Crocchette di carciofi

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Le crocchette sono una preparazione gradita da tutti, sulle tavole prediligono quelle realizzate con le patate, ciò non toglie che si possono realizzare con tantissime verdure come ad esempio le melanzane, carote, ceci, fagioli, lenticchie, ecc., oggi ve le propongo con i carciofi.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

Ingredienti per 6 crocchette medie:

  • 200 gr. fondi di carciofo freschi tagliati a julienne;
  • 1/2 cucchiaio di scalogno tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 uova intere;
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato;
  • Farina bianca q.b.;
  • 4 cucchiai di pane grattugiato;
  • Pane grattu
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Brodo vegetale o acqua q.b.;
  • 5 cucchiai circa di olio evo per friggere.

Istruzioni

  1. In un tegame rosolare con olio dell’aglio lo scalogno, unite i carciofi e fate rosolare, salate, pepate e portate a cottura i vegetali unendo acqua o brodo vegetale di tanto in tanto.
  2. A cottura ultimata passate i carciofi al mixer e fate intiepidire.
  3. Unite 1 uovo intero, pepe, il parmigiano grattugiato e 4 cucchiai di pangrattato. Mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo e denso.
  4. Formate 6 tronchetti regolari, passateli nella farina, uovo sbattuto e pangrattato, ripetete l’operazione nell’uovo e pangrattato se gradite un impanatura più spessa.
  5. Friggetele nell’olio evo ben cado fino a che saranno ben dorate su tutti i lati.

Seguimi su Facebook

Filetto di manzo con riduzione di aceto balsamico

bollino-federcani-400px

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

La carne è un ingrediente che non può assolutamente mancare nelle ricette del menù di Pasqua!<br />In occasione di Pasqua 2020 Federcarni, la Federazione nazionale Macellai, ha deciso di raccogliere le più interessanti ricette a base di carne.<br />Questa ricetta è stata scelta dai macellai Federcarni ed è stata inserita all’interno della selezione delle migliori ricette di carne per il menù pasquale. <br />L'aceto balsamico è un ottimo condimento per le ricette di carne e non solo. In questo caso specifico, ho creato una salsa molto gradevole da associare ad un taglio di carne eccellente come il filetto di bovino.

Leggi magazine federcarni

Aggiungi qui eventuali note.

ingredienti

  • 2 medaglioni di filetto da 150gr. Cad. alti almeno 1 cm;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • 4cucchiai colmi di aceto balsamico;
  • sale q.b.;
  • pepe macinato al momento q.b.;
  • Farina bianca q.b.;
  • Un bicchierino di vino bianco;
  • Un mestolino d’acqua o brodo vegetale se necessario.

Istruzioni

  1.  In un tegame scaldate l’olio, unite i filetti precedentemente infarinati e cuoceteli a fiamma medio bassa per circa 4 minuti per lato;
  2.  Eliminate il fondo di cottura, bagnate con vino bianco, fate evaporare la gradazione alcolica e unite l’aceto balsamico.
  3. Insaporite la carne per circa un minuto, toglietela e sistematela su un piatto.
  4. Unite alla salsa un mestolino di brodo vegetale o acqua e fate ridurre a fiamma l’intensità media mescolando continuamente fino a che la salsa non inizierà a velare su un cucchiaio.
  5. Distribuite la salsa sopra la carne, decorate con un pizzico di prezzemolo tritato e servite caldo.

Seguimi su Facebook

 

