Salsa al gorgonzola per antipasti

  • Porzioni: 4-6
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Secondo me la salsa al gorgonzola servita per accompagnare un antipasto come verdure, muffin strudel salati ecc., non ha bisogno di un roux. Infatti può addensare per riduzione, perché deve semplicemente velare su un cucchiaio. In realtà, per mia scelta, la utilizzo anche per condire la pasta.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 200 gr. latte;
  • 200 gr. gorgonzola;
  • Una manciata di parmigiano grattugiato;
  • 100 ml. panna da cucina.

Istruzioni

In un pentolino scaldate il latte, unite gorgonzola e parmigiano e cuocete a fiamma bassa per circa 8 minuti mescolando. Quando la salsa inizierà a velare sul cucchiaio, unite la panna da cucina per legare e fate cuocere ancora per 2 minuti circa. La salsa dovrà risultare al cucchiaio.

Seguimi su Facebook

Mousse al cioccolato

  • Porzioni: 15 porzioni
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Oggi vi parlo di una ricetta deliziosa che mi riporta al periodo in cui frequentavo l'istituto professionale alberghiero. Di fatto l'ho imparata a scuola e messa a punto successivamente grazie all'esperienza maturata nella pasticceria professionale. Questo dessert al cucchiaio racchiude tutto il sapore del cioccolato fondente che appaga il palato delicatamente.

Aggiungere quì eventuali note.

Ingredienti

  • 5 rossi d’uovo;
  • 5 albumi montati a neve;
  • 100 gr. zucchero a velo;
  • 250 ml panna liquida da montare;
  • 250 gr. cioccolato fondente.

Istruzioni

  1. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, nel frattempo lavorare i rossi d’uovo con lo zucchero a velo.
  2. Unire il cioccolato quando sarà tiepido, i bianchi d’uovo molto delicatamente sollevando il composto dall’alto verso il basso e infine allo stesso modo la panna montata.
  3. Versare il composto in una pirofila o stampini da dessert e far riposare in frigorifero per almeno 12 ore.
  4. Servire con spuntoncini di panna montata e lingue di gatto a piacere o con qualche frutto di bosco fresco e foglioline di menta per decorare.

Variante: è possibile aggiungere 2 cucchiaini di caffè solubile sciolto in poca acqua tiepida e dare alla mousse un sapore di caffè.

Seguimi su Facebook

Spinaci freschi al burro

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Gli spinaci sono vegetali erbacei e fanno parte di uno degli alimenti più diffusi. In cucina, gli spinaci hanno molti utilizzi e si dimostrano molto versatili. Questi vegetali possono essere consumati crudi in insalata, lessati o saltati in padella. Principalmente coprono il ruolo del contorno, ma fanno anche parte di molte ricette di primi e secondi piatti, e usati altresì nella preparazione di ripieni per ravioli o tortelloni e come colorante per pasta e farcitura di involtini o arrosti. Pur essendo molto abbondante, il 95% di ferro, contenuto negli spinaci è inutilizzabile come nutriente a causa della sua forma chimica e della presenza di acido ossalico e derivati. Si precisa che per assorbire l'equivalente in ferro fornito da 100 gr. di carne, serve consumare più di un kg. di spinaci. Essi contengono 2,9 mg. di ferro per 100 gr. di prodotto fresco. La scarsa biodisponibilità del ferro in questo vegetale è anzitutto causata dalla sua tipologia chimica, ma anche dalla presenza di ossalati. Purtroppo la cottura è responsabile non solo dell'eliminazione di un fattore antinutrizionale per il ferro, ma anche di un nutriente che ne faciliterebbe l'assorbimento. Per tutti questi motivi gli spinaci andrebbero consumati crudi. La cottura in acqua tende a disperdere il loro prezioso carico di minerali per diluizione; preferendoli cotti, ecco perchè, si consiglia di consumarli al vapore con l'aggiunta di qualche goccia di limone per ripristinare la concentrazione di vitamina C persa in cottura e necessaria ad aumentare la biodisponibilità del ferro.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Ingredienti

  • 1Kg. spinaci freschi;
  • 1 cucchiaio di olio evo q.b.
  • sale, pepe macinato al momento;
  • 1 noce di burro;
  • 1 cucchiaio di succo di limone.

Istruzioni

  1. Lavate molto bene gli spinaci freschi togliendo eventuali foglie ingiallite e parti in eccesso della radice, scolateli con molta cura e cuoceteli a vapore per pochissimi minuti fino a che le foglie non si ammorbidiranno.
  2. In un tegame sciogliete il burro con olio evo senza farlo friggere. Fuori fiamma unite gli spinaci, sale, pepe e insaporite per qualche minuto rimestandoli, incorporate il succo di limone e servite caldi.

Seguimi su facebook

Funghi trifolati

  • Porzioni: 2
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

Questa ricetta è molto semplice, ma a volte, le cose semplici sono difficili, soprattutto se il procedimento non è corretto. Due sono i particolari da non sottovalutare: il primo è la cottura che solitamente deve essere breve, anche se per alcune qualità di funghi il tempo di cottura cambia e, il secondo, è il liquido rilasciato dai funghi durante la cottura che deve evaporare. I funghi devono sempre avere una cottura al dente.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 8 funghi champignon privati dalla parte inferiore del gambo, puliti dai residui di terra e tagliati a julienne;
  • 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Una spolverata di prezzemolo tritato;
  • Una spruzzata di vino bianco.

