Girandole di frittata al forno con zucchine in fiore

Cosa mettere nella frittata.

Una ricetta sicuramente molto golosa con un ortaggio prelibato e molto digeribile. Le zucchine in fiore sono piccolissime e misurano circa 5 cm di lunghezza. La particolarità è il loro fiore ancora rigoglioso e attaccato alla zucchina. Sono tenerissimi, si cucinano in 5 minuti e sono perfetti per questa ricetta splendida e appetitosa, realizzabile in 15 minuti circa. Da servire tiepida o a temperatura ambiente come antipasto oppure calda come secondo piatto.

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 uova intere;
  • 8 zucchine in fiore tagliate a rondelle finissime a differenza del fiore che va bene tagliato anche grossolanamente;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di latte parzialmente scremato.

Procedimento:

In una placca da forno dalle dimensioni di circa 30 x 20 cm, scaldate l’olio, unite le zucchine tagliate con il loro fiore, salate, pepate e fate rosolare a fiamma moderata fino a che si saranno ammorbidite. Unite le uova precedentemente sbattute in una ciotola con sale, pepe e latte, distribuite il composto in tutta la placca in modo uniforme. Fate cuocere a fiamma bassa fino a che l’uovo inizierà a rapprendere ai lati. Passate al forno ad una temperatura di 200° con funzione ventilata fino a che la superficie sarà leggermente colorata. Togliete dal forno, capovolgete la frittata su un foglio di carta forno e fate intiepidire leggermente. Arrotolate la frittata su se stessa con l’aiuto della carta forno che resterà tutta all’esterno, girate il rotolo su un tagliere, eliminate il foglio di carta oleata e tagliate a rondelle spesse 1 cm circa. Posizionate al centro di un piatto dell’insalatina verde tagliata a julienne e disponete le chiocciole di frittata svrapponendole tra loro formando un cerchio in modo che l’insalata possa tenerle leggermente sollevate su un lato come da foto.

Seguimi su Facebook

Insalatina facile con gamberetti, rucola, patate e pompelmo rosa

Gamberetti come possiamo cucinarli.

Un antipasto come al ristorante, che si presta per la stagione calda. Una ricetta facilissima alla portata di tutti, pronta in pochi minuti, può essere servita a temperatura ambiente, lasciando a bocca aperta i vostri ospiti e voi stessi.

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr. gamberetti in salamoia;
  • 1 pompelmo rosa, medie dimensioni;
  • 2 patate medio piccole;
  • Il succo di un limone;
  • 2 cucchiai olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di rucola fresca ritagliata a julienne.

Procedimento:

Scolate e strizzare i gamberetti, riponeteli in una terrina di vetro, unite la rucola, la polpa del pompelmo precedentemente pelato a vivo e tagliata a cubetti, la patata precedentemente cotta al vapore, pelata e tagliata a cubetti. Mettete il succo di un limone in una bottiglitta di vetro piccola con olio evo, scuotetela più volte fino a che il composto sarà montato e cremoso, utilizzando il pollice come tappo per non far fuoriuscire il succo. Versate la citronette nel composto di gamberetti, salate, pepate e mescolate utilizzando un cucchiaio. Mettete sul piatto la buccia del pompelmo pelato a vivo come guarnizione e adagiatevi sopra l’insalata di gambretti, servite a temperatura ambiente.

Seguimi su Facebook

Risotto facile dolce salato con asparagi verdi, brunoise di fagiolini e melone

Melone come abbinarlo.

Un risotto che sposa il sapore dolce del melone con il gusto deciso degli asparagi e dei fagiolini verdi. Nessun sapore sovrappone l’altro, è tutto in armonia. Si tratta di una ricetta insolita ma posso garantirvi un sapore speciale che sa di primavera!

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr. riso Carnaroli o vialone nano;
  • 10 asparagi verdi;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 4 cucchiai di grana o parmigiano grattugiato;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • Acqua di cottura degli asparagi q.b.;
  • 1/3 di bicchiere di vino bianco.
  • 2 cucchiai di melone tagliato a brunoise;
  • 2 cucchiai di tagliolini verdi lessati e tagliati a brunoise.

Procedimento:

Procedete seguendo la ricetta del risotto con asparagi verdi, versate il risotto in pirofila, unite sulla superficie la brunoise di melone e sopra i fagiolini tagliati allo stesso modo, amalgamare tra loro tutti gli ingredienti con il riso prima d’impiattare.

Seguimi su Facebook

20180516_210048

Bicchierini di sfoglia con crema alle fragole light.

Ricetta dolce con pasta sfoglia

Cari amici del mio blog, le temperature sono alte, il caldo si fà sentire e i dessert devono essere freschi, magari preparati al momento utilizzando frutta di stagione a km 0. Mettiamo assieme alcuni canoni di questa preparazione che tutti desideriamo:

  1. Veloci da preparare;
  2. Si possono realizzare in anticipo;
  3. Possiamo farcirli prima di servirli.

La pasta sfoglia si può cuocere in anticipo e conservare cotta a temperatura ambiente per circa una settimana. Dal momento in cui viene a contatto con una crema per la farcitura dev’essere consumata entro le 12 ore successive per non perdere la sua fragranza. Cosa desiderare di più in caso di ospiti a cena? Vediamo assieme la ricetta.

