Sandwich di filetto con patate chips arrostite

Come preparare il filetto di manzo.

Un secondo piatto che può essere servito anche come piatto unico. L’importanza di questa ricetta è trasmettere il gusto delle patate alla carne e viceversa, solo così possiamo ottenere un sapore avvolgente e gradevole. Per fare tutto ciò, seguire il procedimento a regola d’arte, diventa fondamentale.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 filetti di scottona piemontese da 150 gr. cad.;
  • 4 rametti di rosmarino fresco;
  • Sale grosso, sale fino e pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 patate medio piccole private della pelle e tagliate a rondelle finissime;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Procedimento:

In un soutè, scaldare 2 cucchiai di olio con 2 rametti di rosmarino tritati, unite le patate tagliate, sale fino, pepe e saltatele fino a che non saranno ben rosolate, unite un piccolo mestolino d’acqua e fate evaporare. Riponete le patate in un piatto e copritele. Nello stesso soutè scaldate i rimanenti 2 cucchiai di olio extravergine con i 2 rametti di rosmarino, fate soffriggere per qualche minuto, togliete il rosmarino e unite i due filetti di carne. Rosolateli 4 minuti per lato a fuoco medio, unite le patate e insaporite il tutto qualche minuto. Spegnete la fiamma. Togliete i filetti dal soutè e tagliateli a metà in orizzontale, mettete in un piatto una metà della carne, farcite con le patate e coprite con l’altra metà di carne. Salate la superficie con del sale grosso e del pepe macinato al momento, aggiugete un filo di olio crudo e un pizzico di prezzemolo. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Come cucinare la pasta

Come si  cucina la pasta.

Siamo famosi in tutto il mondo per essere i migliori nella preparazione della pasta e per conoscerne i segreti. A volte è  molto semplice dire prepariamo un piatto di pasta”, ma quanti errori si possono commettere? Anche le ricette più semplici devono essere realizzate a regole d’arte.

Vediamo insieme alcuni accorgimenti per preparare la pasta:

  1. Le qualità di pasta sono tante e spesso, le diversità determinano prezzi variabili. Tra tutte, la pasta trafilata al bronzo accoglie bene i condimenti, garantendo una resa migliore;
  2. Ogni condimento va abbinato ad uno specifico formato di pasta, la pasta corta è  più indicata a ragù o sughi poco omogenei, la pasta a spirale invece a sughi a base di pomodoro, la pasta lunga si sposa a sughi liquidi e cremosi e la pasta brigata assorbe molto meglio i condimenti;
  3. Ora veniamo all’acqua: di solito il rapporto è 1 litro di acqua ogni 100 gr. di pasta, l’utilizzo di poca acqua può essere indicato per cotture come ad esempio il “risottare” che prevedere la cottura della pasta nel sugo aggiungendo acqua poco alla volta;
  4. Quando si preparano le insalate di pasta non deve mai essere raffreddata sotto l’acqua per fermare la cottura ma deve essere cotta molto al dente, scolata e lasciata raffreddare amalgamandola con olio per evitare che si attacchi su se stessa;
  5. La cottura della pasta è molto importante, quindi è necessario attendersi ai tempi di cottura indicati sulle confezioni, al limite scolatela qualche minuto prima e terminate la cottura con il condimento, bagnandola con acqua di cottura della pasta, assaggiandola per non sbagliare la cottura;
  6. Per quanto riguarda il sale, serve aggiungerlo all’acqua solo quando avrà iniziato a bollire. La giusta dose è  di circa 8 gr. ogni 100 gr. di pasta. Mettere il sale prima che l’acqua inizi a bollire, potrebbe rallentare il bollore, mentre  è sbagliato unirlo durante la cottura della pasta;
  7. Alcuni aggiungono olio durante la cottura per tenere separata la pasta, vi posso garantire che non serve nemmeno per la pasta all’uovo;
  8. Non usare il coperchio durante la cottura della pasta, il coperchio serve solo per accelerare il bollore dell’acqua prima di immergere la pasta;
  9. Anche le pentole devono essere scelte con cura, ad esempio consiglio una pentola alta con un diametro medio, per indenderci, le pentole a forma di cilindro sono le ideali;
  10. Scolate la pasta utilizzando uno scolapasta con il manico, in modo che la preziosa acqua di cottura resti nella pentola, unitela al sugo in un soutè e saltatela per qualche minuto a fiamma media per amalgamarla meglio con il sugo, unendo se necessario, acqua di cottura.

Seguimi su Facebook

 

Zucchine trifolate

Come preparare le zucchine trifolate.