Spicchi di radicchio rosso gratinati con dadolata di formaggio Asiago

  • Porzioni: 4
  • Problema: facile
  • Stampa

Il radicchio rosso di Treviso è un ortaggio italiano a indicazione geografica protetta. In commercio ci sono diverse qualità di radicchio rosso, tra cui quello di Verona e di Chioggia. Il radicchio trevigiano ha una forma allungata, mentre quello di Verona e di Chioggia ha una forma più arrotondata. Il suo colore è rosso scuro intenso con striature bianche e ha una consistenza croccante. Il radicchio di Treviso si presenta in due varianti, il <strong>Precoce</strong>, meno pregiato, con foglia più larga ed il suo sapore è più amaro, oppure il <strong>Tardivo</strong>, chiamato così per il suo complesso procedimento di produzione. Si presenta con foglie lunghe e affusolate, con una costa centrale bianca e foglie di un colore rosso violaceo intenso. Il raddicchio è ricco di antiossidanti che rallentano il processo di invecchiamento cellulare ed è indicato a chi ha problemi cutanei (foruncoli), artrite e reumatismi. Possiede un contenuto calorico molto basso ed è ricco di vitamina A, B1 e B2. Ha proprietà depurative e, grazie all'alto contenuto di acqua, la presenza di fibre e principi amari, favorisce la digestione ed il buon funzionamento dell'intestino. Il calcio ed il ferro presenti nel radicchio rosso sono in grado di favorire il metabolismo delle ossa rendendole più forti, infine apporta benefici al sistema nervoso contrastando i disturbi legati all'insonnia.

Aggiungi quì eventuale note.

ingredienti

  • 4 gambi medi di radicchio rosso tagliati in 4 spicchi;
  • 1 cucchiaio di cipolla rossa di Tropea tritata finemente;
  • 2 cucchiai di Olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • 1/2 bicchiere di vino rosso secco;
  • 100 gr. di formaggio Asiago tagliato a cubetti;
  • Sale, pepe q.b.
  • Brodo vegetale q.b.
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato.

Istruzioni

Procedimento:

  1. In una casseruola larga con bordi non troppo alti rosolate la cipolla tritata con l’olio aromatizzato all’aglio, adagiate gli spicchi di radicchio rosso e fateli rosolare da ambedue i lati, bagnate con il vino, fatelo evaporare, salate e pepate.
  2. Coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento, unite un mestolino alla volta di brodo vegetale in modo che durante la cottura non si asciughi il fondo della casseruola evitando che si bruci fino a che il radicchio non sarà ammorbidito e quindi cotto.
  3. Prendete una pirofila in ceramica, cospargete in modo uniforme sul fondo 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, adagiate gli spicchi di radicchio rosso cotti senza sovrapporli tra loro.
  4. Cospargete sulla superficie il formaggio Asiago tagliato a dadini in modo sparso, spolverate la superficie con il grana grattugiato e un filo d’olio in modo casuale. Potete usare a piacere del burro fuso al posto dell’olio per condire la superficie, personalmente per questione di scelte, se posso, evito il burro, a meno che non sia strettamente necessario.
  5. Mettete a gratinare in forno pre riscaldato a 200 gradi con funzione ventilata per circa 15/20 minuti. Quado la superficie sarà gratinata, togliere dal forno e impiattate con l ‘aiuto di una paletta da cucina. Questa pietanza può essere servita, modificando la quantità delle porzioni, come antipasto, contorno o secondo piatto.

Seguimi su facebook

Strudel di verdure con salsa agli spinaci

  • Porzioni: 4-6
  • Problema: facile
  • Stampa

Una ricetta leggera e ideale per vegetariani e non solo. Questa ricetta si può proporre come antipasto, primo o secondo piatto, abbinata con una buona salsa al gorgonzola, ai formaggi oppure con una besciamella leggera agli spinaci.

Aggiungi qui eventuali note.

ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia al burro rettangolare;
  • 2 patate , 2 carote e 2 zucchine tagliate a cubetti di circa un cm;
  • 1/4 di cipolla gialla tagliata a julienne;
  • 1 porro medio tagliato a rondelle fini;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento.

