

Ingredienti:

Procedimento:

Grigliate le fette di melanzana da ambo i lati e riponetele su un piatto per raffreddare. Prendete un contenitore di vetro con tappo, fate uno strato di melanzane, salate leggermente, aggiungete un pizzico di prezzemolo tritato e unite un giro d’olio aromatizzato all’aglio. Procedete in questo modo fino ad esaurimento delle fette di melanzana ricoprendo infine con olio e prezzemolo, chiudete il contenitore e conservate in frigorifero.

seguimi su Facebook

Il ragù di carne

Buongiorno amici lettori!

Il ragù di carne è uno dei sughi più buoni ma necessita di ingredienti e procedimento corretti. Alcuni lo realizzano con gli scarti delle carni, altri mettono il concentrato, molto concentato di pomodoro, tutte cose che personalmente non condivido. La mia ricetta prevede solo ingredienti di prima scelta.

Ingredienti:

  • 300 gr. di cartella di manzo macinata;
  • 100 gr. pancetta di maiale tritata a mano;
  • 1 carota, 1 gamba di sedano e 1/2 cipolla medio piccola tagliate a brunoise;
  • 1 foglia di alloro;
  • 3/4 di bicchiere di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 300 gr. polpa di pomodoro realizzata con pomodoro fresco;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Brodo di carne q.b.

Procedimento:

Rosolate con l’olio il trito di pancetta per alcuni minuti, unite sedano, carote, cipolla e fate rosolare. Quando le verdure saranno colorite, unite il macinato di manzo e cuocete per circa mezz’ora a fuoco medio basso fino a che i liquidi saranno evaporati e la carne risulterà sgranata. Unite il vino bianco e fatelo evaporare,  aggiungete la polpa di pomodoro, sale, pepe, la foglia di alloro e cuocete facendo sobbollire, mescolando di tanto in tanto. Unite il brodo, se necessario, poco alla volta fino a cottura ultimata, il ragù non deve essere troppo asciutto. Regolate di sale e pepe, se risulterà leggermente acido, potete aggiungere un cucchiaino di zucchero oppure un cucchiaio di latte.

Seguimi su Facebook

 

La cottura a vapore

Quali sono i vantaggi di questo metodo di cottura?

La cottura a vapore offre molti vantaggi come ad esempio la riduzione del consumo di gas rispetto alla bollitura in acqua. In aggiunta, presenta un enorme vantaggio per la salute, infatti le sostanze presenti negli alimenti, come vitamine e sali minerali, non vengono disperse nell’acqua di cottura come avviene per la bollitura degli alimenti. In questo modo i cibi, soprattutto le verdure, restano più nutrienti e il sapore risulta più ricco ed intenso, mantenendo l’alimento più asciutto, sodo, corposo e naturale. Infine possiamo affermare che questo metodo di cottura non necessita l’aggiunta di grassi, e regala una pietanza leggera con un apporto calorico più contenuto. Concludendo,  possiamo dire che questa cottura permette di ridurre il tempo rispetto alla bollitura che solitamente non supera i 15/20 minuti.

Seguimi su facebook

Pesto di melanzane

Come si prepara il pesto di melanzane.

Gentili amici,

Stavo tagliando le melanzane a fette per grigliarle e, mentre scartavo la prima fetta di melanzana con il lato ricoperto dalla buccia, mi sono detto: “Perché non recuperare queste parti per realizzare un pesto?” Detto fatto e mi sono messo all’opera.

Ingredienti per 2 vasetti di diametro 5 x H 10 cm:

  • 250 gr. scarti di melanzana;
  • 10 gr. pinoli;
  • Sale fino q.b.;
  • 2 cucchiaini da caffè di basilico tritato;
  • Olio aromatizzato all’aglio q.b.