Non ci sono molte parole per descrivere questa fantastica ricetta, sana, veloce e molto saporita. Vi sembrerà impossibile, ma non riesco mai a mangiarle buone nei ristoranti!

Ingredienti:

Preparazione:

Lavate le zucchine ed eleminate le estremità, tagliatele a rondelle fini e posatele in una ciotola.

20170909_124232

Prendete una padella con manico lungo di circa 30 cm di diametro con bordi alti circa 5 cm. Scaldate 3 cucchiai di olio aromatizzato dell’aglio a fiamma moderata, unite le zucchine, salate e pepate, alzate leggermente la fiamma e saltate o mescolate di tanto in tanto fino a che le zucchine non saranno colorite e cotte.

20170909_124721

In questo caso non aggiungete mai acqua, piuttosto abbassate la fiamma. A cottura ultimata aggiustate di sale e pepe a piacere.

Tempo di cottura:15/20 minuti

Seguimi su Facebook

Insalata di mare estiva al sapore di pompelmo rosa aromatizzata con trito di rucola selvatica

Come si prepara questa insalata di mare particolare.

Una ricetta molto estiva ricca di gusto e molto leggera, si può consumare come antipasto ma anche come secondo piatto.

Ingredienti per 6 persone:

  • 2 seppie pulite fresche;
  • 300 gr. gamberetti in salamoia sgocciolati;
  • 1 pompelmo rosa pelato a vivo e tagliato a cubetti;
  • 3 patate medie cotte a vapore, pelate e tagliate a cubetti;
  • 1 mazzetto di rucola selvatica;
  • 500 gr. di cozze fresche;
  • 500 gr. di vongole veraci fresche;
  • 4 cucchiai di olio evo;
  • Il succo di un limone;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato.

Procedimento:

Lessate al dente le seppie dopo averle pulite, raffreddatele, tagliatele a julienne e riponetele in una terrina. Unite i gamberetti scolati e strizzati. Cuocete le cozze e vongole, dopo averle pulite, in una pentola coperta con un coperchio, con olio, uno spicchio d’aglio, del prezzemolo tritato e vino bianco fino a che i molluschi non si saranno aperti, rimestando almeno un paio di volte. Fatele raffreddare e sgusciatele aggiungendole al resto del pesce. La loro acqua di cottura la potete recuperare e congelare per la cottura di un futuro risotto con frutti di mare o altre preparazioni. Cuocete a vapore le patate, privatele della pelle e, una volta fredde, tagliatele a cubetti e unitele al pesce. Pelate a vivo il pompelmo e tagliatelo a cubetti, tagliate la rucola grossolanamente e unite il tutto agli altri ingredienti. Salate, pepate e mescolate bene con un cucchiaio. In una ciotola, sbattete con una frusta di piccole dimensioni il succo di limone con l’olio evo rendendoli omogenei fino ad ottenere una consistenza cremosa. Condite il composto di pesce con questa citronette appena realizzata e servite tiepido, spolverando con prezzemolo tritato.

Seguimi su facebook

Gnocchetti di ricotta e fiori di zucchina gratinati in forno

Come si preparano questi gnocchetti con ricotta e fiori di zucchina.

Cari lettori,

Vi parlo di questi deliziosi gnocchetti molto leggeri e digeribili realizzati con ricotta vaccina, fiori di zucchina, farina bianca, parmigiano grattugiato e uova. Ho usato un condimento a tema, realizzato con zucchine e Philadelphia, il tutto messo in pirofila foderata con fette sottili di melanzane grigliate e infine, gratinato in forno. Potete utilizzare una pirofila da 35 cm x 20 cm oppure 4 stampini monoporzione diametro 10 cm circa x 5 cm di altezza. Vediamo assieme la ricetta.

Ingredienti per 2 persone:

  • 250 gr. ricotta vaccina passata al setaccio;
  • 100 gr. farina bianca;
  • 1 uovo intero;
  • 60 gr. parmigiano grattugiato;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Ingredienti per il sugo:

  • 3 zucchine medio piccole tagliate a rondelle fini, ricavate da queste rondelle 2 cucchiai tagliandole a julienne finissima;
  • 50 gr. fiori di zucchina trifolati (circa 10 fiori crudi);
  • Fette di melanzane grigliate q.b. per foderare lati e fondo della pirofila o stampini monoporzione;
  • 3 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio;
  • 70 gr. Philadelphia;
  • Semolino q.b.
  • Sale, pepe q b.