Istruzioni

  1. Sbianchite le patate, carote, zucchine e scolatele.
  2. In un tegame rosolare con l’olio la cipolla affettata finemente, unite il porro e fate rosolare.
  3. Unite le verdure, sale, pepe e cuocetele al dente, aiutatevi aggiungendo acqua, poco alla volta se necessario. Togliete dal fuoco e fate intiepidire.
  4. Stendete la pasta sfoglia rettangolare, disponete al centro in modo orrizontale le verdure preparate, avvogete la pasta intorno alle verdure, chiudete i lembi delle estremità e capovolgere lo strudel in modo che la parte chiusa resti sotto.
  5. Trasportate lo strudel su una placca rivestita con carta forno.
  6. Cuocete a 180°/200°C fino a che la pasta sfoglia non sarà dorata e croccante.
  7. Per la salsa seguite la ricetta della besciamella unendo spinaci tritati finemente a piacere in base alla colorazione verde che volete ottenere, più o meno intensa.

Seguimi su Facebook

Petali di salmone affumicato con crostini di pane caldo

  • Porzioni: 1
  • Problema: facile
  • Stampa

Un ottimo antipasto sempre molto apprezzato e soprattutto pronto in pochi minuti.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 2 fette di pan carrè;
  • 2 fette di salmone affumicato;
  • 1 cubetto di burro intinto in erba cipollina.

Istruzioni

  1. Tagliate il pane in 4 triangoli e rifilate i bordi.
  2. Tostate il pane su una piastra o in una padella senza nessun condimento, appoggiatelo su un piatto da antipasto, adagiate a fianco 2 fette di salmone affumicato e il cubetto di burro.

Seguimi su Facebook

Spicchi di radicchio rosso bardati con speck su letto di salsa gorgonzola

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Un antipasto leggero e molto sfizioso composto da radicchio rosso, ortaggio di stagione, avvolto da fette di buon speck e accompagnato da una gradevole salsa al gorgonzola.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

 

  • 2 cuori di radicchio rosso Treviso tardivo tagliati in 12 spicchi;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 mestolino di acqua o brodo vegetale;
  • 12 fette sottili di speck;
  • 1 pizzico di prezzemolo tritato per porzione.

Istruzioni

  1. In un soutè scaldate l’olio, unite gli spicchi di radicchio rosso, salate, pepate e rosolateli su tutti i lati;
  2. Aggiungete un mestolino di acqua o brodo, socchiudete con un coperchio e fateli ammorbidire fino a che l’acqua sarà evaporata. Fateli raffreddare e avvolgeteli uno ad uno con le fette di speck;
  3. Adagiateli su una placca rivestita di carta oleata, passateli in forno pre riscaldato a 200°C  per circa 5 minuti;
  4. Stendere 2 cucchiai di salsa al gorgonzola su un piatto, adagiate gli spicchi di radicchio e decorate a piacere la superficie con un pizzico di prezzemolo tritato.

Seguimi su Facebook

Tagliatelle al pane croccante di segale con funghi Champignon

In collaborazione con la mia amica Anna Panzetta e il suo blog https://annapanzetta.altervista.org propongo queste deliziose tagliatelle da accostare alla sua particolare ricetta cosce di pollo panate.

received_733638950370742

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Una tipica pasta tirolese dell' Alto Adige dal sapore particolare, che può essere abbinata a diversi sughi. Io ho scelto i funghi per creare una ricetta, esclusivamente senza panna, che mette in evidenza tutto il sapore di questa pasta speciale e l'aroma dei funghi.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 160 gr. tagliatelle al pane croccante di segale;
  • 4 funghi Champignon affettati finemente;
  • 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’ aglio;
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • Una spruzzata di vino bianco secco;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di olio evo crudo.

Istruzioni

  1. In un soutè scaldate l’olio evo aromatizzato dell’aglio, unite i funghi, sale, pepe e fate evaporare quasi totalmente il liquido rilasciato dai funghi.
  2. Irrorate con vino bianco, fate evaporare, spegnete la fiamma e unite il prezzemolo tritato.
  3. Lessate le tagliatelle molto al dente, versate la pasta nel soutè con i funghi, unite 2 mestolini di acqua di cottura della pasta, i due cucchiai di olio evo crudo, amalgamate bene con fiamma accesa ad intensità media, saltate velocemente la pasta in modo da incorporare aria, così facendo l’acqua di cottura si amalgamerà con l’olio ed incorporando aria si potrà ottenere la crema desiderata da tutti.
  4. Questo procedimento evita l’aggiunta di panna da cucina, latte o altri ingredienti che possono alterare il sapore dei funghi.