Istruzioni

  1. Scaldate l’olio all’aglio in un soutè, unite i funghi, salate, pepate e spadellateli fino a che il loro liquido non sarà evaporato;
  2. Spruzzate con vino bianco, lasciate evaporare, spegnete la fiamma e unite il prezzemolo tritato. [/recipe-descriptions]

Seguirmi su Facebook

Il ragù di carne

  • Porzioni: 6 circa
  • Difficoltà: media
  • Stampa

Buongiorno amici lettori! Il ragù di carne è uno dei sughi più buoni ma necessita di ingredienti e procedimento corretti. Alcuni lo realizzano con gli scarti delle carni, altri mettono il concentrato, molto concentato di pomodoro, tutte cose che personalmente non condivido. La mia ricetta prevede solo ingredienti di prima scelta.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 300 gr. di cartella di manzo macinata;
  • 100 gr. pancetta di maiale tritata a mano;
  • 1 carota, 1 gamba di sedano e 1/2 cipolla medio piccola tagliate a brunoise;
  • 1 foglia di alloro;
  • 3/4 di bicchiere di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 300 gr. polpa di pomodoro realizzata con pomodoro fresco;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Brodo di carne q.b.

Istruzioni

  1. Rosolate con l’olio il trito di pancetta per alcuni minuti, unite sedano, carote, cipolla e fate rosolare. Quando le verdure saranno colorite, unite il macinato di manzo e cuocete per circa mezz’ora a fuoco medio basso fino a che i liquidi saranno evaporati e la carne risulterà sgranata;
  2. Unite il vino bianco e fatelo evaporare,  aggiungete la polpa di pomodoro, sale, pepe, la foglia di alloro e cuocete facendo sobbollire, mescolando di tanto in tanto. Unite il brodo, se necessario, poco alla volta fino a cottura ultimata, il ragù non deve essere troppo asciutto;
  3. Regolate di sale e pepe, se risulterà leggermente acido, potete aggiungere un cucchiaino di zucchero oppure un cucchiaio di latte.

Seguimi su Facebook

 

La peperonata

  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: facile
  • Stampa

La peperonata è un contorno molto gustoso, ma per essere fatta a regola d'arte, secondo il mio modesto parere, si devono usare pochi pomodori. Va cotta a fuoco lento e, possibilmente, senza aggiungere acqua. In effetti, la peperonata dev'essere cucinata solo nel liquido rilasciato da peperoni e pomodori, proprio per non risultare acquosa.

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

  • 6 peperoni, 2 gialli, 2 verdi e 2 rossi;
  • 8 pomodori medi maturi San Marzano;
  • 1/2cipolla rossa;
  • Olio extravergine d’oliva (2 cucchiai);
  • Sale e pepe macinato al momento q.b;

Istruzioni

  1. Tagliate i peperoni a metà tenendoli in verticale, con la parte del manico rivolta verso il basso. Eliminate la parte del manico, i semi e le parti bianche interne;
  2. Lavateli bene con acqua fredda e tagliateli a pezzetti di circa 5 cm di lunghezza per 2 cm di larghezza e metteteli in una terrina. Prendete i pomodori, lavateli , tagliateli a metà verticalmente, poi orizzontalmente a listarelle larghe 1 cm circa e metteteli nella terrina con i peperoni precedentemente tagliati;
  3. Affettate la 1/2 cipolla a fette sottili, tenendola appoggiata sul tagliere dalla parte precedentemente tagliata, per avere una buona base d’appoggio, evitando così che scivoli col rischio di tagliarvi;
  4. Prendete una casseruola con bordi medi, mettete l’olio extravergine d’oliva e accendete la fiamma. Quando l’olio sarà caldo, aggiungete la cipolla e soffriggete fino a che non sarà colorita, mescolate di tanto in tanto, unite peperoni, pomodori tagliati, sale, pepe macinato al momento e cuocete mescolando;
  5. Cuocete a fuoco lento fino a quando i peperoni saranno cotti. A cottura ultimata lasciate raffreddare e conservate in un contenitore di vetro.

20170909_095625

Seguimi su Facebook

20170909_112134

Il pesto di rucola

  • Porzioni: 1 vasetto
  • Difficoltà: bassa
  • Stampa

Gentili amici, il pesto di rucola è ideale in questo periodo. Lo abbiniamo a primi piatti, antipasti e secondi. Sostanzialmente si può preparare in anticipo, come il pesto alla genovese, e conservare in frigorifero sott'olio. Vediamo insieme come si prepara!

Aggiungi quì eventuali note.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Pestate nel mortaio o tritate a mano molto finemente la rucola con i pinoli, unite il sale, mescolate bene e riponete il trito in un vasetto di vetro dalle dimensioni precedentemente descritte;
  2. Unite l’olio aromatizaato all’aglio fino a coprire la superficie del composto e conservate in frigo chiudendo con un coperchio.

Seguimi su Facebook