Ingredienti per 8 stampini di diametro circa 5 cm:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia al burro;
  • 200 gr. di Fiorello;
  • 150 gr. yogurt intero alla fragola;
  • 6 fragole km 0 fresche;
  • 2 cucchiaini da caffè di zucchero semolato.

Procedimento:

Sfoderare gli stampini con la pasta sfoglia, bucherellarli con una forchetta e cuoceteli in forno preriscaldato a 200° con funzione ventilata per 15 minuti. Toglieteli dal forno, toglieteli dagli stampini e fateli raffreddare. In una bacinella di vetro amalgamare il Fiorello con lo yogurt, zucchero e le fragole tritate. Mettete in composto in un sache-a-poche, farcite i bicchierini, guarnire con qualche spicchio di fragola in superficie e fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora per far rapprendere la crema dopo averla lavorata. Servite.

20180526_172915

Petali di carne salada su letto d’insalatina fresca con scaglie di tartufo nero e parmigiano

Ricetta per preparare la carne salada cruda.

La carne salada è un salume caratteristico della provincia di Trento, generalmente preparato con tagli di manzo. Si ottiene generalmente dalla fesa di bovino adulto, i tagli vengono ripuliti da tutte le parti grasse e tendinose, cosparsi con una miscela di sale e altri ingredienti e disposti in contenitori dove rimarranno dalle 2 alle 5 settimane a seconda delle dimensioni dei pezzi. Durante questo periodo di maturazione, la carne viene conservata in locali bui ad una temperatura di circa 12°C e viene assaggiata ogni 3 giorni. Una produzione di qualità non prevede l’utilizzo dell’acqua nel processo produttivo. Questa pietanza è ideale da servire come antipasto semplice, veloce e gustoso

Ingredienti per 1 porzione:

  • 6 fette di carne salada tagliata non molto sottile;
  • 8 scaglie di tartufo nero;
  • 1 cucchiaio scarso di scaglie di parmigiano;
  • Una manciata di insalatina verde tenera o soncino;
  • Un filo d’olio extravergine d’oliva crudo;
  • 1/2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • Qualche goccia di succo di limone.

Procedimento:

Tagliate l’insalatina grossolanamente con un coltello, conditela con olio, limone e riponetela unita in modo orizzontale per tenere alzata la carne che verrà disposta sulla sua superficie, piegando le fette su sé stesse, tenendo unita un’estremità e allargata quella opposta, formando dei bocciòli. Unite sopra la carne, le scaglie di tartufo e di parmigiano, condite cospargendo in modo casuale un filo d’olio extravergine e servite.

Seguimi su Facebook

Barchette di melanzane con ripieno vegetariano al profumo d’estate

Come sappiamo, le melanzane sono ortaggi utilizzabili in moltissime preparazioni: sughi per paste o risotti, contorni cotti e anche secondi piatti. Il contorno cotto più diffuso sono le melanzane al funghetto oppure in tegame con l’aggiunta di pomodorini freschi, seguono le famosissime melanzane alla parmigiana, realizzate rigorosamente con parmigiano e non con mozzarella come spesso suggerito, ahimè, su riviste o nei menù di ristoranti. In aggiunta, per quest’ultima preparazione, le fette di melanzane dovranno essere fritte, non grigliate o cotte a vapore. Come precedentemente menzionato, le melanzane possono essere utilizzate per sughi composti da verdure, pesci o carni per condire paste o risotti e possono essere aggiunte anche alle altre verdure per la preparazioni di passati di verdura o minestrone. In questo post, lascio il video per la realizzazione della ricetta, oltre allo scritto.

Ingredienti per 4 melanzane qualità lunga di media grandezza:

  • 4 melanzane tagliate a metà;
  • 7/8 cucchiai di pangrattato fine;
  • 3 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 8 pomodorini datterino tagliati a pezzetti finissimi;
  • 1 cucchiaio di basilico fresco tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 filo d’olio extravergine d’oliva per melanzana;
  • Acqua q.b.

Procedimento:

Con l’aiuto di un cucchiaio da tavola estrarre la polpa delle melanzane lasciando circa 5 mm di bordo intorno alle melanzane, precedentemente tagliate a metà. Tagliate a cubetti finissimi la polpa estratta e passate in tegame per 5 minuti con olio all’aglio, salate e pepate. Fate raffreddare e riponete in un contenitore di vetro, unite i pomodorini, il basilico, 7 cucchiai di pangrattato, mescolate amalgamando il tutto con l’aiuto di un cucchiaio e regolate di sale e pepe. Stendete le melanzane su una placca da forno, precedentemente rivestita di carta oleata, mettete sul fondo di ogni melanzana un pizzico di sale. Riempite le barchette di melanzane con il composto precedentemente preparato, distribuite sulla loro superficie l ‘ultimo cucchiaio di pangrattato avanzato e unite un filo d’olio extravergine in modo casuale. Infornate a 200° con funzione ventilata per circa 50 minuti facendo attenzione di bagnare di tanto in tanto tutta la loro superficie con qualche goccio d’acqua per mantenerle morbide durante la cottura, evitando che possano seccare. Servite su un piatto guarendo con insalata fresca tagliata a julienne e pomodori tagliati a rondelle.

Variante:

Possiamo cuocere a vapore le mezze melanzane, private della loro polpa, portandole a 3/4 di cottura per ammorbidirle e ridurre la cottura in forno prima della farcitura. In questo caso, non bagnare durante la cottura.

Seguimi su Facebook  puoi vedere il video