Procedimento:

Tagliate a julienne i fondi di melanzana, passateli su una bistecchiera in ghisa in modo casuale per qualche minuto, rivoltandoli almeno un paio di volte in modo da ammorbidirli, così perderanno una parte di acqua e consistenza. Riponeteli in un piatto e lasciateli raffreddare. Pestate finemente le melanzane e i pinoli in un mortaio o tritaleli finemente a mano con un coltello, unite sale a piacere, basilico fresco tritato e mescolate bene il tutto con un cucchiaio. Riempite i vasetti di vetro con il composto e coprite con olio all’aglio.

Seguimi su Facebook

Filetti di sardina con patate al gratìn

Come preparare i filetti di sardina con patate al gratìn.

Una preparazione molto particolare e molto saporita, si tratta di sardine fresche, appartenenti alla famiglia del pesce azzurro, e patate grattugiate, cosparse sopra il pesce con una spolverata di pangrattato, insaporite con olio aromatizzato all’ aglio, prezzemolo, sale e pepe.

Ingredienti per 2/4 persone:

  • 18 sardine private della testa e lisca centrale, aperte a metà;
  • 2 Patate medie grattugiate;
  • 3 cucchiai di pangrattato;
  • 1 cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio;
  • Sale e pepe macinato al momento;
  • 1 filo di olio evo crudo.

Procedimento:

Dopo aver pulito il pesce, lavate i filetti e lasciateli scolare, stesi in un scolapasta. Grattugiate le patate e adagiate la polpa in un piatto. In una ciotola, condite il pangrattato con olio all’aglio, sale, pepe, prezzemolo e mescolate bene gli ingredienti. Rivestite una placca da forno con l’apposita carta oleata, stendete i filetti di pesce,cospargeteli con una spolverata leggera di pangrattato, adagiate sopra ogni filetto della polpa di patate, salate, pepate leggermente e cospargete la superficie di altro composto di pangrattato. Unite in superficie un filo d’olio evo e cuocete in forno a 200°C fino a che le patate saranno gratinate.

Come si presentano prima di essere infornate.

Seguimi su Facebook

20180923_192230

 

Paccheri ripieni di crema di zucca su letto di pesto alle melanzane

Come si preparano i paccheri ripieni.

Buongiorno gentili amici lettori del mio blog,

Una ricetta che può dare molte soddisfazioni, da servire in due versioni:

  • Versione nouvelle cusine;
  • Spadellati in soutè con crema di zucca aromatizzata e pesto di melanzane.

Prepariamo la ricetta!

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr. paccheri;
  • 200 gr. zucca cotta al vapore;
  • 1 rametto rosmarino e 2 foglie di salvia tritati finemente;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 6 cucchiaini da caffè di pesto alle melanzane.

Procedimento:

Tagliate molto finemente la zucca cotta al vapore, in un soutè scaldate l’olio all’aglio, unite salvia e rosmarino tritati, fate rosolare per qualche minuto e aggiungete la zucca con sale, pepe e un mestolino di acqua di cottura della pasta. Fate insaporire il tutto e lasciate asciugare l’acqua, ottenendo una crema di zucca. Spegnete la fiamma e regolate di sale e pepe. Lessate molto al dente la pasta in acqua salata. Stendete sulla base di un piatto il pesto di melanzane, posizionateci sopra in modo verticale i paccheri, riempiteli di crema di zucca con l’aiuto di un cucchiaino da caffè o un sache-a-poche, spolverate di parmigiano grattugiato, un filo d’olio crudo e gratinate in forno a 200°, oppure scaldate semplicemente per 5 minuti. Servite guarnendo con basilico tritato e parmigiano grattugiato.

Versine semplice:

Dopo aver realizzato la crema di zucca unite il pesto di melanzane e mescolate il tutto nel soutè amalgamando, unite la pasta lessata al dente, aggiungete un filo d’olio extravergine d’oliva e un mestolino di acqua di cottura della pasta. Spadellate con fiamma di media intensità per qualche minuto e inpiattate spolverando con un trito di basilico fresco e grana grattugiato.

Seguimi su Facebook

20180826_125454