I dettagli fanno la differenza nelle ricette.

Seguimi su Facebook

Salsa al gorgonzola per antipasti

  • Porzioni: 4-6
  • Problema: facile
  • Stampa

Secondo me la salsa al gorgonzola servita per accompagnare un antipasto come verdure, muffin strudel salati ecc., non ha bisogno di un roux. Infatti può addensare per riduzione, perché deve semplicemente velare su un cucchiaio. In realtà, per mia scelta, la utilizzo anche per condire la pasta.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200 gr. latte;
  • 200 gr. gorgonzola;
  • Una manciata di parmigiano grattugiato;
  • 100 ml. panna da cucina.

Istruzioni

  1. In un pentolino scaldate il latte, unite gorgonzola e parmigiano e cuocete a fiamma bassa per circa 8 minuti mescolando;
  2. Quando la salsa inizierà a velare sul cucchiaio, unite la panna da cucina per legare e fate cuocere ancora per 2 minuti circa. La salsa dovrà risultare al cucchiaio.

Seguimi su Facebook

Spiedini di gamberi e capesante con crema di fagioli aromatizzata allo speck

  • Porzioni: 4
  • Problema: media
  • Stampa

Parliamo di un abbinamento strepitoso, fagioli aromatizzati allo speck con code di gambero e capesante, scottati sulla griglia e accompagnati ad una deliziosa crema.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 16 code di gambero sgusciate;
  • 8 capesante pulite;
  • 400 gr. fagioli borlotti;
  • 15 gr. speck tagliato a brunoise;
  • 1 rametto di rosmarino tritato;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 2 cucchiai di olio evo aromatizzato all’aglio;
  • 2 bicchiere di acqua di cottura delle cozze o fumetto di pesce (se non disponete di questi 2 ingredienti utilizzate acqua).

Istruzioni

  1. Cuocete in acqua i fagioli, quando saranno cotti al dente scolateli.
  2. In un tegame scaldate l’olio, unite il rosmarino, fatelo rosolare, aggiungete lo speck e rosolate per qualche minuto, unite i fagioli e insaporiteli per alcuni minuti.
  3. Unite sale, pepe, liquido di cottura di cozze e fate evaporare per la metà.
  4. Passate i fagioli al mixer fino a ridurli a crema, rimettete il tutto sulla fiamma e fate asciugare in modo da ottenere un composto cremoso.
  5. Scaldate una piastra e scottante gamberi e capesante. Infilateli successivamente in un bastoncino per spiedini, alternando 1 gambero, 1capesanta e 1 gambero.
  6. Disponete su un piatto un paio di cucchiai di crema di fagioli e adagiatevi sopra gli spiedini, guarnendo a piacere con qualche pomodorino, foglia di prezzemolo e servite caldo.

Seguimi su Facebook

Mousse al cioccolato

  • Porzioni: 15 porzioni
  • Problema: facile
  • Stampa

Oggi vi parlo di una ricetta deliziosa che mi riporta al periodo in cui frequentavo l'istituto professionale alberghiero. Di fatto l'ho imparata a scuola e messa a punto successivamente grazie all'esperienza maturata nella pasticceria professionale. Questo dessert al cucchiaio racchiude tutto il sapore del cioccolato fondente che appaga il palato delicatamente.

Aggiungere quì eventuali note.

ingredienti

  • 5 rossi d’uovo;
  • 5 albumi montati a neve;
  • 100 gr. zucchero a velo;
  • 250 ml panna liquida da montare;
  • 250 gr. cioccolato fondente.

