Pinzimonio

Come preparare il pinzimonio.

Ciao cari amici lettori,

Il Pinzimonio è un ottimo antipasto, ormai quasi scomparso dalle nostre tavole e da quelle dei ristoranti, almeno io non lo trovo mai come proposta rispetto a qualche anno fa. Un antipasto fresco, molto indicato nella stagione estiva, poco impegnativo e molto digeribile. Ma come si prepara un buon pinzimonio?

Ingredienti:

  • Carote;
  • Peperoni;
  • Cetrioli;
  • Pomodorini;
  • Sedano;
  • Finocchio;
  • Olio evo, aceto di vino, sale e pepe q.b.

Procedimento:

Tagliate tutte letture a listarelle a parte i pomodorini, dopo averle ben lavate, pulite e riponetele in una ciotola di vetro. In una piccolissima ciotola mescolate a piacere olio, sale , pepe e aceto. Intingete le verdure nella salsina e gustatele nella loro fragranza.

Seguimi su Facebook

Melanzane alla parmigiana

Come preparare le melanzane alla parmigiana.

Inizio dicendo che non è una delle ricette più facili seppur semplice. In effetti, difficilmente riusciamo a gustare questa eccellenza della cucina italiana realizzata a regola d’arte. Spesso e volentieri, viene sostituito il parmigiano con la mozzarella, e, a mio avviso, è un grandissimo errore. Di fatto, le melanzane alla parmigiana devono il nome, proprio per l’utilizzo del parmigiano.

Ingredienti per una pirofila dalle dimensioni da 20×30 cm:

  • 3 melanzane medie tagliare a fette, spesse 2/3 millimetri;
  • 8 pomodori maturi qualità San Marzano;
  • 1/4 cipolla bianca tritata;
  • 2 cucchiai di olio d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • Abbondante parmigiano grattugiato;
  • 4/5 foglie di basilico fresco tritato;
  • Olio extravergine d’oliva q.b. (coprire con olio il fondo di una casseruola che possa contenere almeno una decina di fette e aggiungerlo mano a mano che si consuma durante la frittura, in questo modo lo spreco sarà ridotto a zero);
  • Farina bianca q.b.

Procedimento:

In un tegame scaldare l’olio aromatizzato, unire la cipolla e farla colorare leggermente, unire i pomodori tagliati a cubetti, il sale, il pepe e cuocere a fiamma di media intensità mescolando di tanto in tanto. A 3/4 di cottura unire il basilico tritato, portate a cottura (circa 15/20 minuti), spegnete la fiamma e fate intiepidire. Preparate sulla fiamma la casseruola con l’olio, scaldatelo e unite le fette di melanzane precedentemente infarinate da ambo i lati. Salate leggermente e cuocetele girandole su i due lati,  fino a che saranno colorite, riponetele su un piatto teso con carta assorbente. Prendete la pirofila e cospargete sul fondo un pò di salsa pomodoro, ricoprite con le melanzane fritte, unite uno strato di pomodoro e cospargete il parmigiano grattugiato su tutta la superficie. Ripetete l’operazione per almeno 3 volte finendo la superficie con pomodoro e parmigiano grattugiato. Unite un filo d’olio in modo casuale e gratinate in forno ventilato pre riscaldato a 200° fino a che la superficie sarà colorita. Servite calde o tiepide.

Seguimi su Facebook

Burro all’aragosta

Prosegue con le ricette riguardanti i burri aromatizzati, oggi vi racconto eccome si prepara il burro all’aragosta, una preparazione che si presta per confezionare salse per pesci e crostacei, per tartine e canapé

Procedimento:

Prestate al mortaio la carcassa cremosa di un’ aragosta, aggiungete il medesimo peso di burro morbido, pestando ancora per rendere tutto il composto a pasta, e passate allo staccio.

Seguimi su Facebook

Involtini di zucchine con ripieno cremoso aromatizzato alle acciughe

Come preparare gli involtini di zucchina.

Questi involtini sono molto appetitosi da servire come antipasto, leggeri e semplici.

Ingredienti per 12 involtini:

  • 12 fette di zucchine tagliate sottili;
  • 75 gr. Philadelphia;
  • 5 filetti d’acciuga sott’olio tritati;
  • 1 cucchiaino da caffè di erba cipollina tritata;
  • Sale, pepe macinato al momento q.b.

Procedimento:

Grigliate le fette di zucchine o scottatele in padella da ambo i lati senza condimenti e fatele raffreddare su un piatto freddo. In una ciotola di vetro, amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema. Stendere le fette di zucchina, posizionate sulle loro estremità un cucchiaino di ripieno e avvolgetele su se stesse ad una ad una,  ottenendo così gli involtini. Distribuiteli a cerchio su un piatto teso, posizionando al centro qualche foglia d’insalata tritata e un pomodorino tagliato in 4 spicchi. Servire freddi.

Seguimi su Facebook

Uova al tegamino aromatizzate con verdure al profumo d’origano

Come cucinare le uova al tegamino.

Una ricetta molto semplice, veloce e molto gustosa. L’accostamento delle uova  alla cipolla bianca, al peperone verde e ai pomodorini datterino, il tutto profumato con del buon origano. La cottura al forno rende questa ricetta molto leggera; come variante possiamo aggiungere qualche scaglia di peperoncino piccante per regalare un tocco ancora più stuzzicante. Per la ricetta vi lascio il video qui

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 uova fresche di galline allevate a terra;
  • 1 cucchiaio di cipolla bianca o meglio di Tropea tagliata a julienne;
  • 1 cucchiaio di peperone verde o giallo tagliato a julienne;
  • 5 pomodorini datterino tagliati in 4 pezzi;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • Sale, pepe macinato al momento.

Seguimi su Facebook

Sandwich di filetto con patate chips arrostite

Come preparare il filetto di manzo.

Un secondo piatto che può essere servito anche come piatto unico. L’importanza di questa ricetta è trasmettere il gusto delle patate alla carne e viceversa, solo così possiamo ottenere un sapore avvolgente e gradevole. Per fare tutto ciò, seguire il procedimento a regola d’arte, diventa fondamentale.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 filetti di scottona piemontese da 150 gr. cad.;
  • 4 rametti di rosmarino fresco;
  • Sale grosso, sale fino e pepe macinato al momento q.b.;
  • 2 patate medio piccole private della pelle e tagliate a rondelle finissime;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Procedimento:

In un soutè, scaldare 2 cucchiai di olio con 2 rametti di rosmarino tritati, unite le patate tagliate, sale fino, pepe e saltatele fino a che non saranno ben rosolate, unite un piccolo mestolino d’acqua e fate evaporare. Riponete le patate in un piatto e copritele. Nello stesso soutè scaldate i rimanenti 2 cucchiai di olio extravergine con i 2 rametti di rosmarino, fate soffriggere per qualche minuto, togliete il rosmarino e unite i due filetti di carne. Rosolateli 4 minuti per lato a fuoco medio, unite le patate e insaporite il tutto qualche minuto. Spegnete la fiamma. Togliete i filetti dal soutè e tagliateli a metà in orizzontale, mettete in un piatto una metà della carne, farcite con le patate e coprite con l’altra metà di carne. Salate la superficie con del sale grosso e del pepe macinato al momento, aggiugete un filo di olio crudo e un pizzico di prezzemolo. Servite immediatamente.

Seguimi su Facebook

Come cucinare la pasta

Come si  cucina la pasta.

Siamo famosi in tutto il mondo per essere i migliori nella preparazione della pasta e per conoscerne i segreti. A volte è  molto semplice dire prepariamo un piatto di pasta”, ma quanti errori si possono commettere? Anche le ricette più semplici devono essere realizzate a regole d’arte.

Vediamo insieme alcuni accorgimenti per preparare la pasta:

  1. Le qualità di pasta sono tante e spesso, le diversità determinano prezzi variabili. Tra tutte, la pasta trafilata al bronzo accoglie bene i condimenti, garantendo una resa migliore;
  2. Ogni condimento va abbinato ad uno specifico formato di pasta, la pasta corta è  più indicata a ragù o sughi poco omogenei, la pasta a spirale invece a sughi a base di pomodoro, la pasta lunga si sposa a sughi liquidi e cremosi e la pasta brigata assorbe molto meglio i condimenti;
  3. Ora veniamo all’acqua: di solito il rapporto è 1 litro di acqua ogni 100 gr. di pasta, l’utilizzo di poca acqua può essere indicato per cotture come ad esempio il “risottare” che prevedere la cottura della pasta nel sugo aggiungendo acqua poco alla volta;
  4. Quando si preparano le insalate di pasta non deve mai essere raffreddata sotto l’acqua per fermare la cottura ma deve essere cotta molto al dente, scolata e lasciata raffreddare amalgamandola con olio per evitare che si attacchi su se stessa;
  5. La cottura della pasta è molto importante, quindi è necessario attendersi ai tempi di cottura indicati sulle confezioni, al limite scolatela qualche minuto prima e terminate la cottura con il condimento, bagnandola con acqua di cottura della pasta, assaggiandola per non sbagliare la cottura;
  6. Per quanto riguarda il sale, serve aggiungerlo all’acqua solo quando avrà iniziato a bollire. La giusta dose è  di circa 8 gr. ogni 100 gr. di pasta. Mettere il sale prima che l’acqua inizi a bollire, potrebbe rallentare il bollore, mentre  è sbagliato unirlo durante la cottura della pasta;
  7. Alcuni aggiungono olio durante la cottura per tenere separata la pasta, vi posso garantire che non serve nemmeno per la pasta all’uovo;
  8. Non usare il coperchio durante la cottura della pasta, il coperchio serve solo per accelerare il bollore dell’acqua prima di immergere la pasta;
  9. Anche le pentole devono essere scelte con cura, ad esempio consiglio una pentola alta con un diametro medio, per indenderci, le pentole a forma di cilindro sono le ideali;
  10. Scolate la pasta utilizzando uno scolapasta con il manico, in modo che la preziosa acqua di cottura resti nella pentola, unitela al sugo in un soutè e saltatela per qualche minuto a fiamma media per amalgamarla meglio con il sugo, unendo se necessario, acqua di cottura.

Seguimi su Facebook