Procedimento:

Oleate leggermente l’interno di una pirofila e foderate fondo e lati con le fette di melanzane grigliate. In un soutè scaldate 2 cucchiai di olio all’aglio, unite le zucchine tagliate a rondelle fini, salate, pepate e saltatele fino a cottura ultimata. Unite il Philadelpia e fatelo sciogliere nelle zucchine con un cucchiaio di acqua calda. In un altro soutè scaldate 1 cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, unite i fiori di zucchina tagliati a julenne, salate, pepate e portate a cottura unendo qualche cucchiaio di acqua. Quando saranno ammorbiditi, togliete dalla fiamma e lasciateli raffreddare. Impastate la ricotta con l’uovo intero, precedentemente sbattuto con una forchetta, unite sale, pepe, i fiori di zucchina e incorporate la farina poco alla volta fino ad ottenere un composto che si possa manipolare. Formate dei cordoli del diametro di circa un cm su un piano da lavoro cosparso di semolino, tagliate, con l’aiuto di una spatola, dei piccoli gnocchetti della lunghezza di 1 cm tenendoli separati tra loro. Fate bollire dell’acqua in una casseruola, unite sale grosso e fate lessare gli gnocchi, quado inizieranno a galleggiare toglieteli dall’acqua con una schiumarola e riponeteli nel soutè con il sugo di zucchine e Philadelphia, salatelo con un cucchiaio di olio evo utilizzando una fiamma dolce. Quando gli gnocchi saranno cremosi, distribuiteli nella pirofila foderata con le fette di melanzane, unite sulla superficie le zucchine a julienne, una manciata di parmigiano grattugiato e un filo d’olio evo distrbuito in modo casuale. Gratinate in forno con funzione ventilata a 200° fino a che la superficie non sarà dorata.

Seguimi su Facebook

 

 

 

Capesante scottate in tegame su crema di piselli

Una ricetta che sposa il sapore dei piselli arricchito dal sapore del liquido di cottura delle capesante, il tutto abbinato con i molluschi in un gustoso delicato contrasto che avvolgerà  piacevolmente il vostro palato.

Ingredienti per 2 persone:

Procedimento:

In un tegame rosolate le capesante con in cucchiaio di olio aromatizzato all’ aglio, salate e pepate da ambo ai lati, cuocete per alcuni minuti, sfumate con del vino bianco e fate evaporare. Cuocete a 3/4 di cottura. In un altro tegame, rosolate le verdure con un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio per alcuni minuti, cuocete unendo del brodo vegetale poco alla volta e il liquido di cottura delle capesante, frullate con un mixer ad immersione fino ad ottenere una crema. Regolate di sale e pepe. Distribuite la crema sul fondo di un piatto teso, appoggiatevi sopra le capesante tiepide e guarnire con del prezzemolo tritato. Servite subito.

Seguimi su Facebook

Medaglie di mozzarella di bufala biologica DOP fritte con salsa al pomodoro fresco

Come cucinare la mozzarella di bufala.

Oggi prepariamo questa ricetta deliziosa, ottima come antipasto o come secondo piatto. Una preparazione molto sfiziosa che abbinata con la salsa al pomodoro fresco assume un sapore perfetto.

Ingredienti per 2 persone:

  • 250 gr. mozzarella di bufala biologica DOP;
  • Farina bianca q.b.;
  • 1 uovo;
  • Pane raffermo grattugiato q.b.;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.;
  • Olio evo q.b.;
  • 12 pomodorini datterino tagliati in 4 pezzi;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1/2 cucchiaio di cipolla bianca tritata;
  • 1 pizzico di basilico tritato;
  • Brodo vegetale q.b. se necessario.

Procedimemto:

Tagliate la mozzarella a fette spessa circa 1 cm, lasciatela scolare dal suo siero in un colino per circa mezz’ora. Nel frattempo rosolate la cipolla in un cucchiaio di olio aromatizzato all’aglio, unite i pomodorini lavati e tagliati in 4 pezzi, salate, pepate e cuocete a fuoco medio per circa 20 minuti unendo, se necessario, del brodo vegetale o acqua, poco alla volta. A fine cottura unite una foglia di basilico tritato e regolate di sale. Preparate in tre fondine separate la farina bianca, uovo sbattuto con sale e pepe, pane grattugiato. Impanate le fette di mozzarella passandole progressivamente nella farina, uovo, pangrattato e ripetendo l’operazione nell’uovo e nel pane. Pressatele bene per permettere al pane di aderire bene e friggere in un tegame della larghezza di circa 30 cm. Coprire il  fondo del tegame con olio extravergine d’oliva senza esagerare, evitando così spreco inutile di olio. Quando saranno ben dorate da ambo i lati, toglietele dall’olio e fatele asciugare su carta assorbente per alimenti. Servitele calde con una ciotola di sugo al pomodoro fresco.

Seguimi su Facebook