Istruzioni

  1. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, nel frattempo lavorare i rossi d’uovo con lo zucchero a velo.
  2. Unire il cioccolato quando sarà tiepido, i bianchi d’uovo molto delicatamente sollevando il composto dall’alto verso il basso e infine allo stesso modo la panna montata.
  3. Versare il composto in una pirofila o stampini da dessert e far riposare in frigorifero per almeno 12 ore.
  4. Servire con spuntoncini di panna montata e lingue di gatto a piacere o con qualche frutto di bosco fresco e foglioline di menta per decorare.

Variante: è possibile aggiungere 2 cucchiaini di caffè solubile sciolto in poca acqua tiepida e dare alla mousse un sapore di caffè.

Seguimi su Facebook

Millefoglie di mozzarella di bufala D.O.P. all’aceto balsamico.

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Con gli spinaci e lenticchie preparati precedentemente, una ricetta subito pronta.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 150 gr. mozzarella di bufala D.O.P. tagliata in 4 rondelle spesse circa 5 mm.;
  • 50 gr. spinaci freschi lessati e spadellati con 1/2 cucchiaio di olio evo;
  • 50 gr. lenticchie lessate e spadellate con un cucchiaino da caffè di cipolla tritata;
  • Pane raffermo grattugiato q.b.;
  • Farina bianca q.b.;
  • Un uovo sbattuto con sale e pepe q.b.;
  • 3 cucchiai di olio evo;
  • Un filo di aceto balsamico.

Istruzioni

  1. Mescolate spinaci e lenticchie creando un composto omogeneo.
  2. Passate le rondelle di mozzarella nella farina, uovo sbattuto, pan grattato e di nuovo nell’uovo e pan grattato creando una doppia panatura.
  3. Rosolate da ambedue i lati le fette di mozzarella nell’olio evo ben caldo e riponetele in un piatto.
  4. Disponete su una fetta di mozzarella del composto di spinaci e lenticchie, coprite con una fetta di mozzarella e cospargete sulla superficie con dell’ altro composto di spinaci e lenticchie, finite la preparazione con un filo di aceto balsamico e servite caldo.

Seguimi su Facebook

Muffin salati con salmone affumicato e porri

  • Porzioni: 8 muffin
  • Problema: facile
  • Stampa

È sicuramente un soffice antipasto dal sapore intenso e gradevole grazie al salmone affumicato e ai porri stufati. Questa preparazione può essere servita da sola o con una delicata salsa al salmone affumicato.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 120 gr. farina bianca tipo 00;
  • 15 gr. parmigiano grattugiato;
  • 1 bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate;
  • 1 uovo intero;
  • 30 gr. olio evo;
  • 100 gr. latte;
  • 100 gr. salmone affumicato tagliato a brunoise;
  • 1 porro medio tagliato a rondelle fini e stufato con un cucchiaio di olio evo, sale e pepe, fino a che non si sarà ammorbidito unendo, se necessario unite acqua poco alla volta;
  • Sale q.b.

Istruzioni

  1. In una ciotola mescolate farina, parmigiano, lievito e sale.
  2. In un’altra ciotola sbattere l’uovo intero con olio evo e latte.
  3. Unire il composto d’uovo alla miscela di farina mescolando con una frusta.
  4. Quando sarà ben amalgamato, unite salmone e porro stufato.
  5. Ungete degli stampini con olio o burro, riempiteli a metà di composto e cuocete in forno a 180°C per circa 18-20 minuti. Infilate uno stuzzicadenti prima di sfornare per assicurarvi che l’interno dei muffin sia asciutto e cotto.

Salsa:

  1. Per realizzare la salsa, rosolate con un cucchiaino di scalogno tritato 20 gr. di salmone affumicato tritato, bagnate con un po’ di brandy e fate flambare.
  2. Togliete il salmone e riponetelo in un piatto.
  3. Nello stesso fondo di cottura, unite un cucchiaio di olio evo, farina q.b., mescolate con una frusta fino a che si formerà una crema leggermente densa, unite del latte, stemperando sempre con una frusta.
  4. Fate velare su un cucchiaio e stendetela sulla base di un piatto.
  5. Appoggiatevi sopra un muffin, spolverate con un pizzico di prezzemolo tritato e servite.

