Vi presento Sua Maestà il Pesto

Ciao amici,

Ecco il pesto alla genovese della mia amica Paola, un’eccelenza italiana che parla da sola, clicca qui ( https://wp.me/p302pm-4K) per visualizzare la ricetta. Colgo l’occasione visto il progetto di proporre il pesto come patrimonio dell’umanità. È iniziata una raccolta firme per i comuni liguri e la settimana prossima chi vuole sostenere può farlo tramite #orgogliopesto o #worldpestoday. Clicca qui ( https://www.sampnews24.com/pesto-patrimonio-dellunesco-blucerchiati-testimonial-orgogliopesto/) per visualizzare.

Grazie Paola

copertina

19 Replies to “Vi presento Sua Maestà il Pesto”

  1. Ogni anno pianto nei vasi del mio orto sul terrazzo alcune piantine di basilico le cui foglie, prima della fine dell’estate, le utilizzo per preparare il pesto. Per quanto riguarda l’aglio, uso quello tipico di Sulmona. Il prodotto finito …finisce nel congelatore. E se mi capita di andare in Liguria o sul lago di Garda, cerco l’olio d’oliva tipico. È la mia scorta invernale. Detesto i pesti pronti tipo Barilla. Dove non ho la benché minima idea sull’origine della materia prima.

    Piace a 2 people

      1. Purtroppo la frenesia della vita moderna ci porta spesso ad acquistare prodotti industriali pieni di sostanze che fanno più male che bene. E non ci vengano a dire che sono biologiche e fesserie del genere. Molte malattie si sviluppano per questo. Nel limite del possibile dovremmo tornare alla terra. E come dal titolo del tuo blog, non sprecare cibo. Se penso alla quantità di alimenti che la grade distribuzione butta via quotidianamente e a quante persone non possono permettersi nemmeno un tozzo di pane al giorno mi viene l’orticaria. Andrò a vedere il tuo blog. Sicuramente interessante. Buona giornata

        Piace a 2 people

      2. Non riesco a capire perché se clicco sulla foto mi porta ad un indirizzo sbagliato. Memorizza o visita questo: bellaitaliailblog.wordpress.com e iscriviti da lì. Dopo dovrebbe essere automatico. Prova, poi fammi sapere. Grazie

        Piace a 1 persona

      3. Grazie, ti aspetto. Ho scritto un e-book sull’argomento, Il gusto di non sprecare, ma se non vuoi comprarlo puoi cercarlo su Amazon e leggerne un estratto, secondo me già interessante, sul perchè si spreca, quanto si spreca, come si può invertire la tendenza. Ciao 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...