Seguimi su Facebook

Spätzle di grano saraceno con porri e speck

  • Porzioni: 8
  • Problema: media
  • Stampa

Si tratta di un piatto tipico tirolese ossia gnocchetti preparati con farina di grano saraceno conditi con porri stufati e speck. Gli spätzle possono essere preparati anche con farina bianca tipo 00 e come alternativa con spinaci passati allo staccio per renderli verdi. Per la realizzazione è necessario l'apposito attrezzo come da foto che segue.

Aggiungi quì eventuali note.

kfa000787noc_3_20151228115743_high

ingredienti

Istruzioni

  1. In una terrina setacciate assieme le due farine. In un altra terrina sbattete le uova con il sale e la noce moscata, unite in po’ alla volta la farina e il latte ottenendo così un composto molle.
  2. In una casseruola fate bollire abbondante acqua e sale grosso, adagiate sopra i bordi della pentola la macchina per gli spätzle, inserite nell’apposita vaschetta della macchina per spätzle il composto e fate scorrere il carrello avanti e indietro facendoli cadere a pioggia nell’acqua bollente.
  3. Quando gli spätzle affioreranno toglieteli dall’acqua con una schiumarola e immergeteli in acqua fredda per raffreddarli. Scolateli e metteteli da parte in una bacinella, ungeteli con un filo d’olio.
  4. In un soutè fate rosolare con 1 cucchiaio di olio evo lo speck tagliato a dadini fino a farlo diventare croccante. Toglietelo dal soutè e riponetelo in un piatto.
  5. Nello stesso fondo di cottura unite i porri tagliati a rondelle sottili e fateli stufare fino a che non si saranno ammorbiditi, aggiungete sale, pepe e acqua poco alla volta.
  6. Unite lo speck ai porri e amalgamate il tutto. Dopodiché aggiungete gli spätzle, un filo d’olio evo e spadellate. Serviteli caldi con dei filetti di parmigiano.

Seguimi su Facebook

La nuova pagina del mio blog.

Buongiorno gentili lettori,

Aggiungo al mio blog una nuova pagina riguardante i termini tecnici di cucina. Potrebbero servirvi per meglio interpretare alcune terminologie specificate nelle ricette. Spero che apprezzerete la possibilità di consultarla all’occorrenza.

Terminologia tecnica di cucina

Seguimi su Facebook

Strozzapreti di farina di farro con ragù di Ricciola e pomodorini

  • Porzioni: 2
  • Problema: facile
  • Stampa

Parliamo di una ricetta molto delicata dal sapore intenso con protagonista la Ricciola, un pesce delizioso dalle carni bianche e molto sode, ricco di proteine ad alto valore biologico, vitamine, minerali e omega 3. Un primo piatto che lascerà appagato il vostro palato.

Aggiungi quì eventuali note.

ingredienti

  • 200 gr. strozzapreti;
  • 150 gr. polpa di Ricciola tagliata a cubetti;
  • 10 pomodorini Cirio o datterino tagliati in 4 spicchi;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio ;
  • Pepe macinato al momento;
  • 2 mestolini di acqua cottura di cozze o fumetto di pesce;
  • 1 spruzzata di vino bianco secco;
  • 1 cucchiaio di olio evo crudo;
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo.

Istruzioni

Scaldate l’olio dell’aglio in un soutè, unite i cubetti di pesce e fateli rosolare per alcuni minuti, bagnate con il vino bianco e fate evaporare, togliete il pesce e riponetelo in un piatto. Nello stesso fondo di cottura che passerete nel soutè unite pomodorini con pepe e cuocete fino a che si saranno ammorbiditi, bagnando con liquido di cottura delle cozze per addensare il sugo a crema. Spegnete la fiamma e unite la Ricciola precedentemente cotta,amalgamandola con il sugo. Lessate la pasta al dente in abbondante acqua salata, scolatela, unitela nel soutè con il sugo e spadellate a fiamma media per qualche minuti con olio evo crudo e prezzemolo. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook